Il cielo in Piazza Grande

planetario, astronomia, piazza grande, copernico, galileo galileiQuante volte, soprattutto d’estate, alzando gli occhi al cielo si rimane affascinati dalle migliaia di luci che splendono sulla nostra testa. A me capita spesso, in vacanza, quando la passeggiata notturna, senza fastidiose luci artificiali, mette in evidenza il buio della volta celeste incastonata di stelle. Niente di nuovo, in realtà. L’osservazione del cielo costituiva senza dubbio un passatempo già per l’uomo preistorico. E migliaia di anni fa, grazie al lavoro e all’osservazioni di scienziati Egiziani e Babilonesi, dall’osservazione del cielo e degli astri, siamo in possesso di calendari abbastanza precisi. Certo, bisognerà aspettare scienziati come Copernico e Galileo per dare un’impronta moderna all’astronomia, che etimologicamente significa “scienza delle leggi che reggono i movimenti dei corpi celesti, delle loro dimensioni e distanze”.
Senza voler diventare scienziati, credo sia bello poter alzare gli occhi al cielo ed essere in grado di riconoscere qualche stella, saper il nome di qualche costellazione, sapersi insomma orientare anche guardando il cielo, e non solo camminando attaccati alla Terra.
L’occasione potrebbe essere la serata organizzata dal Civico Planetario di Modena che venerdì 27 e sabato 28 saranno presenti in Piazza Grande.
“Il cielo in Piazza Grande” dalle 20 fino a mezzanotte, sono serate di osservazioni pubbliche al telescopio, organizzate in occasione del Global Astronomy Month (GAM – 2012), dei principali rilievi lunari e dei pianeti Venere, Marte e Saturno. Nel corso delle serate verranno inoltre divulgate, e sarà possibile sperimentare, alcune semplici tecniche di ripresa fotografica lunare.
 Le osservazioni saranno commentate dal Dott. Pierluigi Giacobazzi, Lorenzo Cuoghi, Michele Donà e Silvia Fontanella. Le sessioni astrofotografiche saranno condotte da esperti dell’Associazione Culturale J.W. Draper.
 In caso di condizioni meteorologiche avverse, le serate si svolgeranno presso il Civico Planetario “F. Martino”, in viale Jacopo Barozzi n. 31, con dimostrazioni in cupola a partire dalle ore 21.00.