Visita guidata alla Galleria Estense

palazzo dei musei.jpgSi può essere turisti nella propria città? Si può vivere in una città per anni, si può attraversare tutte le mattine le sue strade e poi accorgersi di non conoscerla affatto.
Ecco perché non bisogna perdere l’iniziativa promossa dall’Associazione culturale Arianna, che Domenica 30 Gennaio propone una visita guidata alla Galleria Estense.
Le splendide raccolte dei duchi d’Este si trovano al quarto piano del Palazzo dei Musei. Si tratta di un patrimonio museale d’importanza internazionale.  La Galleria, ristrutturata dall’architetto Pancaldi nel 1975, offre ai visitatori una ricca raccolta di dipinti, sculture, bronzetti , ceramiche ed oggetti preziosi provenienti, secolo,dal Palazzo Ducale di Modena sul finire del XIX secolo.
La galleria illustra una importante panoramica sulla vicenda figurativa regionale dal Trecento alla fine del Settecento. Fra busti, statue e terrecotte dei modenesi Mazzoni e Begarelli, si susseguono centinaia di capolavori pittorici, tra le quali spiccano opere importanti. Dal trittico di Tommaso da Modena, attraverso le tavole quattrocentesche dei modenesi Erri e Bianchi Ferrari, si approda al Cinquecento emiliano con gli affreschi di Lelio Orsi e Nicolò dell’Abate, alle rocche di Scandiano e Novellara e alla famosa Madonna “Campori” del Correggio. La Ferrara del Rinascimento rivive nel Sant’Antonio di Cosmè Tura e nei dipinti di Dossi, di Garofalo e Girolamo da Carpi. La scuola emiliana espone saggi dei Carracci, di Schedoni, Guercino, Tiarini, Bononi, Scarsellino e un Crocifisso di Guido Reni. La scuola veneta è rappresentata dalla Pietà di Cima da Conegliano, Madonna con Bambino e Santi del Tintoretto, un trittico di El Greco, ed opere di Paolo Veronese e del Bassano. Il grande Seicento appare nei “quadri da stanza” della scuola di Caravaggio, nelle nature morte del Cittadini, nei paesaggi del Rosa, nelle pale del Procaccini e del Cerano.
A parole è difficile da rendere l’aria di grandezza che si respira ammirando queste opere.
Se sono riuscita a convincervi, il luogo dell’incontro è al piano terra del Palazzo dei Musei, presso il Book Shop, durata prevista: 1 ora e 30 minuti circa. La prenotazione è obbligatoria. Per maggiori info: http://turismo.comune.modena.it.

Se non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Modena, clicca sul “mi piace” qui sotto, e rimarrai aggiornato in tempo reale su quello che accade in città.