Scrittore o poeta?

concorsi letterari,scrittori,scrittori a modena,biblioteca,biblioteca delfini,biblioteca di modenaScrivere: che passione. E quante pagine scritte e poi dimenticate, che non avranno mai nemmeno un lettore semplicemente perché è così difficile farsi conoscere. Non dico pubblicare vivendo di scrittura, ma anche solo pubblicare per far conoscere le storie che coviamo dentro e che trovano posto su pezzi di carta sparsi, o organizzati in stupendi quaderni, o peggio, in decine di file che al primo problema del pc spariscono insieme al backup mai fatto.
Per questo vi segnalo un paio di concorsi letterari, tirate fuori i vostri racconti e le vostre poesie.
Per partecipare al concorso letterario L.A. Muratori, organizzato dal Rotary di Modena, e patrocinato dall’Assessorato alla Cultura di Modena, avete solo pochi giorni.
Scade infatti il 14/01/2013 il premio per giovani autori under 35,  che si propone di documentare la creatività scritta e il lavoro culturale di giovani narratori esordienti o ancora poco noti, valorizzando in particolare il genere del racconto.
Il Premio è aperto a tutti i cittadini residenti nel territorio italiano che al 31 gennaio 2013 non abbiano ancora compiuto il trentacinquesimo anno d’età. É richiesto l’invio di un testo in lingua italiana, inedito di massimo ventimila battute, spazi inclusi.concorsi letterari,scrittori,scrittori a modena,biblioteca,biblioteca delfini,biblioteca di modena
Una Giuria designata dal Rotary Club Modena L.A. Muratori e presieduta dal dott.Giuseppe Pederiali valuterà i testi che ci saranno inviati individuando i dieci racconti migliori e, fra questi, un’opera vincitrice. I racconti selezionati saranno raccolti in una pubblicazione che sarà prodotta in collaborazione con la casa editrice Mobydick, mentre per il vincitore il premio consiste in un buono per l’acquisto di libri del valore di 500 euro. (visitate il sito premioletterariomuratori.it)

Per gli aspiranti poeti segnalo invece il premio di poesia A.Delfini 2013. Appena finiti i festeggiamenti per il ventennale della biblioteca, durati ben 12 mesi, e a cinquant’anni dalla morte di Antonio Delfini, il premio di poesia che porta il suo nome si rinnova nella formula e scommette sui giovani. Verranno selezionati cinque poeti under 35, con una modalità del tutto innovativa. Sabato 23 febbraio 2013, a partire dalle 18.30 nella Sala Grande della Galleria Civica (Corso Canalgrande 103), i poeti in concorso leggeranno i loro testi ad alta voce. Dopo una breve pausa (con rinfresco), la giuria proclama il vincitore.
Anche la composizione della giuria è una novità: lettori, studenti, appassionati sostituiscono i tradizionali ‘esperti’. La Biblioteca Delfini ha il compito di individuarli (circa 40 persone complessivamente, di diversa età e formazione), attingendo al patrimonio di relazioni e collaborazioni costruito nel tempo: scuole superiori, gruppi di lettura e di scrittura, semplici lettori.
Per maggiori informazioni tel. 059.2032940

La parola a Delfini

incontri con l'autore, antonio delfini, biblioteca comunale, biblioteca delfini, biblioteca di modena, pier paolo pasini La biblioteca comunale di Modena, intitolata ad Antonio Delfini, rende omaggio allo scrittore modenese con una rivisitazione creativa della sua vita, del legame contrastato con la città natale, degli amori e delle amicizie, e continuano gli appuntamenti con “La parola a Delfini”, iniziata con la biciclettata culturale in compagnia di Ugo Cornia.
Mercoledì 10 ottobre alle 21 nella sala conferenze della biblioteca il critico e poeta Alberto Bertoni e lo scrittore Roberto Barbolini, che a Delfini ha dedicato la pièce teatrale “Io parlo ai perduti”, saranno impegnati in un ritratto a due voci dal titolo “Conversazione su Antonio Delfini”.

Il prossimo, e ultimo appuntamento, è per giovedì 25 ottobre, quando Beppe Cottafavi e lo scrittore Walter Siti si occuperanno di una pagina meno nota della biografia delfiniana: il rapporto con Pier Paolo Pasolini, che molto si spese per il premio Viareggio postumo del 1963 ed ebbe a definire Delfini “lo scrittore aggraziato per definizione, ma mai grazia costò sacrifici così grandi”.

Nel cinquantenario della sua morte, Modena ricorda Antonio Delfini, considerato il più grande scrittore modenese del ‘900. Autore-personaggio dalla biografia leggendaria, amato dai poeti e dagli artisti eppure imprendibile e segreto: “tutti ne parlavano, nessuno lo conosceva”, scrive il critico Carlo Bo ancora nel 1997, così che Delfini resta “un mistero impenetrabile, non soltanto per gli altri, ma anche e soprattutto per se stesso”.
Delfini ha conosciuto in vita una storia editoriale avventurosa, consegnata a piccole riviste, autoedizioni, numeri unici e persino manifesti murali. Tra le opere più importanti si ricordano il volume di racconti Il ricordo della Basca (1933-1938), Il fanalino della Battimonda (1940), La Rosina perduta (1957), I racconti (1963). Ha scritto anche i versi di Poesie della fine del mondo (1960), e Lettere d’amore (1963).

In bilico tra esperienza vissuta e fantasticheria, la scrittura di Delfini racconta una storia personale tormentata e un rapporto ambivalente con la città natale, sempre riconoscibile nella trasfigurazione letteraria.

Per chi vuole conoscere meglio un cittadino illustre di questa città.

Media Library on Line: cos’è e come si usa

biblioteca,biblioteca comunale,biblioteca di modena,biblioteca delfini,media library on line,e-book,e-reader,tabletIl 22 maggio 2012 le biblioteche della città di Modena, e anche quelle della provincia, hanno attivato il servizio Media Library on Line.
Cos’è quello che viene semplicemente definito MLOL?
MediaLibraryOnLine (medialibrary.it) è il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la condivisione di contenuti digitali. Attiva dal 2009, la piattaforma MLOL offre un servizio di “prestito digitale” alle biblioteche che possono così aprire un servizio gratuito di accesso remoto via Internet per i propri utenti. Su MLOL gli utenti delle biblioteche accedono con una username e una password e possono consultare gratuitamente risorse multimediali di ogni tipo: ebook (in streaming e in download), audiolibri (in streaming e in download), quotidiani e periodici, musica (in streaming e in download), oggetti di e-learning, gallerie iconografiche.
Per accedere al servizio basta essere iscritti ad una qualsiasi biblioteca modenese. Una volta iscritti viene rilasciata una username ed una password con cui collegarsi al sito del MLOL ed accedere al catalogo. Ovviamente bisogna disporre di un computer o di un tablet, un e-book reader o almeno uno smartphone, con cui collegarsi al sito http://modena.medialibrary.it.
Per imparare ad utilizzare il sistema dal 23 maggio si sono aperte le iscrizioni al corso di formazione gratuito, diviso in tre moduli.
Il modulo 1 “Il tuo OPAC – il catalogo questo sconosciuto” spiega come usare tutte le opportunità offerte dal catalogo delle biblioteche, anche attraverso la pagina personale.
Il modulo 2 “Media Library on line – a casa come in biblioteca” offre una panoramica della piattaforma web che permette di leggere quotidiani, vedere video, film, foto e documentari, ascoltare musicaeaudiolibri.
Il modulo 3 “Lettori digitali si diventa: e-book ed e-book reader” illustra le potenzialità della nuova modalità di lettura.
I corsi si svolgeranno fra il 12 e il 28 giugno 2012, con inizio alle 10, alle 14 e alle 17.30, e si prevedono 3 repliche del medesimo corso in orari differenti.
Requisiti essenziali per partecipare: essere iscritti ad una qualsiasi delle biblioteche ed avere una casella di posta elettronica.
Informazioni e iscrizioni: Portineria Palazzo S. Margherita (Corso Canalgrande 103) – Tel. 059.2032940.


 

Correva l’anno 1992…

biblioteca delfini,biblioteca di modena,stephen king,cose preziose,concorsi letterariUna capsula del tempo è un contenitore appositamente preparato per conservare oggetti o informazioni destinate ad essere ritrovate in un’epoca futura. La preparazione è molto semplice: si prende un barattolo o una scatola a tenuta stagna, si riempie di oggetti che raccontano dell’epoca di cui si intende lasciare memoria, come fotografie, registrazioni, monete, e si posiziona in modo da consentire il ritrovamento in un’epoca prestabilita e all’esterno possono essere apposte indicazioni sulla data di apertura.
A volte per l’apertura di queste capsule del tempo si organizzano delle vere e proprie cerimonie. Ma non sempre la capsula è preparata da qualche Ente o Università. Spesso sono persone “normali” che decidono di congelare un attimo della loro vita, per ricordare a distanza di anni chi erano.
E’ un po’ quello che chiedono di ricordare alla Biblioteca Delfini di Modena. Per il ventennale della biblioteca, oltre ad organizzare un concorso letterario e uno fotografico (di cui ho già parlato qui), fanno fare un tuffo nel passato a tutti i lettori.
“Correva l’anno 1992 e noi leggevamo…”, segue una lunga lista di libri editi nel 1992.
Si ha tempo per votare fino al 26 novembre 2012, e presso la biblioteca sono disponibili i testi segnalati.
Personalmente il mio 1992 è segnato dall’opera di Stephen King, in particolare quell’anno da “Cose Preziose”. E il vostro?

 

LIBRIAMOdena

buk,libri a modena,libriamo,biblioteca,biblioteca comunale,biblioteca di modenaSe questo fine settimana siete disperati perché non riuscirete ad essere al Salone di Torino, vi potete consolare con LIRIAMOdena, la manifestazione che trasforma Piazza Grande in una libreria a cielo aperto, arrivata quest’anno alla 13ma edizione.
Sabato 12 e Domenica 13 maggio, dalle otto del mattino fino alle nove di sera le piccole case editrici nate nel nostro territorio, affiancate da associazioni operanti nella provincia di Modena che, nell’ambito della propria attività culturale, producono libri, riviste e pubblicazioni in genere.
Oltre a poter girare liberamente fra le bancarelle sfogliando libri e conoscendo gli editori, si potranno incontrare gli autori attraverso le presentazioni dei loro libri, organizzate durante tutta la durata della manifestazione.
Per le edizioni Il Fiorino sabato alle 10.30, Piero Malagoli apre la manifestazione presentando il suo romanzo “1977”, i ricordi di un’estate di trent’anni fa nella quale una serie di eventi cambiano il corso della vita del protagonista e di un gruppo di amici.
Sempre per le edizioni Il Fiorino alle 11.20 Raffaello Pedrazzi presenta la sua “Breve storia della crisi economica”, alle 15.30 Ugo Beneventi parlerà del suo “Chiesa e popolo di Dio”, alle 16,20 arrivano le poesie di Elio Caterina.
Di diverso taglio le proposte di Damster Edizioni, che alle ore 18,00 presenta il volume “Voglio un racconto spericolato”: ventisei racconti liberamente ispirati alle canzoni di Vasco Rossi. Alle 18.50 si cambia genere, e si parla di racconti erotici insieme ad Alemar che presenta “I sensi di Guen”.
Alle 12 si svolgerà anche la premiazione del concorso letterario “Racconti Fuoriclasse”: l’Associazione editori Modenesi premia e pubblica in volume i racconti scritti e selezionati dai ragazzi delle scuole superiori “Cavazzi-Sorbelli” di Pavullo e “Fermo Corni”, “Carlo Sigonio” e “Adolfo Venturi” di Modena.
Le presentazioni di Domenica 13 le trovate sul sito dedicato alla manifestazione libriamodena.it
Buona lettura.

 

Concorso “Under 29”

poesia_festival_213x120.jpgNella settimana fra il 19 e il 25 settembre 2011 si terrà la settima edizione del Festival della Poesia organizzato dal’Unione Terre dei Castelli.
Se hai fra i 15 e i 29 anni puoi essere protagonista partecipando al concorso collegato alla manifestazione.
Sono ammesse al concorso poesie in lingua italiana a tema libero e inedite. Si concorre con un massimo di tre poesie di lunghezza non superiore ai 30 versi e la partecipazione è gratuita.
La premiazione avrà luogo nel mese di settembre, nella settimana del Poesia Festival, ma già dal 18 luglio saranno pubblicati sul sito del Poesia Festival i nomi dei vincitori del concorso.
Il concorso “Under 29” prevede due sezioni, divise per età: 1^ sezione raccoglie le poesie degli autori dai 15 ai 19 anni la 2^ sezione raccoglie le poesie degli autori dai 20 ai 29 anni
Per ogni sezione saranno assegnati tre premi: al primo classificato 500 euro, al secondo 300 e al terzo 150. E’ prevista inoltre una pubblicazione che raccoglie le prime dieci poesie classificate per ciascuna sezione.
I testi dovranno pervenire preferibilmente via e-mail o in alternativa con spedizione postale o consegna diretta entro e non oltre il 1 giugno 2011 ai seguenti indirizzi:
- Via e-mail: under29@poesiafestival.it citando in oggetto il titolo Under 29, allegando la poesia in formato testo Word o PDF. L’e-mail deve contenere anche i dati identificativi dell’autore e la dichiarazione di avere letto e di accettare il regolamento (come da scheda di partecipazione che si trova sul sito www.poesiafestival.it).

Spedizione postale o consegna manuale presso:
 Ufficio Poesia Festival – Concorso Under 29, Comune di Castelvetro di Modena, Piazza Roma n° 5, 41014 Castelvetro di Modena – Tel. 059-758836
2) Biblioteca di Castelnuovo Rangone: Via Matteotti, 2; Biblioteca di Castelvetro: Via Cavedoni, 14; Biblioteca di Marano sul Panaro: Via Roma; Biblioteca di Spilamberto: Via S. Maria, 12; Biblioteca di Vignola: Via San Francesco, 165; Informagiovani Meltin’ Pot di Vignola: Via Montanara, 680; Biblioteca di Maranello: Via Vittorio Veneto, 9.


Buk – Il festival della piccola editoria

Reading.jpgChe voi siate aspiranti scrittori o fervidi e appassionati lettori questo fine settimana è tutto dedicato a voi. Sabato 13 e Domenica 14 Marzo si conclude BUK – Il festival dell’editoria con un programma tutto da seguire (e che a volte fa venire voglia di avere il dono dell’ubiquità).
Ospite d’onore di questa terza edizione sarà il poeta John Giorno, che incontrerà il pubblico sabato 13 marzo per discutere di “Poesia scritta e poesia detta” e condurrà un atelier di poesia. Poeta statunitense di origini italiane, protagonista negli anni ’70 e ’80 della New York frequentata da Warhol, Haring e Burroughs, Giorno è una delle voci più innovative della poesia del ventesimo secolo.
Tra gli ospiti della manifestazione, anche lo scrittore spagnolo Sabas Martin (per la prima volta tradotto in Italia), la cantante Susanna Parigi, considerata la migliore interprete del cosiddetto “pop letterario”, la sceneggiatrice e scrittrice Rita Charbonnier, il cantautore Massimo Bubola, il giornalista di “Repubblica” Michele Smargiassi e lo statunitense Dirk Hamilton, che concludera’ con un concerto la kermesse letteraria.
Fra gli editori presenti alla manifestazione volevo segnalare una piccola casa editrice di Modena, la Damster Edizioni che, per chi apprezza la letteratura erotica, sabato 12 Marzo alle 18.30 presso la sala Montanelli del Foro Boario annuncerà il vincitore del concorso Oxè Awards. Mentre Domenica 14 sempre nella stessa sala presenterà il libro “Penne alla Bolognese”: Cosa succede se un gruppo di scrittori bolognese decide di mettersi alla prova e raccogliere il proprio materiale per realizzare un libro? Cosa succede in un locale del centro storico risalente al 1600, permeato di storia,  cultura e leggende? Cosa succede se  questo ambiente conviviale, attraversato dai profumi di cibo e di vino, ospita questo gruppo di scrittori? Cosa succede? L’inevitabile. Questo luogo diventa il fil rouge che collega tutti i materiali elaborati dagli scrittori e fa da sfondo a questa esperienza letteraria originale e innovativa.the-reader-nudity.jpg
Per una come me che ama scrivere capita spesso di “inciampare” in rete in editori che promuovono concorsi letterari alla ricerca di nuovi scrittori. E questo in particolare mi è piaciuto per il filo diretto che instaura con gli scrittori (o aspiranti tali) che gli inviano il materiale, rispondendo direttamente sul sito e pubblicando lo stato dei lavori in corso, e soprattutto non chiede contributi economici, come invece mi è accaduto spesso con altri “editori”.
Chiudo con una piccola curiosità. L’evento si chiama BUK dal suono della parola libro in inglese, in versione italianizzata.