Passa la parola

passa_la_parola.jpgLeggere è il cibo della mente, e a leggere si impara da bambini. Leggere è uno dei miei passatempi preferiti, ho iniziato a leggere prestissimo, interi pomeriggi passati a visitare paesi lontani, vivendo avventure fantastiche, e tutto al sicuro, protetta fra le pareti della biblioteca di paese.
Leggere sviluppa il pensiero critico, e sviluppa la creatività. E a Modena questo fine settimana è dedicato ai bambini e alla lettura: da venerdì 23 a domenica 25 settembre in Piazza Torre si svolge la prima edizione di “Passa la parola”, il Festival della lettura per ragazzi.
Una tre giorni di letture animate coinvolgenti, laboratori per bambini e incontri d’eccezione con alcuni tra i più noti scrittori e poeti italiani della letteratura per i più giovani, tutti ad ingressi gratuito.
Venerdì 23 settembre dalle 9.30 un incontro dedicato agli studenti delle classi quarte e quinte della scuola primaria: Luigi Garlando, scrittore e firma della Gazzetta dello Sport, presenta il suo libro “Da grande farò il calciatore” e la collana “Gol”. Alle 17.30 è in programma la lettura animata di Valentino Infuso: due attori narrano e interpretano fiabe e racconti popolari provenienti da tutto il mondo.
Sabato 24 settembre, alle 9.30 ad incontrare le classi della scuola secondaria di primo grado sarà invece lo scrittore Andrea Valente che presenterà ai ragazzi modenesi i suoi libri “Pazza Italia” e “Cervelloni d’Italia”, racconto delle imprese di 80 italiani che tra il 1861 e il 1961 hanno realizzato qualcosa di speciale con le loro piccole e grandi imprese, e alle 16.30 aprirà il pomeriggio coinvolgendo i partecipanti in un viaggio fantastico alla scoperta di un’Italia popolata da cervelloni, ficcanaso, astronauti, navigatori, scrittori e sognatori con le letture pazze e strampalate tratte dal suo libro “Pazza Italia”. Si continuerà, alle 17.30, con le letture poetiche per i più piccoli da parte di Roberto Piumini, famoso scrittore, e Alessandro Riccioni, che presenterà in anteprima il suo libro di poesie.
La rassegna prosegue domenica 25 settembre per un’intera giornata carica di appuntamenti ed emozioni. Si parte la mattina, alle 10.30, con una lettura animata su storie di animali spaventosi da parte di Sara Tarabusi, attrice, operatrice teatrale e libraia presso la libreria per ragazzi di Vignola “Castello di Carta”. Si prosegue, alle 11.30, con la presentazione da parte delle scrittrici Ludovica Cima e Beatrice Masini di una collana per ragazzi appena creata: “Il cantiere delle parole. Scrittori al lavoro per lettori bambini”. Si tratta di cinque storie per bambini create immaginando un cantiere di parole magiche con storie da catturare, per sognare, emozionarsi, riconoscersi, divertirsi e crescere.
Nel pomeriggio, alle 16.30, sarà il turno di Fabian Negrin, illustratore di origine argentina, ora tra i più importanti attivi in Italia, che presenterà l’ultima opera “Chiamatemi Sandokan!”. Un omaggio a Emilio Salgari a cent’anni dalla sua morte, una scoperta del mondo descritto all’interno delle avventure di Sandokan da parte di due bambini curiosi.
Chiuderanno il festival, alle 17.30, le rime e le filastrocche di Bruno Tognolini, poeta, scrittore, giornalista, sceneggiatore e saggista, vincitore del Premio Speciale della Giuria del Premio Andersen 2011 con la raccolta di versi “Rime di Rabbia”, per la sua scintillante capacità di inventare e incantare, per la gioiosa e giocosa ricchezza del linguaggio poetico, per l’intenso tono sdegnato e accorato delle poesie che si caratterizzano anche per il forte impegno civile.
Il programma completo lo trovate sul sito www.passalaparola.it/.
E buona lettura a tutti.