Zona Holden: un nuovo concorso

scrittura.jpgSe già non lo avete fatto, conviene sbrigarsi, perchè manca poco più di un mese alla chiusura del concorso “E’ fantastico Holden”, dedicato al tema “Mondi, esseri, storie e vite fantastiche e normali”.
L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Modena, in collaborazione con Kult Underground, il Club TreEmme e la Biblioteca Rotonda invitano tutti gli scrittori, o aspiranti tali, a prestare la propria immaginazione e il proprio talento per raccontare una storia che parli di mondi fantastici, ma anche di vite normali.
Si può partecipare con racconti in prosa (della lunghezza massima di tre cartelle dattiloscritte), poesie (massimo una cartella), elaborati grafici come fotografie e disegni (in formato A4), e avventure per gioco di ruolo (lunghezza massima cinque cartelle, più la descrizione dei personaggi e del sistema di gioco).
Per tutte le sezioni la consegna può avvenire a mano o per posta alla biblioteca Rotonda di via Casalegno 42 (c/o Centro commerciale “Rotonda”), tel. 059 441919 (orari d’apertura: lunedì dalle 14 alle 20, da martedì a sabato dalle 9 alle 20) o per via telematica (biblioteca.rotonda@comune.modena.it) entro il 31 dicembre.
Ma voi sapete chi è il giovane Holden a cui è dedicato questo concorso? “Il giovane Holden” è il protagonista di un romanzo scritto cinquant’anni fa (più o meno) da J.D. Salinger. E’ la storia di un adolescente Holden Caufield, insofferente alle ipocrisie e al conformismo. La storia inizia con lui che lascia la scuola con una bocciatura in tasca, si reca nella sua città con l’intento di trascorrere cinque giorni in assoluta autonomia e indipendenza, all’insaputa degli insegnanti e degli stessi genitori, che ignorano ancora il provvedimento disciplinare al quale è stato sottoposto. In questi giorni avrà nuove e molte esperienze, nasce in lui il desiderio di abbandonare tutto e andare a vivere a ovest e ricominciare una nuova vita spensierata e senza preoccupazioni, e si concluderà il lunedì mattina successivo quando il ragazzo, per amore della sorella, accetterà di sottoporsi a un breve periodo di cura in una struttura psichiatrica.
Una storia “normale”, ma che con il suo fascino ha saputo conquistare generazioni di adolescenti inquieti.

 

E’ fantastico, Holden

moleskine.jpg“Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira.”

“Il giovane Holden” scritto cinquant’anni fa (più o meno) da J.D. Salinger racconta di un adolescente Holden Caufield, dall’aria scocciata, insofferente alle ipocrisie e al conformismo, lui e la sua “infanzia schifa” e le “cose da matti che gli sono capitate sotto Natale”, dal giorno in cui lasciò l’Istituto Pencey con una bocciatura in tasca e nessuna voglia di farlo sapere ai suoi. I fatti si sviluppano nell’arco di un solo week-end, all’insaputa degli insegnanti e degli stessi genitori, che ignorano ancora il provvedimento disciplinare al quale è stato sottoposto, Holden si reca nella sua città con l’intento di trascorrere cinque giorni in assoluta autonomia e indipendenza. In questi giorni avrà nuove e molte esperienze, nasce in lui il desiderio di abbandonare tutto e andare a vivere a ovest e ricominciare una nuova vita spensierata e senza preoccupazioni, si concluderà il lunedì mattina successivo quando il ragazzo, per amore della sorella, accetterà di sottoporsi a un breve periodo di cura in una struttura psichiatrica.
Perché vi ho raccontato questa storia? Perché l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Modena, in collaborazione con Kult Underground, il Club TreEmme e la Biblioteca Rotonda, hanno indetto il concorso “è fantastico, Holden”: mondi, esseri, storie e vite fantastiche e “normali”.
Il concorso si articola in 4 sezioni: Prosa, Poesia, Grafica e Avventura per gioco di ruolo.
Per la sezione prosa l’elaborato non dovrà superare le tre cartelle dattiloscritte (30 righe per 60 caratteri ogni cartella, 1800 caratteri compresi gli spazi). Per la sezione poesia l’elaborato non dovrà superare la cartella dattiloscritta (30 righe per 60 caratteri ogni cartella, 1800 caratteri compresi gli spazi). Per la sezione grafica è possibile partecipare con fotografie, disegni, file di grafica. Per la sezione “avventura per gioco di ruolo” si richiede un’avventura per gioco di ruolo di qualsiasi sistema. L’opera vincitrice della sezione Avventura verrà giocata a Play 2012 – Festival del Gioco (www.play-modena.it),
a cura del Club TreEmme.
Per tutte le sezioni la consegna può avvenire a mano o a mezzo posta presso la Biblioteca Rotonda via Casalegno 42, 41100 Modena (c/o Centro commerciale “Rotonda”), o per via telematica all’indirizzo biblioteca.rotonda@comune.modena.it
Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre il 31 dicembre 2011, corredati di nome, cognome, data di nascita, indirizzo e numero di telefono dei partecipanti. Per l’intero bando e conoscere i premi www.comune.modena.it/netgarage/holden-nove.html

Se non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Modena, clicca sul “mi piace” qui sotto, e rimarrai aggiornato in tempo reale su quello che accade in città.