LIBRIAMOdena

buk,libri a modena,libriamo,biblioteca,biblioteca comunale,biblioteca di modenaSe questo fine settimana siete disperati perché non riuscirete ad essere al Salone di Torino, vi potete consolare con LIRIAMOdena, la manifestazione che trasforma Piazza Grande in una libreria a cielo aperto, arrivata quest’anno alla 13ma edizione.
Sabato 12 e Domenica 13 maggio, dalle otto del mattino fino alle nove di sera le piccole case editrici nate nel nostro territorio, affiancate da associazioni operanti nella provincia di Modena che, nell’ambito della propria attività culturale, producono libri, riviste e pubblicazioni in genere.
Oltre a poter girare liberamente fra le bancarelle sfogliando libri e conoscendo gli editori, si potranno incontrare gli autori attraverso le presentazioni dei loro libri, organizzate durante tutta la durata della manifestazione.
Per le edizioni Il Fiorino sabato alle 10.30, Piero Malagoli apre la manifestazione presentando il suo romanzo “1977”, i ricordi di un’estate di trent’anni fa nella quale una serie di eventi cambiano il corso della vita del protagonista e di un gruppo di amici.
Sempre per le edizioni Il Fiorino alle 11.20 Raffaello Pedrazzi presenta la sua “Breve storia della crisi economica”, alle 15.30 Ugo Beneventi parlerà del suo “Chiesa e popolo di Dio”, alle 16,20 arrivano le poesie di Elio Caterina.
Di diverso taglio le proposte di Damster Edizioni, che alle ore 18,00 presenta il volume “Voglio un racconto spericolato”: ventisei racconti liberamente ispirati alle canzoni di Vasco Rossi. Alle 18.50 si cambia genere, e si parla di racconti erotici insieme ad Alemar che presenta “I sensi di Guen”.
Alle 12 si svolgerà anche la premiazione del concorso letterario “Racconti Fuoriclasse”: l’Associazione editori Modenesi premia e pubblica in volume i racconti scritti e selezionati dai ragazzi delle scuole superiori “Cavazzi-Sorbelli” di Pavullo e “Fermo Corni”, “Carlo Sigonio” e “Adolfo Venturi” di Modena.
Le presentazioni di Domenica 13 le trovate sul sito dedicato alla manifestazione libriamodena.it
Buona lettura.

 

Le sorgenti di Dumrak

autori, saga fantasy, buk, Finisterra è una penisola attraversata da ovest a est dal grande fiume Dumrak. Una terra ricca e prosperosa sulla quale la dinastia Teophan per più di un millennio ha regnato alla guida dell’Impero delle Tre Spade. Poi, cinquecento anni fa, popoli provenienti dalla foresta oltre la Catena Impervia l’attaccarono. L’invasione fu respinta, ma precipitò l’Impero verso una spirale di decadenza e anarchia, culminate nella secessione del Regno di Vùos. Da allora Finisterra si è frammentata in tanti regni, in lotta fra loro.
Ma per fronteggiare la minaccia lanciata da un nuovo nemico decidono di accantonare le loro vecchie ruggini per recarsi, insieme, sull’isola alla foce del Dumrak. Qui, sospese tra carne e spirito, le anime degli Eroi dei tempi passati trovano ancora albergo. Sono loro l’unica speranza di Finisterra. I villaggi distrutti lungo il corso del Grande Fiume non sono altro che il preludio del nuovo pericolo che sta sorgendo a ovest della Catena Impervia. “Risalite il fiume Dumrak e trovate la Ruota della Rinascita” è il lapidario consiglio degli Eroi. Ha così inizio il viaggio alla ricerca dell’antico manufatto che potrà mutare le sorti della guerra ormai imminente, mentre congiure e odi antichi intessono le loro trame.autori, saga fantasy, buk,
Cinque autori modenesi, tre antologie di racconti pubblicati, un esperimento di scrittura collettiva su web presentato nel corso di BUK Modena. Questi i numeri che si nascondono dietro “Le sorgenti di Dumrak” (ed. Dominio) primo volume della trilogia Fantasy ambientata nel mondo di Finisterra, nato dalla fervida immaginazione del laboratorio di scrittura modenese XOmegaP, composto da Sara Bosi, Simone Covili, Massimiliano Prandini, Gabriele Sorrentino e Marcello Ventilati.
Finisterra è un mondo creato e definito in tutti i particolari: storia, geografia, mitologia e religioni, ha un’ambientazione realistica, un mondo legato anche alle tradizioni mediterranee e non solo a quelle prettamente nordiche tipiche del Fantasy classico, si ispira più all’opera di George R.R. Martin e Robin Hobb, che a quella di J.R.R Tolkien o Terry Brooks.
“Un romanzo pronto a far vibrare le corde epiche nascoste in ogni lettore” (Fabrizio Valenza), un’avventura dal ritmo incalzante, tra intrighi di corte e selve impenetrabili, creature leggendarie e guerre di religione. Oltre che in libreria, “Le Sorgenti del Dumrak” da giugno sarà disponibile in versione e-book, ed è in fase di progettazione un’applicazione per Iphone e Ipad dedicata alla saga: un gioco di abilità ambientato a Finisterra.
E al mondo di Finisterra è dedicato un blog che contiene  informazioni sull’ambientazione e curiosità, consultabile all’indirizzo www.xomegapfinisterra.blogspot.com costantemente aggiornato con contenuti speciali, dedicato a chi ne vuole sapere di più nell’attesa della pubblicazione dell’intera saga.

 

Parole digitali

Paroledigitali3.jpgI Net Garage, lo spazio realizzato dal Comune di Modena, sono una serie di luoghi riservati ai giovani dai 12 ai 28 anni d’età (ad eccezione dei net garage Strapapera e @live che sono riservati ai minorenni) dove si può navigare in Internet liberamente oppure, se necessario, con l’aiuto di un operatore. 
Si può creare una propria casella di posta elettronica e gestire la propria corrispondenza.
E’ anche possibile chattare, giocare on-line, ascoltare musica, vedere video e anche 
utilizzare il computer per scrivere, fare ricerche, produrre grafica e montare i propri filmati. E non solo: durante tutto l’anno vengono organizzati corsi di informatica a vario livello: dai corsi di base a quelli avanzati per l’impiego di programmi complessi. Sbirciando sul loro sito ho trovato un concorso riservato ai ragazzi dai 15 ai 25 anni, per mettere alla prova la propria capacità di sintesi. Per partecipare è sufficiente inviare un messaggio di solo 140 caratteri per esprimere il proprio giudizio su questa affermazione: “Una volta era la TV a dirci come stavano le cose, ora è Internet a fornirci tutte le risposte.
Ma davvero la Grande Rete non mente mai?” Inviarlo all’indirizzo: paroledigitali@comune.modena.it entro e non oltre il 22 gennaio 2012, 
corredato di nome, cognome, data di nascita, indirizzo e numero di telefono. I messaggi concorreranno alla costruzione di un e-book, a cura degli organizzatori, 
che sarà pubblicato e liberamente scaricabile dal sito: http://www.comune.modena.it/netgarage Una giuria di esperti selezionerà due vincitori, saranno inoltre segnalati altri quattro messaggi che saranno premiati con un buono acquisto da spendere all’interno di Buk il 4 e 5 febbraio 2012.

 

Libri a Modena e Stuzzicagente

buk,libri a modena,stuzzicagente,cucina tradizionale modeneseSe per questo fine settimana avete programmato una gita fuoi porta, vi consiglio di disdire le prenotazioni e cambiare programma, perché in città ci sono due appuntamenti capaci di andare incontro ai gusti di ogn’uno.
Se avete perso il BUK, la rassegna della piccola e media editoria, sabato 21 e domenica 22 maggio torna “Libri a Modena”, la rassegna di editoria modenese, giunta alla decima edizione, che trasformerà la magnifica Piazza Grande in una libreria all’aperto. Alla manifestazione parteciperanno una quindicina di case editrici e di diverse associazioni culturali del territorio che, all’interno della propria attività, producono libri e pubblicazioni in genere.
Si avrà la possibilità di passeggiare fra le bancarelle allestite per l’occasione, scegliendo fra centinaia di titoli disponibili. Le case editrici modenesi propongono volumi di storia locale della gastronomia, volumi di poesia, romanzi, guide del territorio… un’occasione unica per scoprire una realtà culturale spesso sconosciuta al grande pubblico e per avvicinarsi a una produzione editoriale ricchissima di libri di qualità, alcuni dei quali verranno presentati nell’ambito della manifestazione, offrendo ai lettori la possibilità di incontrare e conversare con gli autori.
Faranno da cornice all’esposizione una mostra fotografica sulle “Dame Estensi”, alcune delle numerose presentazioni di libri saranno accompagnate dalla musica e da esibizioni di figuranti in costumi storici, mentre per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia i visitatori potranno partecipare a una visita guidata per le vie della città alla scoperta delle testimonianze che il Risorgimento ha lasciato a Modena.buk,libri a modena,stuzzicagente,cucina tradizionale modenese
E non finisce qua (cit.) Domenica 22 Maggio dalle 17.30 torna la maratona culinaria “Stuzzicagente 2011”: l’evento eno-gastronomico che coinvolge ristoranti, pizzerie, bar, forni e gelaterie del centro storico, e quest’anno allarga i propri confini spingendosi oltre il quartiere Pomposa, sede storica di Stuzzicagente, includendo così anche i ristoratori del Piccolo Borgo Sant’Eufemia.
3 menù: Rosso, Bianco e Verde in onore dei 150 anni della Repubblica Italiana, che comprendono ogn’uno nove portate, all’insegna della cucina tradizionale modenese.
Per “gustare” (è proprio il caso di dirlo) al meglio i biglietti per l’itinerario enogastronomico sono disponibili in prevendita a 13 euro fino al 21 maggio, nella sede di Modenamoremio (via Scudari 12) oppure presso Fangareggi Dischi (Piazzetta Muratori). Il giorno della manifestazione sarà possibile acquistarli a 14euro nel gazebo di Modenamoremio in Piazza Pomposa dalle ore 16.30.
Al termine della degustazione ognuno potrà votare l’esercente preferito, premiandone la qualità del cibo, l’eccellenza del servizio e la simpatia. Il vincitore sarà il testimonial della prossima edizione di Stuzzicagente.
Inoltre nel corso del pomeriggio di domenica, passeggiando per le vie del Centro si potrà assistere allo spettacolo musicale sulle note dei White Stars, delle Stregatte e dei BTD. Dalle 20.30, infine, performance di ballo con la Scuola di Danza La Capriola: i ballerini della prestigiosa scuola modenese si cimenteranno in passi di danza moderna, contemporanea e hip hop, coinvolgendo il pubblico con la loro eleganza e un ritmo irresistibile.
Ve l’avevo detto o no di cambiare programma e rimandare la gita al mare ad un altro fine settimana?

Libro o e-book?

parole-digitali-loc.jpgCredo sia stato l’argomento di questo 2010: meglio il caro, buon vecchio libro con le sue pagine di carta o il più moderno e-book, meno poetico ma tanto più pratico?
Durante l’incontro “In punta di penna” della scorsa estate, Erri de Luca raccontò che i libri, una volta esaurita la loro funzione “didattica”, in tempo di guerra nella ex-jugoslavia diventarono buoni per potersi scaldare. E questo gli e-book, con tutta la loro velocità e praticità, è una cosa che non potranno mai fare.
E non mi riferisco solo al calore di una fiamma, ma anche al calore dell’emozione di uscire dalla libreria, dopo aver vagabondato per almeno un’oretta fra scaffali e dorsi, aver letto almeno una decina di quarte di copertina alla ricerca dell’autore giusto, della storia da leggere, con in mano il sacchetto che contiene un piccolo universo vergato a lettere scure su carta bianca. La cosa a cui non riuscirei mai a rinunciare è all’odore di stampa di un libro nuovo.
E tu che adesso mi stai leggendo cosa preferisci? Un bel libro da leggere sfogliando le pagine di carta, sottolineando a matita i passaggi preferiti, pieno di segnalibri, oppure un e-book leggero, pratico, pieno di note e commenti elettronici?
Se hai voglia di dire la tua, scrivilo in 140 caratteri (max) e invia il messaggio all’indirizzo di posta elettronica paroledigitali@comune.modena.it.
Parteciperete così al concorso organizzato dal Comune di Modena in collaborazione con la rete NetGarage.
Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre il 13 febbraio 2011, corredati di nome, cognome, data di nascita (il concorso è riservato ai ragazzi dai 15 ai 25 anni),indirizzo, numero di telefono.
Una giuria di esperti selezionerà un vincitore tra i sostenitori del libro e uno tra i patiti dell’e-book, che saranno premiati con un netbook, saranno inoltre segnalati altri quattro messaggi che saranno premiati con un buono acquisto (da 60, 40, 30, 15 euro) da spendere all’interno di Buk il 19 e 20 febbraio 2011.
La premiazione si svolgerà sabato 19 febbraio alle ore 14.30 presso il Foro Boario di Modena, Sala Pivano, all’interno di BUK – Festival della piccola e media editoria.
 Gli elaborati, inoltre, partecipanti concorreranno alla costruzione di un e-book, a cura degli organizzatori, che sarà pubblicato e liberamente scaricabile dal sito:
www.comune.modena.it/netgarage, dove potete trovare anche altre informazioni sul concorso.

 

Se non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Modena, fatti un bel regalo e clicca sul “mi piace” qui sotto, e rimarrai aggiornato in tempo reale su quello che accade in città.