Pignagnoli Ballabile ai Giardini Ducali

giardini ducali,learco pignagnoli,incontri con l'autoreEsilaranti, visionari, ironici. Per l’Estate modenese sabato 23 luglio alle 21.30 ai Giardini Ducali, andrà in scena a ingresso gratuito l’inconsueto spettacolo “Pignagnoli ballabile”. Quattro scrittori e sette musicisti per “celebrare” lo scrittore filosofo Learco Pignagnoli, autore di una serie di singolarissime opere in prosa, comparse per la prima volta sul finire del secolo scorso sulla rivista “Il semplice” e poi raccolte in volume da Daniele Benati nel 2006 e pubblicate da Aliberti editore. Si legge nella presentazione “Le opere di Pignagnoli, che finora hanno circolato in modo quasi clandestino, sono racconti illuminanti di poche righe, riflessioni sulla vita che spiazzano il lettore con improvvisi sprazzi di comicità.
Una specie di grande romanzo dell’insensatezza, con temi e personaggi che ricorrono come segrete ossessioni.”
Chi è Learco Pignagnoli? E’ solo un fake o esiste davvero questo “filosofo e maestro di tutti noi”?Uno scrittore, dicono, che “prima ancora di essere pubblicato, ha già un manipolo di appassionati e fedeli cultori”. Nessuno conosce la vera vita di Learco Pignanoli. Non si sa se è mai esistito, non si sa se è uno pseudonimo o uno pseudonimo collettivo con altri scrittori.
Reale è lo spettacolo che andrà in scena: un recital che ricerca e ripropone un clima che si ispira al tempo in cui le serate danzanti venivano annunciate alla gente del paese nelle prime ore della sera e un musicista, un clarinettista in particolare, si recava in piazza e suonava “l’invito”: un particolare motivo, sempre quello, per annunciare la serata.
Se non ne avete mai letto una riga, stasera si avrà l’occasione per conoscere Learco Pignagnoli in versione ballabile.