Concerto per l’Emilia

concerto-per-lemilia.jpgIl 25 giugno tutta [quasi] l’Emilia Romagna che canta e che conta sarà allo stadio dall’Ara di Bologna per il Concerto per l’Emilia, organizzato con tanto di diretta su Rai1 per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto.
Un tutto-esaurito annunciato, considerato l’elenco di musicisti e cantanti che hanno aderito all’iniziativa. Paolo Belli, Ligabue, Laura Pausini, Francesco Guccini, Samuele Bersani, Modena City Ramblers con Cisco, Nek e poi Caterina Caselli, Luca Carboni, Andrea Griminelli, Cesare Cremonini, Andrea Mingardi, Stadio, Zucchero, Gianni Morandi, e sembra abbia aderito anche Raffaella Carrà. Insomma, sono tantissimi gli artisti che hanno risposto all’appello di Beppe Carletti dei Nomadi, e tutti a titolo gratuito. La serata sarà presentata da Fabrizio Frizzi, atteso un commosso omaggio a Lucio Dalla che, assicurano organizzatori, “sarebbe stato il primo a mettersi in gioco”.
Ma ormai non c’è evento che non sia organizzato ricordando che a pochi chilometri da Modena ci sono persone che hanno bisogno di aiuto.
Solo un paio di giorni per prenotare un posto alla cena di beneficenza di martedì 26 giugno che si terrà al Museo Casa Enzo Ferrari. “Ti voglio bene, Bassa!” è stata ideata dalla Fondazione Casa di Enzo Ferrari in collaborazione con l’associazione Rock no War ONLUS, per raccogliere fondi per la ricostruzione di una scuola dell’infanzia di Medolla.ti voglio bene bassa.jpg
Il menu della cena prevede diverse portate cucinate dagli chef del Consorzio con prodotti della nostra terra, l’Emilia. L’offerta minima per la prenotazione della cena, che comprende anche la visita al Museo ed un intrattenimento musicale del gruppo jazz Claudio Messori Quartet, è di 50 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini. I bambini dalle ore 21.30 potranno anche partecipare al laboratorio “Teste pensanti, teste sognanti” ideato e offerto dalla Bottega di Merlino di Laura Scapinelli.
E tenetevi liberi per martedì 3 luglio: al Parco Ferrari, con la collaborazione di Radio Bruno, ci sarà un altro concerto il cui incasso sarà donato ai comuni della bassa modenese colpiti da terremoto. Qualche nome? I Modà, Francesco Renga, Paolo Belli, Noemi, Marco Mengoni, Stadio, Emma, Dolcenera, gli Zero Assoluto, i Sonohra.
Un altro grande momento di musica e solidarietà.



 

Manifesto abusivo Tour

samuele-bersani1.jpeg“Le mie parole son capriole
palle di neve al sole
razzi incandescenti prima di scoppiare
sono giocattoli e zanzare, sabbia da ammucchiare
piccoli divieti a cui disobbedire
sono andate a dormire sorprese da un dolore profondo
che non mi riesce di spiegare
fanno come gli pare
si perdono al buio per poi ritornare”


In “Le mie parole” ho sempre invidiato a Samuele Bersani la capacità di riuscire a raccontare il suo personale mestiere di scrivere. Stasera Mercoledì 21 Luglio dalle 21 Piazza Grande ospiterà il “Manifesto Abusivo Tour”, una delle tappe del tour del cantautore emiliano. Samuele Bersani mi ha sempre colpito per la sua ironia, per la sua capacità di mescolare a pezzi di autentica poesia, testi che si ispirano alla cronaca e all’attualità più spietata offrendo a noi ascoltatori punti di vista originali e inaspettati.
Se nono conoscete Samuele Bersani posso dirvi che ascoltare le sue canzoni è come vedere proiettato un cortometraggio. Attraverso le sue parole riesce a creare ambienti, personaggi e storia, facendoli apparire come per magia davanti ai nostri occhi, stregati dalla sua musica, colonna sonora di piccoli film perfetti.
Oltre alla musica in Piazza Grande troverete anche i volontari di Emergency. Samuele Bersani ha offerto la sua collaborazione ad Emergency e devolve l’intero ricavato della vendita delle t-shirt ufficiali dei concerti, realizzata da Paolo Campinotti, al Centro pediatrico di Bangui in Repubblica Centrafricana. Impegno che sottolinea e conferma la sensibilità di questo cantautore fuori dagli schemi usuali della musica commerciale.
Questa sera lo spettacolo lo offre la città di Modena, quindi se siete di passaggio potete fermarvi e godervi il concerto in maniera totalmente gratuita.