L’agenda “Natale in centro 2012”

natale 2012,piazza xx settembre,piazza mazzini,trenino di natale,modenamoremioLa tradizione vuole che sia l’8 dicembre la data in cui le case si addobbano e le luci dei presepi e degli alberi di Natale si accendano, e ormai quasi ci siamo. A partire da questa data, mancano 23 giorni alla fine dell’anno, e inizia ufficialmente il count-down che ci porta fino al Natale.
A Modena sono oltre cento gli appuntamenti organizzati per il periodo natalizio, e che ci accompagneranno fino all’Epifania.
Come orientarsi fra i vari appuntamenti, le mostre, i concerti? Anche quest’anno è stata realizzata un’agendina tascabile che raccoglie tutti gli appuntamenti: giorno per giorno sono elencati mercati e mercatini, concerti degli auguri, animazioni nelle piazze, spettacoli a teatro tra prosa, e balletto, i film in programma al cinema 7b e alla Sala Truffaut, le mostre e i programmi di musei e biblioteche, le iniziative dell’associazione Modenamoremio.
In particolare l’associazione di promozione del centro storico propone, oltre al ritorno della pista del ghiaccio in piazza XX settembre, anche un Giardino d’inverno con giochi di luci, una installazione nell’ex caserma dei Carabinieri di via Sant’Eufemia e una mostra di presepi dal mondo nella chiesa di San Giovanni in piazza Matteotti.
Quest’anno anche il Museo casa Enzo Ferrari si veste a festa con iniziative e splendide vetture che si daranno il cambio sotto l’albero di Natale.
L’agenda “Natale in Centro 2012”, che elenca le oltre 150 iniziative di istituti culturali e associazioni in un unico strumento di comunicazione utile e pratico, sarà distribuita nei centri informativi del Comune e nelle circoscrizioni, nelle biblioteche, nei punti di Modenamoremio, nei negozi e alla fermata del trenino di Natale.

Stuzzicagente in versione autunnale

stuzzicagente,piazza grande,piazza xx settembre,modenamoremioL’autunno direi che è arrivato, e con la stagione più romantica (o più melanconica a seconda dei gusti) arriva a Modena l’appuntamento enogastronomico che riesce a mettere in risalto le eccellenze della cucina modenese. Parlo dello Stuzzicagente Autunno che domenica 14 ottobre a partire dalle 17 vi aspetta fra le strade e i locali del centro storico di Modena.

A spasso per la storia di Modena, tra Piazza Grande, il Duomo e la Ghirlandina, ma anche lungo le vie caratteristiche come Piazza XX Settembre, Canalino, Canalgrande, Gallucci e via Emilia, meta preferita per il passeggio e lo shopping, si potranno gustare pietanze e vini che aggiungeranno alla città un sapore diverso.

Al costo di 13 euro, con biglietti in prevendita fino a venerdì presso l’ufficio di Modenamoremio (via Scudari, 12, oppure presso Iter Viaggi e Turismo in via Emilia Centro 54) sarà possibile degustare uno dei 4 menù creati per l’occasione.

Gli itinerari del gusto disegnano un percorso attraverso la città. Per prendere parte alla ghiotta manifestazione basterà scegliere uno o più itinerari, corrispondenti ad un menù, e passeggiando attraverso le vie del centro, si avrà diritto all’assaggio di un pasto completo, dall’antipasto al dolce, con tanto di dessert e caffè o digestivo. Tutti i dettagli dei 4 menù, a cui corrispondono altrettanti colori, sono disponibili su www.modenamoremio.it.
Al termine della degustazione ognuno potrà votare l’esercente preferito, premiandone la qualità del cibo, l’eccellenza del servizio e la simpatia, decretando così il miglior ristoratore di “Stuzzicagente 2012”.

Nel caso in cui a fine prevendita dovessero rimanere alcuni biglietti,saranno messi in vendita al prezzo pieno di 14 euro, il giorno stesso della manifestazione dalle ore 16.30 presso il gazebo di Modenamoremio in Piazza Grande.

 

Note di Natale in centro storico

locandina.jpgChe il Natale si stia avvicinando lo si può notare dalle luci e dagli addobbi che piano piano stanno colorando e illuminando finestre e balconi in città.
Per entrare nello spirito natalizio niente di meglio che un concerto, e l’occasione migliore è la 12ma edizione della rassegna di cori nelle chiese cittadine.
Si inizia  sabato 3 Dicembre alle 16.30 nella chiesa di S. Vincenzo (corso Canalgrande) dove si potrà ascoltare il coro Folk S. Lazzaro:
Direttore Don Ezio Nicioli – al pianoforte Simone Guaitoli – alla tromba Andrea Pedrazzi
Coro Sa’ Mmalindine – S.Valentino in A.C- (PE)
Direttore M° Anna Tilde D’ Anastasio
Coro Voci del Frignano – Pavullo
Direttore M.o Roberto Soci
Presentazioni a cura di Paola Palmieri
In programma ce ne sono altri due, uno domenica 18 Dicembre 2011 nella Chiesa di S. Lazzaro (via Livio Borri 90) e uno domenica 8 Gennaio 2012 nella chiesa di S. Carlo.
In programma ci sono oltre cento appuntamenti in centro storico nel periodo delle festività natalizie, tutti racchiusi in un’agendina tascabile realizzata dall’assessorato alle Politiche economiche del Comune.
Vi sono elencati giorno per giorno mercati e mercatini (con le aperture straordinarie dell’Albinelli e i giorni extra del Novi Sad), concerti, animazioni nelle piazze, spettacoli a teatro tra prosa, sinfonica e balletto, i film al cinema 7b e alla Sala Truffaut, le mostre e i programmi di musei e biblioteche. E poi gli orari e i percorsi del trenino di Natale che gira per il centro, a cura di Modenamoremio, e i numeri di telefono utili per avere informazioni sulle programmazioni e le iniziative.
E non fatevi venire già l’orticaria, che siamo solo all’inizio.

 

C’entro in cantina

modenamoremio,centro storico,degustazioniSe si cerca l’etimologia del termine “vino” si legge che per alcuni ha origine dal verbo sanscrito “venas“ (amabile, delizioso, piacevole), mentre per altri, sul riflesso che i Semiti precederono gl’Indo-Europei nella conoscenza del vino, proviene dall’ebraico “iin”, e in questo caso la forma “òinos” sarebbe antecedente al latino e i Greci l’avrebbero avuta dai Fenici. Su una cosa si è d’accordo: è dal latino “vinum”, anche attraverso la rielaborazione delle lingue celte, ebbero luogo molte delle denominazioni nelle altre lingue.
E si può affermare senza ombra di dubbio che la storia del vino è un po’ la storia stessa dell’umanità: ogni civiltà, ogni impero, ogni vicenda politica e di potere ha avuto le proprie storie di vino, più o meno legate agli eventi stessi che hanno delineato il corso della storia.
A Modena si vuole continuare questa tradizione proponendo per 4 mercoledì un percorso enologico, dedicato a 4 tipi di vino.
L’associazione culturale Modenamoremio propone “C’entro in cantina”, la manifestazione che si svolgerà nei locali del centro storico, per conoscere il vino di qualità e gustarlo (responsabilmente) dall’aperitivo alla cena, con abbinamenti gastronomici golosi e insoliti.
4 mercoledì, dalle 18 alle 23, a partire dal 9 novembre e, mi sembra quasi doveroso, di inizierà con i vini emiliani, il secondo appuntamento è per il 13 novembre con i vini del nord. Il 23 novembre tocca ai vini del sud, per concludere il 30 novembre con le bollicine (prosecco & co.).
In 17 locali del centro (sulla pagina facebook http://www.facebook.com/event.php?eid=301014476576101 potete trovare l’elenco completo) si potrà acquistare il kit con calice e 3 coupon degustazioni.
Tutte le info sul sito www.modenamoremio.it