Il primo assaggio di Natale in centro storico

santeufemia.jpgL’8 dicembre è il 342º giorno del Calendario Gregoriano (il 343º negli anni bisestili). Mancano 23 giorni alla fine dell’anno, e da oggi inizia ufficialmente il count-down che ci porta fino al Natale.
La tradizione vuole che sia l’8 dicembre la data in cui le case si addobbano e le luci dei presepi e degli alberi di Natale si accendano. e per i più distratti, ricordo che l‘8 dicembre rimaniamo tutti a casa perché la Chiesa cattolica celebra la solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria. Insomma: quest’anno settimana corta, e per qualcuno anche un ponte.  
Come impegnare il proprio tempo pre-natalizio? E, scusate l’insistenza, dove cercare qualche regalo, che non sia il “solito” regalo?
A Modena torna il Mercatino in Sant’Eufemia, 32 artigiani artistici che espongono le proprie creazioni: quadri, ceramiche, burattini , oggetti in  legno e in tessuto, gioielli e bigiotteria, lampade, manufatti in lana e cotone,  creazioni realizzate con le tecniche del decoupage, del cartonaggio e in stile Biedermeier. Dalle 9 alle 19 la passeggiata in centro storico nons sarà solo vetrine e negozi. E per gli indecisi il mercatino torna anche sabato 10 e domenica 11 dicembre.
Poco più in là, in Piazza Mazzini sarà invece allestito il Mercatino degli hobbisti. Artisti e artigiani di alto livello, provenienti da diverse zone d’Italia, che esporranno le proprie creazioni ceramiche, burattini intagliati a mano, giocattoli di legno, gioielli e bigiotteria, lampade, mosaici, passamanerie, sculture, oggetti in pasta di sale.
In viale Martiri della Libertà “Regali in salotto”, a cura dell’Associazione culturale “Il Salotto culturale di Simonetta Agazzotti”: giovedì 8, venerdi 9 e sabato 10, dalle 11 alle 19 in mostra artigianato, abbigliamento vintage, oggettistica, prodotti tipici, per cercare i regali di Natale tra proposte fantasiose ed originali…e gustare tisane vin brulè.
Ma non solo di shopping si può riempire la giornata: sempre giovedì 8 dicembre alle 16 al Teatro Cittadella la Società del Sandrone presenta: “Nadèl in Dialátt”. Musiche, canti, prosa, monologhi, sketch, zirudelle e sorprese in attesa del Natale. Spettacolo semiserio tra impegno e improvvisazione con il meglio degli artisti modenesi.
Parlo troppo del Natale? E non ho ancora finito! Al prossimo post…


(foto di Marlene www.flickr.it/lastanzadimarlene)

 

Il Villaggio di Natale

pattinaggiosughiaccio.jpgAmmetto di aver comprato il primo regalo di natale circa 15 giorni fa, e sabato ero in giro per il centro a cercare di spuntare la lista degli altri regali da fare. Ma sono rimasta (piacevolmente) sorpresa quando girando l’angolo di Piazza Grande per attraversare Piazza XX Settembre mi sono ritrovata in pieno clima natalizio.
Per le luminarie bisognerà aspettare il primo di Dicembre, ma in Piazza XX Settembre è stata allestita una pista del ghiaccio all’interno di un vero e proprio Villaggio di Natale.
Il villaggio sarà aperto tutti i giorni (escluse le mattine del 25-26 dicembre e 1 gennaio) fino al 9 gennaio e aspetterà grandi e piccini con la pista per il pattinaggio su ghiaccio immersa in un piccolo bosco dove scoprire creative decorazioni natalizie, realizzate dall’Istituto Venturi (istituto superiore d’arte, sezione ceramica) e dal Museo della Figurina.
La pista da pattinaggio, 300 metri quadri di superficie, di tradizionale mantiene solo l’aspetto, perché «sarà fatta – spiega Francesco Ferro, direttore di ModenAmoreMio – con un materiale speciale, brevettato e realizzato negli Usa. Tale da garantire un effetto scivolamento pari a quello del ghiaccio vero e da ridurre l’impatto nei casi di cadute. È la prima pista del genere in regione». L’utilizzo della pista ecologica elimina il rumore della produzione del ghiaccio, in modo tale da evitare l’inquinamento acustico già al centro di polemiche sollevate da alcuni residenti della zona.
Il biglietto d’ingresso costerà 5 euro, comprensivo del noleggio per i pattini. L’orario feriale va dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 19,30. Nei festivi c’è più tempo per divertirsi sul ghiaccio: dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 22.
Un’occasione in più per scegliere il centro della città per il proprio shopping natalizio: i negozi partecipano all’iniziativa offrendo a tutti i clienti che effettueranno in centro i loro acquisti, nel periodo del Villaggio di Natale, la possibilità di ricevere degli sconti per l’accesso alla pista.

Foto: Flickr

Diventa anche tu Fan del Blog di Modena su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Modena e provincia.

La pista della discordia

pattini ice.jpgL’anno scorso la polemica sulle luminarie natalizie, quest’anno il Natale, ancora lontano, crea nuovamente scompiglio e alimenta le polemiche in città.
La discordia quest’anno nasce dall’idea dell’assessore Daniele Sitta di allestire una pista di pattinaggio per il ghiaccio in Piazza Grande o in Piazza XX Settembre. Un tappeto di ghiaccio circondato da casette di legno con prodotti tipici, luminarie, alberi e renne.
Una idea per aumentare il numero di turisti e introiti commerciali in centro città nel periodo natalizio. Peccato che l’idea abbia scatenato le reazioni dell’opposizione: “Non vorremmo che ora il dibattito cittadino si concentrasse tutto sul se e dove fare la pista di pattinaggio. Non ce n’è davvero bisogno. Sarebbe una vera fortuna per la Giunta Pighi riuscire a distogliere l’attenzione dalla reale necessità di strutturare un piano organico per promuovere il centro storico con questa banale trovata” annuncia Leone, il consigliere regionale e comunale del PDL.
“L’idea può costituire una buona opportunità, dipende naturalmente da come viene declinata, se cioè decidiamo di confinarla all’interno del programma di Modenamoremio oppure di inserirla in un percorso sovracomunale in una logica di attrazione turistica di Modena” commenta Daniele Cavazza responsabile Turismo di Confesercenti.
Si lancia anche il sondaggio pista-si/pista-no sul Il Resto del Carlino on-line. E nei commenti all’articolo compaiono anche proposte alternative, come quella di allestire la pista per il pattinaggio sul ghiaccio in zona Parco Ferrari in modo da avere più opportunità di parcheggio.
Non riesco a comprendere tutta questa animosità, considerato che una pista sul ghiaccio è sempre stata allestita davanti l’Accademia nel periodo natalizio, zona centrale, leggermente spostata dal circuito dei negozi, ma comunque posizionata in centro storico.
La soluzione anche esteticamente migliore, a mio avviso, è quella della Piazza XX Settembre, che da quando non ospita più il mercato coperto è stata come una scoperta meravigliosa. E l’idea di allestire dei mercatini natalizi non ci farò assomigliare a Bressanone o Innsbruck, ma sicuramente renderà il nostro shopping natalizio più coinvolgente.