Ciak si gira!

obr-countries1.jpg“I refuse to watch as more than one billion women experience violence on the planet.” 

Modena è stata scelta, insieme a Roma e a Milano, come location per lo spot contro la violenza alle donne, che il movimento internazionale One billion rising utilizzerà per promuovere la giornata internazionale di mobilitazione delle donne fissata per il 14 febbraio 2013.

L’iniziativa è promossa dal Centro documentazione donna e dalle associazioni Donne nel mondo, Donne e giustizia, Differenza maternità, Unione donne in Italia e Cgil-Coordinamento donne. Aderiscono Aidos – associazione italiana donne per lo sviluppo, Uil-Coordinamento donne, Amnesty international – Gruppo Italia 64, con il patrocinio dei Comuni di Modena e Castelfranco Emilia.

Modena non è stata scelta a caso: dal 2006 gruppi di ragazze e donne hanno aderito alla campagna internazionale del “V-day” e ora prendono parte attiva in questa nuova mobilitazione. Il V-Day è un movimento globale per fermare tutti i tipi di violenza alle donne, incluso lo stupro, l’incesto, la mutilazione genitale femminile e la schiavitù sessuale. Il V-Day promuove eventi creativi per aumentare la consapevolezza, raccogliere fondi e rivitalizzare lo spirito delle organizzazioni già esistenti, contro la violenza. Il V-Day organizza eventi benefici su larga scala e progetta iniziative estremamente innovative, produce film, e organizza campagne per educare e cambiare i comportamenti sociali nei confronti della violenza contro le donne, uno di questi, forse il più conosciuto, sono la rappresentazione de “I monologhi della vagina” (per i vecchi appuntamenti potete leggere qui e qui e qui).

Per partecipare alla realizzazione dello spot basta presentarsi domenica 5 agosto dalle 9.30 in Piazza Grande, in abito bianco e accessori rossi. E se volete portate abiti/accessori per scambio/prestito e naturalmente, ditelo a tutte le donne che volete coinvolgere nell’iniziativa.

Le informazioni per partecipare alle riprese dello spot sono sulla pagina facebook Ciak si gira! Vday.

 

Estate modenese ai Giardini Ducali

estate_modenese_2012.jpgStanchi di vedere i soliti comici in televisione? Sabato 28 luglio dalle 21.30 ai Giardini Ducali è in programma una serata all’insegna del divertimento, protagonisti i comici e la musica del Festival Cabaret Emergente.
I comici che si alterneranno sul palco sono Stefano Lasagna, vincitore assoluto Festival Cabaret Emergente 2012; Massimo Morselli, secondo classificato e Premio Originalità Carlino D’Oro; Giovanni D’Angella, terzo classificato e Premio Radio 2 Rai; Mario Tarallo, quarto classificato e vincitore del Premio Sponsor.
Sotto la conduzione di Riccardo Benini, fra uno sketch e l’altro, la cantante Selene Lungarella sarà la principale protagonista della parte musicale dello show.
Il cast si arricchisce con la presenza straordinaria di Arturo Calindri, vincitore grazie al voto su internet del Premio Carlino Web all’ultimo Festival Cabaret Emergente, che non farà mancare i suoi tormentoni tra pistacchi e farfalla, cantando la sua canzone hit “Vorrei volare”.

Domenica 29 luglio, sempre ai Giardini Ducali, si cambia completamente argomentoestate in città, cabaret, festival cabaret emergente, centro documentazione donna, pubblicità, pubblicità ingannevole.
Organizzato dal Centro documentazione donna di Modena, dalle 21 Roberto Serio, giornalista modenese, incontra e dialoga con Judith Pinnok e Serena Ballista, autrici del libro “Bellezza femminile e verità. Modelli e ruoli nella comunicazione sessista”. Il libro è pensato per chiunque voglia imparare ad osservare criticamente la pubblicità per individuare i messaggi sessisti e aggirare i pericoli che ne derivano, insegnando a riconoscere quando una comunicazione commerciale dà un’immagine lesiva delle donne e degli uomini e della relazione che li lega. Lo scopo è quello di contrastare la violenza di genere, intesa anzitutto come discredito o delegittimazione che cancellano il diritto di vivere una piena cittadinanza femminile. Durante la serata saranno letti brani tratti dal libro.
A seguire “Corpi impuri” conferenza-spettacolo di e con Marinella Manicardi sul tema delle mestruazioni tra scienza, religione, superstizione, letteratura e … pubblicità con le ali.
Corpi impuri sarà un confronto buffo ma serrato su due nodi: la rappresentazioni del corpo femminile tra scienza e religione e il concetto di sporco e pulito.
E in mezzo, e nonostante tutto, c’è la vita delle donne.