29 Settembre [2011]

beat generation,musica beat,piazza grande,i nomadi,caterina caselli29 Settembre 2009 Maurizio Vandelli.
29 Settembre 2010 Shel Shapiro.
29 Settembre 2011 i Nomadi.
In soli tre anni la manifestazione nata per celebrare la Modena Beat degli anni ’60 è diventata un appuntamento a cui i nostalgici, ma non solo, possono rivivere le atmosfere di quegli anni in cui il bar Grande a Modena era il “quartier generale” di musicisti e artisti che hanno segnato un’epoca.

Giovedì 29 settembre a Modena si torna a ricordare con una giornata di festa e concerti il tempo in cui la città era considerata la capitale del beat italiano. Appuntamento in centro storico storico e in piazza Grande per una giornata all’insegna della musica, ma non della nostalgia. Come nelle edizioni precedenti, tanti giovani musicisti porteranno la loro musica nelle piazzette del centro, dalle 17.30 alle 19.30, 18 band con un centinaio di giovani musicisti provenienti da Modena e dal resto della regione animeranno di note il centro storico.
E a  chiudere la serata sul palco di piazza Grande alle 22 saranno i Nomadi, il gruppo più conosciuto e longevo della storia della musica italiana. Sul palco confermata anche la presenza di Caterina Caselli, che spero canti quelle canzoni che hanno accompagnato la mia infanzia, quella di quando cantavo le sue canzoni, usando il letto a castello come palco e il pennarello jumbo per microfono..beat generation,musica beat,piazza grande,i nomadi,caterina caselli
Prima, in piazza Grande suoneranno e canteranno: Selene Lungarella, che negli stessi giorni parteciperà con le star della musica italiana a “O’ scià”, il grande evento artistico-musicale voluto da Claudio Baglioni per Lampedusa; i giovani Pip Carter Lighter Maker, con all’attivo tre dischi e tournée anche all’estero; l’emergente Lorenzo Visci, bolognese d’adozione con all’attivo un’esibizione di successo al “LiveMi”, progetto di rilancio della musica emergente in Italia in collaborazione con il Comune di Milano e Atm; Beppe Cavani, raffinato cantautore modenese con la sua band; i Bluesmen di Ferrara, gruppo che accompagna nelle sue tournèe italiana l’americano Dirk Hamilton e ha coltivato la passione del blues nelle terre attraversate dal “grande fiume”, il Po. Sul palco anche il gruppo Wienna e dintorni con i musicisti cresciuti nello storico circolo modenese e approdati a palchi di livello nazionale.
La fotografia scelta per cartoline e locandine della terza edizione di “Modena, 29 settembre” è, come nelle precedenti edizioni, di Carlo Savigni, che con le sue immagini ha raccontato il clima culturale e sociale degli anni in cui Modena era capitale del beat italiano. Alle 15 sarà inaugurata la mostra con gli scatti di quei giorni, a cura di Massimo Masini, allestita nel rinnovato bar Grand’Italia in largo di Porta Bologna-piazzetta 29 settembre, che rimarrà aperto fino alle 22.
Il tempo (atmosferico) dovrebbe tenere, ma in caso di pioggia il concerto si svolgerà al Palasport Casamodena Panini.

 

Una volta al mese lascio questo blog a disposizione di chi vuole raccontare qualche angolo nascosto di Modena, o commentare quello che succede nella nostra città. Scrivetemi a vmodenablog@virgilio.it e potreste essere la prossima (ma anche il prossimo) guest-blogger.