L’agenda “Natale in centro 2012”

natale 2012,piazza xx settembre,piazza mazzini,trenino di natale,modenamoremioLa tradizione vuole che sia l’8 dicembre la data in cui le case si addobbano e le luci dei presepi e degli alberi di Natale si accendano, e ormai quasi ci siamo. A partire da questa data, mancano 23 giorni alla fine dell’anno, e inizia ufficialmente il count-down che ci porta fino al Natale.
A Modena sono oltre cento gli appuntamenti organizzati per il periodo natalizio, e che ci accompagneranno fino all’Epifania.
Come orientarsi fra i vari appuntamenti, le mostre, i concerti? Anche quest’anno è stata realizzata un’agendina tascabile che raccoglie tutti gli appuntamenti: giorno per giorno sono elencati mercati e mercatini, concerti degli auguri, animazioni nelle piazze, spettacoli a teatro tra prosa, e balletto, i film in programma al cinema 7b e alla Sala Truffaut, le mostre e i programmi di musei e biblioteche, le iniziative dell’associazione Modenamoremio.
In particolare l’associazione di promozione del centro storico propone, oltre al ritorno della pista del ghiaccio in piazza XX settembre, anche un Giardino d’inverno con giochi di luci, una installazione nell’ex caserma dei Carabinieri di via Sant’Eufemia e una mostra di presepi dal mondo nella chiesa di San Giovanni in piazza Matteotti.
Quest’anno anche il Museo casa Enzo Ferrari si veste a festa con iniziative e splendide vetture che si daranno il cambio sotto l’albero di Natale.
L’agenda “Natale in Centro 2012”, che elenca le oltre 150 iniziative di istituti culturali e associazioni in un unico strumento di comunicazione utile e pratico, sarà distribuita nei centri informativi del Comune e nelle circoscrizioni, nelle biblioteche, nei punti di Modenamoremio, nei negozi e alla fermata del trenino di Natale.

8 Marzo 2012

festa delle donne,piazza grande,piazza mazzini,mostra fotografica,donne in corsa,non solo donne,lucia vasiniE tutti gli anni arriva. E tutti gli anni tocca festeggiare. E non so se la giornata internazionale della donna, ormai declinata nel più semplice Festa della donna, serva davvero a ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne. Festeggiamo un simbolo che è stato istituzionalizzato per la prima volta nel 1908, a distanza di un secolo non solo noi donne non siamo riuscite a rendere inutile e obsoleta questa festa, ma l’argomento portante di quest’anno sembra essere quanto siano diventate costose le mimose [causa gelate], simbolo della giornata. I fatti di cronaca di questo inizio 2012 non sono certo confortanti: dalla crisi economica pagata pesantemente in quanto le donne sono le prime a perdere il lavoro o a vedersi ulteriormente ridotte le possibilità di accedere a un’occupazione, i casi di cronaca sono affollati di omicidi di donne (tanto che l’espresso titola: va di moda uccidere le donne), e ancora ricordo la clausola nei contratti di lavoro Rai in cui una donna poteva essere licenziata se incinta.
Viste le premesse, se proprio vogliamo rendere omaggio a noi donne, mettiamoci la testa, e a Modena si può festeggiare l’8 marzo scegliendo fra una serie di eventi che collegano i diversi luoghi della città, dal centro alle periferie, e le sue tante anime.
Giovedì 8 marzo le associazioni aderenti al Comitato “Verso la nuova casa delle donne” si danno appuntamento in Piazza Mazzini dalle 15,30 alle 18,30 per presentarsi, raccontarsi riflettere insieme in occasione della festa della donna. Chiuderanno il pomeriggio i canti del coro di donne migranti “Le Chemin des Femmes” .
festa delle donne,piazza grande,piazza mazzini,mostra fotografica,donne in corsa,non solo donne,lucia vasiniInaugurerà alle 18.30, al piano terra del Palazzo comunale, all’interno della Galleria Europa, “8×8: immagini di vita quotidiana”, mostra collettiva di donne viaggiatrici e fotografe promossa da Photo Gallery e Europe Direct Modena. Una mostra che è un reportage tra i cinque continenti, realizzato da donne che uniscono la passione per i viaggi a quella per la fotografia, che ci farà viaggiare dalla Russia all’Ecuador, dal Ghana al cuore del continente nero fino al Tamil Nadu, in India.
Contemporaneamente in piazza Grande prende, invece, il via “Donne in corsa”, gara podistica non competitiva, organizzata da Uisp e assessorato allo Sport, riservata alle donne. La manifestazione sportiva si snoderà nel centro storico in tre percorsi, ma per le più allenate alle 19.30 partirà anche la gara competitiva su un circuito di 6 chilometri.festa delle donne,piazza grande,piazza mazzini,mostra fotografica,donne in corsa,non solo donne,lucia vasini
Alle 21 sul palcoscenico del teatro Storchi salirà l’attrice Lucia Vasini per proporre il suo blob tragicomico “Non solo donne”, lo spettacolo, gratuito per dipendenti e cittadine offerto dall’assessorato alle Pari opportunità, grazie alla collaborazione di Emilia Romagna Teatro Fondazione. Lucia Vasini porterà sul palcoscenico una rassegna di archetipi femminili, tra cui il racconto della differenza tra la donna lunare e la donna lunatica, interpretati in un viaggio dal cabaret al teatro comico “per ricercare insieme l’identità delle donne, e ritrovare un po’ di serenità all’interno di una società che spesso continua a essere maschile, e forse in parte anche maschilista”.
Rendiamo questa giornata davvero diversa: buttiamo le mimose e disertiamo i locali con la festa furbina organizzata per l’occasione. Riprendiamoci il vero senso di questa celebrazione.

Il primo assaggio di Natale in centro storico

santeufemia.jpgL’8 dicembre è il 342º giorno del Calendario Gregoriano (il 343º negli anni bisestili). Mancano 23 giorni alla fine dell’anno, e da oggi inizia ufficialmente il count-down che ci porta fino al Natale.
La tradizione vuole che sia l’8 dicembre la data in cui le case si addobbano e le luci dei presepi e degli alberi di Natale si accendano. e per i più distratti, ricordo che l‘8 dicembre rimaniamo tutti a casa perché la Chiesa cattolica celebra la solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria. Insomma: quest’anno settimana corta, e per qualcuno anche un ponte.  
Come impegnare il proprio tempo pre-natalizio? E, scusate l’insistenza, dove cercare qualche regalo, che non sia il “solito” regalo?
A Modena torna il Mercatino in Sant’Eufemia, 32 artigiani artistici che espongono le proprie creazioni: quadri, ceramiche, burattini , oggetti in  legno e in tessuto, gioielli e bigiotteria, lampade, manufatti in lana e cotone,  creazioni realizzate con le tecniche del decoupage, del cartonaggio e in stile Biedermeier. Dalle 9 alle 19 la passeggiata in centro storico nons sarà solo vetrine e negozi. E per gli indecisi il mercatino torna anche sabato 10 e domenica 11 dicembre.
Poco più in là, in Piazza Mazzini sarà invece allestito il Mercatino degli hobbisti. Artisti e artigiani di alto livello, provenienti da diverse zone d’Italia, che esporranno le proprie creazioni ceramiche, burattini intagliati a mano, giocattoli di legno, gioielli e bigiotteria, lampade, mosaici, passamanerie, sculture, oggetti in pasta di sale.
In viale Martiri della Libertà “Regali in salotto”, a cura dell’Associazione culturale “Il Salotto culturale di Simonetta Agazzotti”: giovedì 8, venerdi 9 e sabato 10, dalle 11 alle 19 in mostra artigianato, abbigliamento vintage, oggettistica, prodotti tipici, per cercare i regali di Natale tra proposte fantasiose ed originali…e gustare tisane vin brulè.
Ma non solo di shopping si può riempire la giornata: sempre giovedì 8 dicembre alle 16 al Teatro Cittadella la Società del Sandrone presenta: “Nadèl in Dialátt”. Musiche, canti, prosa, monologhi, sketch, zirudelle e sorprese in attesa del Natale. Spettacolo semiserio tra impegno e improvvisazione con il meglio degli artisti modenesi.
Parlo troppo del Natale? E non ho ancora finito! Al prossimo post…


(foto di Marlene www.flickr.it/lastanzadimarlene)