Quando la banda passò…

bande musicali,fanfara,concerti in piazza grande,bande militari,accademia militare,stadio braglia,marching band,drill show[…] Così come l’opera, che è spettacolo in cui l’azione teatrale si realizza attraverso il canto e la musica, agiva nelle grandi città, le bande hanno come territorio di azione i piccoli centri e ripropongono in essi le famosissime arie d’opera lì dove non esisteva un circuito di teatri e di eventi musicali […] la banda proprio per questo suo carattere antielitario e popolare, è stato il tramite, è stata la protagonista nell’opera di educazione e divulgazione musicale in quelle fasce di popolazione che non venivano raggiunte dai grandi circuiti […] (fonte)

Ha preso l’avvio ieri giovedì 12 luglio il tradizionale Festival delle Bande Militari, arrivato alla ventesima edizione consecutiva. Il Festival è stato ripensato in un’edizione speciale per poter dedicare parte del budget della manifestazione e l’intero ricavato dei biglietti a un progetto di solidarietà rivolto alle popolazioni colpite dal sisma. Fra le principali novità si segnala la presenza di un solo spettacolo a pagamento, con tutte le bande, che si terrà allo Stadio “A. Braglia”, anziché in Piazza Roma come di consueto.
In virtù della collaborazione con i comuni colpiti dal sisma, la rassegna ospiterà inoltre in questa edizione due bande in rappresentanza del Festival internazionale “Quando la banda passò…”, tradizionalmente promosso presso il comune di S. Felice Sul Panaro e quest’anno cancellato in seguito al terremoto: la Mosson Drum&Bugle Corps (Vicenza) e la Besana Secutores Drum&Bugle Corps (Monza), fra le maggiori marching band italiane.
Una Marching band è un particolare tipo di formazione musicale di stampo bandistico, che trova origine nel panorama musicale americano delle High School e delle Università americane. Il loro spettacolo prende il nome di drill-show, uno spettacolo ad alto impatto coreografico dove musica, coreografie in movimento e particolari effetti scenici si uniscono con un risultato ad alto impatto emozionale.

info: www.roncagliasband.org e www.marchingfest.com
Prevendita biglietti su: www.modenafestivalbande.it

 

Festival Internazionale delle Bande Militari

bande musicali, fanfara, concerti in piazza grande, bande militari, accademia militare […] Così come l’opera, che è spettacolo in cui l’azione teatrale si realizza attraverso il canto e la musica, agiva nelle grandi città, le bande hanno come territorio di azione i piccoli centri e ripropongono in essi le famosissime arie d’opera lì dove non esisteva un circuito di teatri e di eventi musicali […] la banda proprio per questo suo carattere antielitario e popolare, è stato il tramite, è stata la protagonista nell’opera di educazione e divulgazione musicale in quelle fasce di popolazione che non venivano raggiunte dai grandi circuiti […] (fonte)
Martedì 5 luglio ritorna il Festival Internazionale delle Bande, con il loro repertorio di musica e di spettacolo.
Si inizia alle 21 a Spilamberto con il concerto di una delle due Bande delle Forze Armate Italiane. Si prosegue mercoledì 6 luglio alle 18 in centro storico a Modena con la parata delle Bande delle Forze Armate italiane da Piazza Roma a Piazza XX Settembre e successivamente alle 21 con un concerto al Parco D’Avia. Alla stessa ora a Sassuolo si esibisce la Conscript Band of the Finnish Defence Forces. Giovedì 7 luglio alle 18 nel centro storico di Modena è in programma la parata delle due bande britanniche, successivamente alle 21 è previsto lo spettacolo inaugurale del Festival in piazza Roma, da dove parte poi la parata notturna delle bande con destinazione piazza Grande. Alle 23.30 alcune formazioni si esibiscono nei concerti di mezzanotte, in Largo San Giorgio (Banda dei Granatieri), Piazza Grande (Forze Armate Italiane) e ai Giardini Ducali (Finnish defence Forces). Venerdì 8 luglio alle 18 nel centro storico di Modena si tiene la parata della Mehter Band da Piazza Roma a Piazza Matteotti, alle 21 presso il Cortile d’Onore del Palazzo Ducale c’è il Concerto di gala, e alle 23.30 sono in calendario altri concerti di Mezzanotte in Largo San Giorgio (Guardie scozzesi), Piazza Grande (Forze Armate Italiane) e Chiostro del Palazzo Santa Margherita (Mehter Band). Sabato 9 luglio alle 17.30 tutte le bande vanno in parata in un percorso da Piazza Roma fino a piazza Grande, e poi si esibiscono alle 21 di nuovo in piazza Roma nello spettacolo di chiusura del Festival. (Gli eventi sono gratuiti, ad eccezione degli spettacoli in Piazza Roma di giovedì 7 e sabato 9 luglio alle ore 21)

Festival Internazionale delle Bande

festivaldellebandemusicali.jpgL’anno scorso non gli avevo dato la giusta importanza, semplicemente perché è un genere di musica che non mi piace, ma è solo un giudizio superficiale e senza fondamento.
E’ iniziato ieri 6 luglio alle 21 presso il parco d’Avia di Modena con il concerto della Banda territoriale della Marina di Göteborg. In contemporanea a Spilamberto si è esibita la Banda dei Marines Reali di Sua Maestà. Arrivano dall’Italia, dalla Gran Bretagna, dalla Romania, dagli Stati Uniti e dalla Svezia le orchestre militari che fino al 10 luglio partecipano a Modena al Festival Internazionale delle Bande Militari, unico nel suo genere in Italia, giunto quest’anno alla 19° edizione. Spulciando nella rete adesso so che già nell’antichità esistevano complessi di strumenti a fiato. I Romani li usavano per manifestazioni religiose, militari e civili. Nel Medioevo si formano i primi gruppi musicali simili alla banda, tra i quali il complesso che accompagnava il Carroccio. L’origine della banda, così come è intesa oggi, però, risale al XIV, quando un numero ridotto di suonatori prestava servizio presso le Corti e le Signorie, con compiti artistici e di parata.festival_bande_militari.jpg
Stasera mercoledì 7 luglio alle 18 in centro storico a Modena il Festival prosegue con la parata della Banda dell’Università di Washington, che si esibisce poi anche la sera alle 21 a Mirandola. Alla stessa ora serale a Sassuolo è invece il turno della Banda Centrale della Marina italiana. Giovedì 8 luglio alle 18 nel centro storico di Modena è in programma la parata della Banda dei Marines Reali di Sua Maestà, successivamente alle 21 è previsto lo spettacolo inaugurale del Festival in piazza Roma, da dove parte poi la parata notturna delle bande con destinazione piazza Grande. Alle 23.30 in Largo San Giorgio, Piazza XX Settembre e nel Chiostro del Palazzo Santa Margherita le formazioni si esibiscono nei concerti di mezzanotte. Venerdì 9 luglio alle 18 nel centro storico di Modena si tiene la parata della Banda militare delle Forze Armate della Romania, alle 21 presso il Cortile d’Onore del Palazzo Ducale c’è il Concerto di gala, e alle 23.30 sono in calendario altri concerti di Mezzanotte in Largo San Giorgio, Piazza XX Settembre e Giardini Ducali. Sabato 10 luglio alle 17.30 tutte le bande vanno in parata in un percorso da Piazza Roma fino a piazza Grande, e poi si esibiscono alle 21 di nuovo in piazza Roma nello spettacolo di chiusura del Festival.
Gli eventi sono gratuiti, ad eccezione degli spettacoli in Piazza Roma di giovedì 8 e sabato 10 alle 21: il biglietto per i posti in tribuna costa 10 euro (7 per i possessori di Carta Insieme Conad, Carta Socio Coop, Assicurati Unipol), 5 euro per gruppi di almeno 10 persone. I ragazzi fino ai 15 anni e gli anziani oltre i 65 spendono un solo euro.

altro week-end, altra musica, stesso divertimento

tarocchi.jpgQuesto fine settimana rimarrò in città. E’ iniziato un periodo lavorativo che ha delle forti somiglianze con la schiavitù, nonostante sia stata abolita intorno al 1815 è evidentemente ancora praticata senza riserve in molti luoghi.
Quindi niente shopping, niente passeggiate all’aria aperta, niente mare, niente piscina. Solo lavoro, lavoro, lavoro.
Ma almeno la sera la catena la aprono e questo week-end c’è solo l’imbarazzo della scelta per le cose da fare, da vedere e tutte (a mio avviso) meravigliose. Perchè va bene uscire con gli amici, gli stessi di sempre, e andare a mangiare una pizza, e poi buttarsi in qualche locale con la musica a palla bevendo e dimenandosi fino all’alba, fortunatamente Modena offre metodi alternativi per passare una serata piacevole senza spendere nulla (o quasi).
Della presenza di Pupi Avati vi ho già avvisato, ma se avete voglia di qualcosa di più esotico dalle 20.30 di sabato 4 luglio al Parco Ferrari potrete assistere ad un concerto di musica gospel. E’ la seconda edizione, ne deduco che la prima sia andata benissimo tanto da decidere di replicare l’esperienza.
Per i più fortunati, quelli che hanno il sabato libero per intenderci, in tutte (o quasi) le piazze della città e per le strade del centro storico potrete imbattervi nei gruppi strumentali delle scuole di musica. Dalle 17.30 se passerete in Largo San Biagio, Piazza Mazzini, Largo San Giorgio, Piazzetta Sant’Eufemia, Piazza Matteotti, Chiostro di Santa Margherita, Piazza Torre tanti concerti sparsi che si concluderanno nel cortile d’onore del Palazzo Ducale dalle 21 con lo spettacolo esclusivo “Non al denaro, non all’amore, nè al cielo” di Fabrizio de Andrè con la partecipazione di David Riondino.
Domenica 5 luglio mi piacerebbe andare al parco di Villa Sorra e fra una lettura di carte e un tuffo nel Romanticismo dimenticare l’ufficio, la routine e il lavoro. E se avete dei bimbi sono sicura che lo spettacolo dei burattini saprà fargli dimenticare per un po’ la play station.
Io le idee per passare il fine settimana le lascio qui, voi passate a raccontarmi come lo avete passato e se le iniziative vi sono piaciute.