Domenica senz’auto

domenica senz'auto.jpg“Domenica senz’auto”, titolo eloquente per avvisare che domenica 3 aprile dalle 9 alle 18 in città non sarà possibile accedere al centro storico della città in auto, nella parte delimitata  dall’anello stradale compreso fra viale Italia, via Panni, via Salvo d’Aquisto, via Campi, via Divisione Acqui e via Nonantolana.
Lasciare l’auto fuori dal centro storico sarà accompagnato da una intera giornata di eventi ed iniziative: piazze e giardini ospiteranno mercatini e diventeranno spazi espositivi, luoghi di aggregazione, palestre all’aria aperta.
Dalle 9 in Piazza Grande si terrà la manifestazione d’antiquariato “L’antico in Piazza Grande”, in Piazza Mazzini sarà allestito il Mercato dell’artigianato Artistico, in Piazza XX Settembre ci sarà il mercatino dei produttori agricoli “Modena Km zero”, in largo Sant’Eufemia torna il mercatino artistico “Tra borghi e contrade”.
Per i bambini in Piazza Matteotti dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 a cura di UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) ci sarà uno spazio gioco con baby dance, trucca bambini, giochi di animazione, mentre ai Giardini Pubblici dalle dalle 10:30, sempre per i bambini, “Dal chicco al pane” laboratorio per la lavorazione del pane a cura dell’associazione Fattorie Aperte e Didattiche della Provincia di Modena.
Domenica sarà possibile visitare l’Orto Botanico dalle 15:00 alle 18:00 (ingresso dai Giardini Pubblici) e dalle 16.30 i bambini potranno partecipare al laboratorio “Coloriamo con le piante” dedicato ai pigmenti presenti nelle piante, per imparare ad estrarli e scoprire che è possibile dipingere con colori naturali che rispettano l’ambiente. In contemporanea visita guidata per adulti al parterre e alle serre.
E ancora apertura straordinaria della Biblioteca Delfini; del Palazzo dei Musei, con il Lapidario Romano aperto dalle 8:30 alle 19:30 con l’esposizione “Parco Novi Sad – Archeologia di uno spazio urbano”; del Palazzo Santa Margherita (Corso Canalgrande, 103) dove è ancora possibile ammirare la mostra “Sagome Inquiete – ombre e silhouette dalle figurine al cinema” a cura di Roberto Alessandrini e Paola Basile.
”Con questa giornata vogliamo proporre ai cittadini una giornata per disintossicarsi dall’auto. Forse lo stop domenicale alle auto causerà qualche disagio, ma siamo certi che sarà ricompensato dalla bellezza del silenzio”, afferma Simona Arletti, assessore all’ambiente. Per accompagnare i cittadini in centro storico in sella alle biciclette sono previsti tre sciami che partiranno alle 14.30 da tre punti di ritrovo: dal parcheggio della colombofila al Parco della Repubblica, con la guida della associazione Udace, dal parco Città di Londrina, in compagnia dell’associazione Fiab e dal parcheggio del Palazzetto dello Sport a fianco il parco Novi Sad.
Sarà bello vedere la città chiusa al traffico e riappropriarsi del suo centro. E attenti alle multe.

Se non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Modena, clicca sul “mi piace” qui sotto, e rimarrai aggiornato in tempo reale su quello che accade in città.

Iniziative di mobilità sostenibile

europeanmobilityweek.gifTorna l’autunno (non come stagione ma come tempo meteorologico) e torna il blocco al traffico cittadino. Con una importante novità: il blocco totale delle auto inizia prima del solito e non è programmato per il giovedì, ma sarà impossibile circolare nel centro cittadino la domenica.
Il blocco totale delle auto inizia domenica 12 settembre nella giornata di avvio della Settimana europea della mobilita’ sostenibile e sarà in vigore dalle 8.30 alle 12 e dalle 14 alle 18 nell’area solitamente interessata dalle limitazioni del traffico del giovedì, e continuerà per tre domeniche fino al 28 settembre.
Con le “solite” deroghe per i veicoli a gpl, metano, elettrici, le pool-car (con almeno tre persone a bordo se omologati per quattro o più posti a sedere o con almeno due persone a bordo se omologati per due posti a sedere), i veicoli Euro 4, gli Euro 5 e i diesel Euro 3 con filtro antiparticolato. Una deroga è prevista anche per i veicoli a servizio degli invalidi e delle persone con difficoltà a deambulare, dei lavoratori in turno, quelli attrezzati per il pronto intervento, la manutenzione di impianti pubblici o privati, il trasporto di farmaci e prodotti deperibili.Mobilità sostenibile small.jpg
Questa iniziativa oltre a sensibilizzare i cittadini verso un utilizzo razionale della macchina, è utile per abbassare il livello delle polveri sottili nell’aria. E sono il pretesto per iniziative collaterali alla chiusura del centro cittadino alle auto.
Domenica 12 settembre dalle 15.00 “Tre frazioni in bicicletta:da Cittanova a Sassuolo”: Biciclettata organizzata dal Circolo ricreativo di Cittanova con un percorso adatto per grandi e bambini in tre tappe: si parte dalla sede del Circolo in via Pomposiana, 52 a Cittanova e si prosegue per Marzaglia nuova, poi per Marzaglia Vecchia e si arriva a Sassuolo. 
Per informazioni: Circoscrizione 4 tel. 059 2034030.

Domenica 18 settembre dalle 9.45 alle 11.30 “Passeggiata della salute al Parco Amendola Sud”: mattinata dedicata ad esercizi da fare in gruppo scoprendo gli angoli più belli del parco realizzata in collaborazione con la Uisp. I partecipanti potranno anche prenotare una passeggiata nel Giardino della Memoria. Seguirà un piccolo buffet a base di frutta proveniente da agricoltura biologica offerto da Biodisera, il mercato serale con i prodotti delle aziende della provincia di Modena. 
Mentre dalle 16.00 “Biciclettata alle Quattroville”: biciclettata organizzata dalla Polisportiva Quattro Ville di Via Barbolini, con un percorso adatto anche ai bambini – partenza da via Barbolini per percorrere via Villanova, Sant’Onofrio e Quattroville. Sosta presso la Stazione dei treni e rientro sulla ciclabile.
Per Informazioni: Circoscrizione 4 tel. 059 2034030-36.

Domenica 28 settembre alle ore 21.00 Piazza XX Settembre “Una bici che va…pedalata fra immagini parole e note”,  presentazione del volume fotografico “Velocità silenziosa” di Gianni Volpi. Talk show sulle due ruote con: Giorgio Pighi, Bruno Pizzul, Enzo Siviero, Andrea Bartali, Renzo Soldani, conduce Ettore Tazzioli, interventi musicali di Giorgio Bertacchini, in collaborazione con Officina Emilia.

Momenti per riscoprire la periferia cittadina, e momenti per godersi il centro città liberato dalle macchine in giorni in cui non dobbiamo scappare al lavoro e possiamo circolare con lentezza.

Artigiana italiana

artigiana.jpgLa città di Modena ha aderito al blocco totale del traffico promosso dal sindaco di Torino e presidente dell’Associazione nazionale comuni italiani Sergio Chiamparino e dal sindaco di Milano Letizia Moratti, per la giornata di domenica 28 febbraio. L’area interessata è sempre la stessa (per chi non la conoscesse cliccate qui), e va dalle 8.30 alle 18.30.
Ed è subito polemica perché oggi 26 febbraio fino a domenica 28 in zona Modena Fiere si terrà la terza edizione del Salone della Qualità Artigiana Italiana.
Si tratta di una mostra mercato dove è possibile vedere ed acquistare gli oggetti più rappresentativi della produzione manifatturiera nazionale. Artigiana Italiana è la fiera del “made in Italy”, la vetrina di maestri artigiani custodi di tradizioni antiche, abili creatori di prodotti unici e originali, apprezzati in tutto il mondo, il meglio di un lifestyle del fare “su misura”.
Sarà allestita divisa per tre grandi aree tematiche. L’eccellenza artigiana nell’ambito delle produzioni di ceramica, porcellana, decorazioni, oreficeria, scultura, stampa su tela, tappezzeria, vetrate artistiche, cornici d’arte, mobili, cuoio, scarpe e prodotti di pelletteria, abiti, accessori, falegnameria, ferro battuto, strumenti musicali, arti grafiche, restauro.
L’enogastronomia d’autore con le migliori produzioni del territorio modenese, come l’aceto balsamico, il Parmigiano Reggiano, il prosciutto e il lambrusco.
Ingiardino dedicata all’allestimento e alla cura di giardini e terrazzi, con la presenza di botteghe artigiane specializzate nella progettazione e nella realizzazione di prodotti per gli spazi verdi.
Per visitare Artigiana Italiana l’orario di apertura è venerdì 26 e sabato 27 febbraio dalle 15 alle 23, domenica 28 dalle 10 alle 20. Il biglietto di ingresso intero costa 5 euro, il ridotto 3 euro, oggi si entra gratis. Compilando un form sul sito della manifestazione è possibile poi ricevere nella propria casella di posta elettronica un biglietto ridotto per l’ingresso.
Credo proprio che Domenica me ne uscirò a piedi godendomi la città senza macchine, e approfitterò della chiusura in “notturna” e dell’ingresso gratuito per fare un giro alla fiera  oggi, dopo lavoro. All’ultima fiera ho fatto
un ottimo acquisto, spero di riuscire nuovamente nell’impresa.