Il prossimo fine settimana passatelo in montagna

escursioni,itinerando emilia romagna,bicicletta,concorso fotografico,concorso a premi,notti di inizio estateContinuo a segnalare gli appuntamenti di Itinerando Emilia Romagna, un’alternativa al mare, e al traffico per arrivarci, e soprattutto un’alternativa low-cost per chi preferisce la montagna al mare.j
Per Sabato 28 luglio sono previsti ben 4 appuntamenti in provincia di Modena, qualcuno anche dedicato ai più piccini.
A Zocca è in programma “Una passeggiata all’interno del Bosco Magico”, un’iniziativa rivolta ai bambini da 3 a 7 , che piacerà anche agli adulti. Appuntamento al Parco Esploraria di Lame di Zocca, dove attraverso una passeggiata ricca di colpi di scena, si entrerà nel fantastico mondo degli Gnomi, accompagnati dal Signore dei Boschi, Mangiafuoco e tanti altri curiosi personaggi.
Al Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina a Montecorone, Zocca (MO), si potrà assistere allo spettacolo Con le ali ai piedi. Il palcoscenico: il Sasso di Sant’Andrea, la scenografia: un mare di stelle. Una lezione di yoga in uno scenario inusuale.
Per chi invece alla meditazione preferisce una buona passeggiata troverà interessante Matilde e la Bibulca al calar del sole. Una volta l’anno in Appennino ecco l’appuntamento con il Medioevo, che rivive nelle strade di Frassinoro i suoi antichi splendori. Il facile percorso notturno vi porterà nel passato, sulle antiche rotte dei pellegrini. Sulla Via Bibulca, tra fruscii e ombre, si ascolteranno storie piena di sanguinose battaglie, nobili principesse e coraggiosi guerrieri, la Contessa Matilde di Canossa e le sue avventure nelle Terre della Badia. Alla fine della camminata , illuminati dalle fiaccole nel bosco, si assaporerà il Medioevo anche a tavola.
A Pievepelago si insegneranno semplici tecniche di sopravvivenza con il laboratorio Surviving 2012, 2° lezione: il trekking. Si potrà imparare ad accendere un fuoco, costruire un riparo, ottenere acqua potabile, orientarsi….e naturalmente cucinare un paio di salsicce davanti ad un falò!
Tutti gli appuntamenti sono a prenotazione obbligatoria, quindi fate un salto alla pagina www.itinerandoemiliaromagna.it, scegliete l’escursione più adatta a voi e … buon divertimento. Senza dimenticare che alle passeggiate in Appennino, è stato associato anche un concorso a premi per le foto e i filmati più belli, riservato ai partecipanti ad almeno una delle escursioni. Tutte le info le trovate cliccando qui.

 

Altro da cose

filosofia, festival della filosofia, menù filosofici, cose, L’anticipazione del tema del Festival della Filosofia che si terrà a Modena il 14, 15 e 16 settembre di quest’anno è “Cose”.
Si tratta di un concetto importante della tradizione filosofica e di una questione calda dell’esperienza contemporanea – sottolineano i membri del Comitato Scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia – Cose è un termine critico, che consente di riflettere sugli oggetti che ci circondano, sulla loro dimensione quotidiana, ma anche sui modi in cui essi vengono prodotti. Il prossimo festival porterà quindi a considerare l’attività umana nelle sue diverse forme produttive: da quella lavorativa a quella artistica”.
Come traccia è un po’ vaga, e per ora non ho trovato altro da raccontare sul tema, ma per chi volesse far parte della manifestazione l’artista Claudia Losi ha lanciato un invito ai cittadini modenesi e al pubblico del Festival:  porta una COSA di cui ti vuoi privare e raccontaci il tuo legame con essa. L’ingombro massimo è quello che puoi tenere in mano o sottobraccio.
L’idea è di raccogliere oggetti, COSE legate al vissuto di una persona e ritenuta significativa per i ricordi che evoca e l’affetto provato nei suoi confronti.
Gli oggetti si consegnano negli uffici dei Musei Civici di Modena (Palazzo dei Musei, viale Vittorio Veneto 5) fino al 10 agosto da martedì a venerdì dalle 9 alle 12 e dall’11 agosto fino al 16 settembre anche tutti i sabati e le domeniche ore 10-13 e 16-19, presso il punto di raccolta allestito presso i Musei Civici.
Al momento della consegna sarà registrata la storia dell’oggetto, che verrà raccontata durante il festival quando l’artista, insieme con i suoi collaboratori, chiuderà questi oggetti in un bozzolo di filato. L’oggetto vivrà per sempre, trasformandosi in un’opera d’arte immortale.
Personalmente faccio fatica a liberarmi di oggetti che ritengo importanti, cosa che avevo raccontato anche nel mio post “mettendo a posto i ricordi”. Non mi libererei mai di COSE a cui sono legata da un ricordo o un affetto. Nemmeno l’idea che possa diventare un’opera d’arte mi convince, ma per chi vuole diventare protagonista del Festival, almeno attraverso le sue COSE, non resta che scegliere la COSA giusta.

 

Via dall’afa della città

escursioni,itinerando emilia romagna,bicicletta,concorso fotografico,concorso a premi,notti di inizio estatePer sfuggire al caldo soffocante della città ci sono svariate alternative, e alcune sono davvero low-cost e a portata di mano. Itinerando Emilia Romagna ha ben 4 appuntamenti per sabato 7 luglio programmati in provincia di Modena, sia a piedi che in bicicletta.
Uno degli appuntamenti è a Zocca per “La Runeda: grande escursione in mountain bike e non solo”. Appuntamento alle 9.00 all’interno del Parco Esploraria a Lame di Zocca. I percorsi saranno tre, da 4, 12 e 25 chilometri, per pedalare in questo angolo di Appennino sui sentieri all’interno del Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina, senza l’assillo della competizione, dove la parola d’ordine sarà libertà: libertà di guardare, libertà di respirare e …di mangiare. Lungo i percorsi  sono previsti ristori di prodotti tipici. Saranno organizzate anche attività parallele per i bambini per rendere questa giornata anche per loro, indimenticabile: una gara di bike, una caccia al tesoro e tante altre attività. A sera cena e musica tutti attorno al fuoco.
Alla riserva Naturale Orientata di Sassoguidano Pavullo, in provincia di Modena, sempre sabato 7 luglio l’escursione ha un sapore più folkloristico. Si parte alle ore 18 dalla Chiesa di Verica e, ricalcando le orme dei pellegrini di un tempo, si seguiranno gli antichi percorsi che dall’importante Pieve di Verica conducevano alla Chiesa di Sassoguidano, e da lì oltre gli Appennini. Lungo il percorso incontri insoliti ed inaspettati inviteranno i viandanti a sostare per condividere sensazioni, suoni e suggestioni.
A Fiumalbo l’appuntamento è alle 21per una escursione notturna tra capanne celtiche ed antichi sentieri, con un vista mozzafiato sul Cimone illuminato dalla luna piena, e al ritorno, dopo la passeggiata al chiaro di luna, salsicce alla brace e vino per tutti i partecipanti.
“Sulle ali della notte” è il tema dell’escursione che si terrà al parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, dove sotto un tetto di stelle lucenti si andrà alla ricerca delle mille voci della notte. Sarà l’occasione per imparare a riconoscere i richiami e i voli che animano il buio dei sentieri del Parco.
Tutti gli appuntamenti sono a prenotazione obbligatoria, quindi fate un salto alla pagina www.itinerandoemiliaromagna.it, scegliete l’escursione più adatta a voi e … buon divertimento. Senza dimenticare che alle passeggiate e alle biciclettate in Appennino, è stato associato anche un concorso a premi per le foto e i filmati più belli, riservato ai partecipanti ad almeno una delle escursioni. Tutte le info le trovate qui.


 

Un click per la Delfini

biblioteca delfini,concorso di fotografia,concorso letterario,concorso di arte graficaAttraverso le pagine di questo blog racconto cosa succede a Modena, racconto di Modena, ma racconto anche di me. Avevo appuntato una data: il 20 giugno. Ultimo giorno utile per poter partecipare al concorso letterario “Se ti dico Delfini…” per racconti brevi ispirati o ambientati alla Biblioteca Delfini. Volevo partecipare, ho iniziato a scrivere nel web perché mi piace scrivere, e invece fra l’impegno di “TerreMOti racconto” e una buona dose di pigrizia [ma potrei aggiungere anche il mio lavoro, ma poi fa troppo melò] la data segnata sul calendario è diventato un inutile cerchio rosso.
Ma se siete fotografi, o aspiranti tali, il concorso per festeggiare i venti anni della Delfini per voi si chiude il 28 luglio.
“Un clic per la Delfini” è il concorso fotografico il cui obiettivo è quello di selezionare 5 fotografie che saranno utilizzate per la produzione e diffusione di 5 cartoline celebrative.
Le immagini, inedite, a colori o in bianco/nero, possono essere sia in formato orizzontale che verticale, ma sempre con lati in proporzione 2×3. Possono essere realizzate con qualsiasi dispositivo fotografico, purché dotate di un’alta risoluzione. Ogni partecipante, o gruppo di partecipanti, potrà partecipare con al massimo 5 foto, che dovrà inviare entro il 28 luglio 2012 in formato elettronico all’indirizzo giuseppe.marano@comune.modena.it oppure recapitate su cd a mano o per posta direttamente in alla Biblioteca Delfini, in corso Canalgrande 103.
Le foto vincitrici del concorso saranno utilizzate per realizzare 5 cartoline formato 10×15, a colori o in bianco/nero, per la celebrazione del ventesimo anniversario, oltre a realizzare un un e-book scaricabile direttamente dal sito delle biblioteche.
Non fate come me: segnate la data e partecipate.

 

Chiuso ad arte

john fekner,street art,graffiti,concorso di arte graficaJohn Fekner ha definito l’arte di strada come “tutta l’arte sulla strada che non è graffiti”.
La street art è la cultura urbana moderna, e da quando i disegni [chiamiamoli così] hanno smesso di essere considerati atti di semplice vandalismo, ma sono stati considerati un linguaggio dell’arte, hanno trasformato alcune aree cittadine in un museo a cielo aperto.
Nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana del centro storico di Modena, gli Assessorati alle Politiche Economiche, al Centro storico e alla Cultura del Comune di Modena, lanciano il concorso “Chiuso ad Arte”. Si cercano progetti per realizzare opere d’arte sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari degli esercizi commerciali coinvolti nell’iniziativa.
La prima edizione di Chiuso ad Arte si snoderà nell’area che comprende via Carteria, via Sant’Eufemia e via Malatesta, a sud-ovest del centro storico e la sua realizzazione è prevista per il 13 e 14 settembre 2012, in concomitanza con il Festival della Filosofia. Le opere di pittura verranno realizzate dagli artisti selezionati, in una due giorni di work in progress, sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari. Un’apposita commissione, costituita da operatori ed esperti del settore, avrà il compito di individuare, tra gli elaborati presentati dai candidati, un numero di progetti corrispondente alle saracinesche individuate, in base alla qualità, l’originalità e i contenuti consoni alla loro collocazione nel centro storico.
L’inaugurazione di Chiuso ad Arte avrà luogo, al termine dei due giorni di lavoro degli artisti, lungo tutto il percorso delle opere. Per l’occasione sarà realizzato un pieghevole contenente le riproduzioni dei progetti selezionati, le biografie degli artisti e la mappa delle opere. Il catalogo digitale sarà elaborato successivamente, dopo aver effettuato la documentazione fotografica delle opere realizzate e sarà pubblicato sui siti degli enti promotori. Si ha tenpo fino al 16 luglio per partecipare alla selezione.
E non confondete gli artisti di street art con i vandali.


 

Se ti dico Delfini…

Biblioteca4.jpgNel ventennale dell’intitolazione della biblioteca ad Antonio Delfini, poeta e giornalista modenese, sono state organizzate una serie di iniziative che non hanno solo lo scopo di festeggiare, ma anche di coinvolgere i frequentatori, e non, della biblioteca.
Si è concluso con la vittoria della modenese Victoria Righi il concorso grafico per la progettazione del logo celebrativo, che sarà utilizzato per tutta la durata della manifestazione (e di cui avevo parlato qui).
Ma adesso sono chiamati a mettersi in gioco scrittori e fotografi, che potranno evocare la Biblioteca modenese attraverso le parole e le immagini.
“Se ti dico Delfini…” è il concorso letterario per racconti brevi ispirati o ambientati alla Delfini. Una giuria presieduta dallo scrittore modenese Ugo Cornia selezionerà i testi che verranno pubblicati nel volume e, più numerosi, in un e-book con lo stesso titolo.
I racconti devono essere in lingua italiana, al massimo di 6 cartelle (10.800 caratteri complessivamente), e dovranno essere inviati entro il 20 giugno 2012 all’indirizzo di posta elettronica biblioteche@comune.modena.it. Sul sito www.comune.mo.it/bilbioteche si trova il regolamento completo e la scheda di partecipazione.
“Un clic per la Delfini” è invece il concorso fotografico. Obiettivo è quello di selezionare 5 fotografie che saranno utilizzate per la produzione e diffusione di 5 cartoline celebrative.
Le immagini, inedite, a colori o in bianco/nero, possono essere sia in formato orizzontale che verticale, ma sempre con lati in proporzione 2×3. Possono essere realizzate con qualsiasi dispositivo fotografico, purché dotate di un’alta risoluzione. Ogni partecipante, o gruppo di partecipanti, potrà partecipare con al massimo 5 foto, che dovrà inviare entro il 28 luglio 2012 in formato elettronico all’indirizzo giuseppe.marano@comune.modena.it oppure recapitate su cd a mano o per posta direttamente in alla Biblioteca Delfini, in corso Canalgrande 103.
Le foto vincitrici del concorso saranno utilizzate per realizzare 5 cartoline formato 10×15, a colori o in bianco/nero, per la celebrazione del ventesimo anniversario, oltre a realizzare un un e-book scaricabile direttamente dal sito delle biblioteche.
Un’occasione per i modenesi di dimostrare il loro amore per questa città, oppure per farsela raccontare da chi questa città la vive, o l’ha vissuta, da emigrante.

 

Itinerando Emilia Romagna si trasforma in un concorso a premi

2667727983.jpgLa settimana scorsa vi avevo parlato di Itinerando 2012, un progetto ventennale di attività all’aria aperta della Società Cooperativa Promappennino. “Itinerando Emilia Romagna” fino a marzo 2013 prevede quasi 200 escursioni alla scoperta del territorio dell’Appenino modenese. Al link Itinerando Emilia Romagna potete trovare il post con tutte le iniziative del mese di Aprile 2012.
Alle passeggiate e alle biciclettate in Appennino, è stato associato anche un concorso a premi per le foto e i filmati più belli, riservato ai partecipanti ad almeno una delle escursioni.
Il materiale fotografico e video dovrà essere inviato via mail a: info@promappennino.it assieme all’informativa per il consenso del partecipante al trattamento dei suoi dati personali da parte del Soggetto Promotore. I dati anagrafici rilasciati all’atto della partecipazione saranno trattati a norma del D.Lgs 196/2003.
I partecipanti dovranno inviare un massimo di tre foto ad iniziativa. Ciascuna foto dovrà essere in formato JPG, con dimensioni minime di un (1) megabyte e massime di quattro (4) megabyte, che siano rappresentative del territorio in cui si è svolta l’iniziativa cui si è partecipato. In caso di invio di materiale video, i partecipanti dovranno inviare un filmato che sia rappresentativo del territorio in cui si è svolta l’iniziativa cui si è partecipato.
In palio ci sono dei weekend da trascorrere in B&B, per poter tornare in Appennino e passare dell’altro tempo a contatto con la natura.

Premio Pinguino d’oro 2012

pinguinod'oro.jpgDue concorsi per giovani videomaker che verranno premiati con il Pinguino d’Oro [edizione 2012].
La sezione 120” è a tema libero. Per la realizzazione del micrometraggio dovrà essere utilizzato software Open Source, rilasciati sotto licenza Creative Commons, anche per l’eventuale commento musicale. I due minuti si intendono comprensivi di titoli di testa e di coda.
Per la sezione 300” invece si deve realizzare un videoclip a tema “La sicurezza negli ambienti di lavoro”. Anche in questo caso nei 5 minuti devono essere compresi i titoli di testa e quelli di coda, ma per permettere una più ampia partecipazione è possibile utilizzare qualsiasi tipo di software. In questo caso le sezioni in concorso sono due: una aperta a tutti e una riservata alle scuole.
Per tutti coloro che intendono partecipare al concorso “Ciak si…curo!” si terrano anche quattro incontri di formazione sulle tecniche di produzione video e sulle tematiche degli infortuni sul lavoro.
Gli incontri si dividono fra testimonianze di lavoratori e aziende sul tema degli infortuni sul lavoro, e tecniche di regia e ripresa, formati video, audio e codec di compressione e post produzione (video, audio e titoli).
Il primo si è tenuto il 30 marzo, gli altri il 20 aprile, l’11 maggio e il 1 giugno, tutti alle 15 presso la Sala Civica in via M.Curie 22/A.
A Modena non la smettiamo di cercare talenti e dargli l’opportunità di uscire allo scoperto.

Localmente mosso

localmentemosso.jpgTi piace scrivere, recitare, raccontare le cose attraverso un video, suonare? Abiti a Campogalliano, Carpi, Novi di Modena o Soliera? Hai fra i 15 e i 30 anni? Allora questo post è per te.
Il 10 marzo si sono aperte le iscrizioni a “Localmente mosso”, un’iniziativa di Giovani Scrittori realizzato nell’ambito della Creatività Giovanile, promosso e sostenuto dal Dipartimento della gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’ANCI, l’Associazione nazionale Comuni Italiani.
Attraverso laboratori e workshop tenuti da Davide Bregola (docente di scrittura creativa), Matteo Calore (formatore di video partecipativo, operatore e direttore della fotografia), Marco Bertarini (narratore) e Emidio Clementi (padre dell’undreground musicale italiano) l’obiettivo è quello di comporre un libro collettivo che verrà presentato nell’ambito della Festa del Racconto 2012.
Il tema da sviluppare è quello dei luoghi vissuti, immaginati, sognati e delle storie che li abitano. Per raccontarli si useranno video, telecamere digitali o quella dei cellulari, strumenti musicali, fotografie e scritture tradizionali.
Per partecipare, oltre ai requisiti che ho scritto all’inizio, presso ogni Comune a partire dal 10 marzo verranno raccolte le iscrizioni per un minimo di 10 e un massimo di 30 persone. In ogni Comune si darà la priorità a 15 residenti, ma se non si è residenti si può provare lo stesso.
Questo il programma completo diviso per sede:

Campogalliano – Biblioteca comunale
Sabato 24 marzo ore 15- 18 Laboratorio di scrittura con Davide Bregola
Domenica 29 aprile ore 10-13 ; 15-18 Workshop sul linguaggio teatrale con Marco Bertarini
Sabato 26 maggio ore 15-18 Laboratorio conclusivo con Davide Bregola

Carpi – Biblioteca multimediale “Arturo Loria”
Sabato 31 marzo ore 15-18 Laboratorio di scrittura con Davide Bregola
Domenica 6 maggio ore 10-13 ; 15-18 Workshop sul linguaggio cinematografico con Matteo Calore
Domenica 27 maggio ore 15-18 Laboratorio conclusivo con Davide Bregola

Soliera – Biblioteca comunale
Sabato 14 aprile ore 15-18 Laboratorio di scrittura con Davide Bregola
Domenica 13 maggio ore 10-13 ; 15-18 Workshop sul linguaggio musicale con Emidio Clementi
Domenica 3 giugno ore 15-18 Laboratorio conclusivo con Davide Bregola

Novi – Biblioteca comunale
Sabato 21 aprile ore 15-18 Laboratorio di scrittura con Davide Bregola
Domenica 20 maggio ore 10-13 ; 15-18 Workshop sul linguaggio musicale con Emidio Clementi
Sabato 9 giugno ore 15-18 Laboratorio conclusivo con Davide Bregola

Fine settimana fra piccola editoria e eccellenze italiane

fiera del libro,festival dell'editoria,concorsi letterari,foro boario,parco novi sad,modena fiere,artigianato italiano,cose fatte a manoLo so che il sole di questi ultimi giorni fa sembrare ormai lontano, e quasi un brutto sogno, i giorni di neve, ma soprattutto ghiaccio, che abbiamo vissuto all’inizio di Febbraio.
Causa neve il BUK, il festival della piccola editoria, è stato spostato a questo fine settimana. Il 3 e 4 Marzo al Foro Boario di Modena (via Bono da Nonantola), apre finalmente le porte “Buk, il festival della piccola e media editoria”, giunto quest’anno alla quinta edizione e organizzato da Progettarte con la collaborazione del Comune e il sostegno della Fondazione cassa di risparmio di Modena. Quest’anno in esposizione oltre 100 case editrici che arrivano da tutta Italia (una anche dalla Germania) per presentare la loro offerta culturale.
L’ingresso a Buk sarà gratuito, ad orario continuato dalle 9.30 alle 19.30, e oltre a ospiti di primo piano, prevede decine di iniziative collaterali, oltre 60 e tutte gratuite, tra conferenze e dibattiti sui grandi temi dell’attualità, reading e atelier letterari creativi, incontri con autori e personalità della cultura, piccoli eventi musicali e spettacoli dal vivo.
Il primo giorno l’inaugurazione si terrà alle 10 nella sala Grazia Deledda a cui seguirà il seminario “Cinguettii e Rumori, la verità viaggia su Internet?”, che cercherà di indagare la pertinenza e l’autorevolezza delle fonti nel web. Ormai tutte le nostre domande e gran parte delle informazioni ci arrivano attraverso Internet, e sembra che “se lo dice internet” è sicuramente corretto. Ma come orientarsi in questo “mare” di dati e notizie? Collegato a questo tema, alle 14.30 alla Sala Carducci ci sarà la premiazione del concorso organizzato dal Net-Garage di Modena “Parole digitali”. “L’ho letto su Wikipedia! Una volta era la TV a dirci come stavano le cose, ora è Internet a fornirci tutte le risposte. Ma davvero la Grande Rete non mente mai?”, questo il titolo del concorso, da svolgere in soli 140 caratteri.
Per conoscere tutte le iniziative nel dettaglio www.bukmodena.it

Ma questo è anche il fine settimana dedicato all’Artigianato italiano. Già venerdì 2 marzo a ModenaFiera (via Virgilio) torna “Artigiana Italiana”, il Salone della qualità artigiana Made in Italy, una grande mostra mercato in cui scoprire e acquistare l’eccellenza artigianale. Dai mobili agli oggetti, dagli abiti agli accessori, Artigiana Italiana è la mostra mercato dedicata al “fatto a mano” e del “saper fare”.fiera del libro,festival dell'editoria,concorsi letterari,foro boario,parco novi sad,modena fiere,artigianato italiano,cose fatte a mano
Ai padiglioni dedicati alla fiera si potrà trovare l’area “ArtigianaDesign” dedicata all’arredamento di interni, InGiardino per l’arredamento di esterni, e “L’Anima e la Gola”, lo spazio gestito dal Consorzio Modena a Tavola in collaborazione con i Consorzi dei Prodotti Tipici che propone ai visitatori di Artigiana Italiana degustazioni guidate e presentazioni di ricette a partire da ingredienti preziosi, come l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto e il Lambrusco, e con la collaborazione dei migliori chef del territorio.
Ospite di Artigiana Italiana è anche la mostra “150 MANI | Collezione ITALIANA – Centocinquant’anni di Saper Fare”, un’iniziativa di Confartigianato Imprese e CNA che, con il supporto di Unioncamere e della Camera di Commercio di Torino, in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia, ha selezionato i migliori elaborati di artigiani, artisti e designer, e le migliori arti del saper fare italiano.
Venerdì sarà aperta dalle 15 alle 23, mentre sabato e domenica orario continuato 10-20. Sul sito maggiori informazioni e il coupon per l’ingresso a prezzo ridotto.
Io ho già scelto dove passare il mio fine settimana, e tu?