Fine settimana fra mercatini e concerti di Natale.

CalendarioNatale.jpgPronti a sfidare le temperature glaciali che negli ultimi giorni hanno regalato alla nostra città l’aspetto di una città del Nord Europa?

Questo fine settimana è assolutamente vietato restarsene chiusi in casa. E anche se c’è la neve, moonboot ai piedi e passeggiata in centro, che di cose da fare e da vedere c’è n’è davvero tante.

Dell’appuntamento di domenica 16 dicembre con i festeggiamenti del ventennale della biblioteca Delfini ne avevo già parlato qualche giorno fa, in questo post.

Dalle 14.30 all’interno della manifestazione Vent’anni sotto l’albero oltre agli appuntamenti già segnalati, sarà allestita una bancarella per comprare libri a prezzi d’occasione, e dalle 15.30 per i collezionisti saranno disponibili cartoline e annullo filatelico realizzate per il ventennale della biblioteca.

Animazione, mercatini e tanta musica sono gli ingredienti del fine settimana in centro storico all’insegna di Aspettando il Natale, il calendario di iniziative promosso dalla Circoscrizione 1, in collaborazione con diverse associazioni locali. Nel programma del week end anche tre giorni di animazione in piazzale Redecocca, dove venerdì 14 dicembre, sabato 15 e domenica 16 dalle 10 alle 20 arriva “Insieme… è Natale”, a cura di Centro per Centro Modena, con musica live, mercatini, degustazioni, mostre e una raccolta fondi per il Campo Ardy di Rovereto. Venerdì alle 16 arriveranno anche “Le Nataline” Monica Melli, Sara Nasi e Linda Ronzoni. Sabato la stessa associazione propone alle 15 anche il “Piano bar natalizio”, mentre domenica pomeriggio, nel bel mezzo della festa, arriverà Babbo Natale per distribuire piccoli doni e, a seguire si esibirà la Stormwind Rock Band in concerto. palline-terremoto.jpg

Risuonano di note di Natale anche le chiese e i teatri del centro storico. Sabato 15 dicembre alle 16, nella Chiesa di San Francesco (via San Francesco) il Coro Folk San Lazzaro propone il secondo concerto della rassegna corale “Note di Natale in centro storico” che vedrà esibirsi oltre al coro di San Lazzaro, la Corale San Giovanni Battista di Cavaion Veronese. Alle 21 al teatro Tete (viale Caduti in guerra 192) si svolgerà il concerto del gruppo strumentale e corale Ologramma. L’iniziativa è gratuita e a ingresso libero.

Domenica 16 dicembre, alle 16, due le chiese del centro che risuoneranno di musiche natalizie. Alle 16, la chiesa di San Vincenzo (corso Canalgrande) ospiterà “Mandolini sotto l’albero”, concerto di musiche natalizie della tradizione popolare e classica, con particolare riferimento ad autori del periodo d’oro del mandolinismo a Modena e nell’alta Italia (1880-1940).

Inoltre, sempre domenica alle 17 nella chiesa di San Barnaba (via Carteria) l’Ensemble mandolinistico estense, in collaborazione con la Parrocchia di Sant’Agostino e San Barnaba, propone “Suoni di Natale”, concerto di musiche natalizie originali per orchestra a plettro.

 

i-modena_logo.png


Volevo anche segnalarvi l’iniziativa del Comune di Modena per pubblicizzare la rete wi-fi della città. Questa estate ve ne avevo già anticipato la realizzazione. Il titolo dell’iniziativa E tu dove l’hai fatto? invita tutti a raccontare la propria esperienza, attraverso un tweet, una foto su Instagram, usando l’hashtag #imodena, oppure scrivendo un post sul proprio blog o sulla propria pagina Facebook o realizzando un video, pubblicarlo su FB o Youtube e segnalandolo alla mail monetvideo@comune.modena.it.

E per chi non l’ha ancora fatto, sabato 15 dicembre, dalle 17.30 alle 22.30 per le vie del centro sarà l’occasione per conoscere i-Modena. In via Abinelli nei pressi dell’ingresso del mercato e del bar Schiavoni, si potrà essere assistiti da due hostess nel processo di login attraverso smartphone, tablet o altro dispositivo mobile, a chi effettuerà il login verrà consegnato un gadget per smartphone offerto dall’azienda modenese PURO S.p.A.


nel video ci sono anche io!

New G@me

videogioco.jpgAbbandono per un attimo i post a sfondo natalizio, anche perché spero di riuscire a scattare qualche foto del centro storico di Modena illuminato e decorato prima di raccontarvi tutto quello che si può fare in città in attesa del Natale.

Sempre attenti alle tendenze, e con un occhio di riguardo alle nuove generazioni, la rete comunale Net Garage, in collaborazione con il Servizio Biblioteche e l’associazione Civibox, organizza il corso “New G@me – Partendo da zero”.

Un corso destinato ai ragazzi dai 14 anni in su per pensare, progettare e realizzare video giochi per Pc e portable device (tablet, smartphone). Avrà una durata complessiva di 25 ore, l‘iscrizione prevede il versamento di una quota di partecipazione pari a euro 100 e deve essere effettuata presso la segreteria della Rete Net Garage in via degli Adelardi 4 (nelle mattine di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30).NetGarage.jpg

Ma sbrigatevi: il primo incontro è previsto per venerdì 14 dicembre 2012 alle ore 18 presso il Net Open Source di via Barchetta al numero 77.

Docenti del corso saranno Gabriele Ferri (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia), Patrizia Curti (storica), Riccardo Cavalieri (web designer e programmatore) e Marco Giorgini (game designer e programmatore).



 

Giochi, suoni e parole dal Nord Europa

capo nord.jpgLa suggestione del Natale e del paesaggio innevato diventa l’occasione per conoscere i paesi europei del Nord. Il nord Europa in Dicembre per me è sempre stato il posto magico per eccellenza. La neve, le aurore boreali, la leggenda di Babbo Natale…se per voi il nord Europa è solo Ikea consiglio le iniziative di Magica Europa, giochi, suoni e parole dal Nord Europa.
Rivolto ai bambini e i ragazzi di ogni età, per tutto il mese di dicembre al centro per l’infanzia Mo.Mo sono in programma iniziative per conoscere meglio questa parte d’Europa.
Uno degli appuntamenti è English&Music, incontri per bambini dagli 8 ai 12 anni, che si svolgeranno il 15 e 22 dicembre, dalle 16 alle 18. In compagnia di Richard Wayne Drakes, insegnante madrelingua di Inglese e Paolo Bedini, musicista e musicoterapeuta, i bambini ascolteranno filastrocche.
Il 16 e il 22 dicembre, dalle 17 alle 18, le Letture sotto l’albero a cura di Sabrina Torricelli, Davide Vernia, Paola Marchi e Denis Bastoni, sono davvero per tutti. E racconteranno favole tradizionali Scandinave.magica europa.jpg
Non mancheranno incontri per conoscere la cucina tipica del nord Europa: dai biscotti allo zenzero, in svedese “Pepparkakor”, alle “tentazioni del signor Jansson”, sformato di patate e acciughe tipico del Natale scandinavo. Sono i Sapori del profondo Nord che si potranno sperimentare al laboratorio di cucina per bambini dai 6 ai 12 anni, il 16 e il 22 dicembre dalla 15 alle 19.
Questi incontri anticipano il progetto “2013 anno europeo dei cittadini”, che punta a rafforzare la comprensione reciproca tra i diversi popoli d’Europa.
Tutti gli incontri si svolgono a Modena, presso il Centro infanzia Mo.mo, P.zza Matteotti 17.

Libriamodena e Curiosa: a Modena tante occasioni di svago

curiosa.jpgDue appuntamenti interessanti per questo fine settimana a Modena, da scegliere a seconda se volete un posto al caldo, o volete affrontare il gelo di questi giorni.
In Piazza Grande sabato 8 e domenica 9 dicembre torna l’appuntamento con Libriamodena, la rassegna dell’editoria modenese. L’evento, organizzato dalla Associazione Editori Modenesi, vedrà la partecipazione di una decina di case editrici del nostro territorio che proporranno le loro ultime pubblicazioni. Un’offerta varia ed articolata, tra cui ognuno potrà trovare libri interessanti da regalarsi o da regalare in occasione del Natale. La produzione editoriale delle case editrici modenesi spazia infatti in un ricco ventaglio di proposte: dai romanzi ai libri per ragazzi e bambini, dai volumi di gastronomia a quelli di storia locale, dalle raccolte di poesia ai libri fotografici. Ma soprattutto un patrimonio culturale composto in gran parte da opere di autori locali, personalità di notevole spessore che gli editori modenesi incoraggiano, promuovono e pubblicano, per farli conoscere ad un pubblico sempre più vasto di lettori.
Un’occasione unica, dunque, per sfogliare, scegliere ed acquistare volumi di qualità, ancora una volta riuniti tutti assieme in una grande “libreria all’aperto”. libriamodena.jpg
E per chi deciderà di essere in piazza sabato 8 Dicembre vi segnalo che  torna il tradizionale Trenino di Modenamoremio, che effettuerà il suo giro nel centro della città.
Un modo divertente per conoscere il centro storico di Modena e per fare un’opera buona. Infatti parte del ricavato sarà devoluto a favore della Fondazione Ant Italia Onlus che si occupa del sostegno delle persone malate di tumore.
Se invece non amate particolarmente il freddo, a ModenaFiere questo fine settimana trovate Curiosa – Idee Atmosfere Sapori in Fiera, la mostra mercato dedicata proprio alle idee-regalo per il periodo natalizio.
L’esposizione sarà virtualmente divisa in tre settori. Idee regalo dove potrete trovare abbigliamento, accessori, articoli per la casa e il tempo libero, ma anche mobili, complementi d’arredo e tovagliato, fino al benessere e cura della persona, senza dimenticare gli addobbi natalizi e l’occorrente per confezionare i pacchi regalo
Se poi non perdete una puntata di Paint your life, e affidereste il restyling della vostra casa a Barbara Giulienetti, Io Creo in fiera è il vostro evento. Un intero settore dedicato alla creatività e alle attività manuali, nel quale principianti ed esperti del mondo del “fatto a mano” potranno sbizzarrirsi nel realizzare manufatti unici e irripetibili, acquistare le ultime novità e scambiarsi consigli e segreti.
Sul sito iocreoinfiera.it sono presenti tutti gli appuntamenti per partecipare a dimostrazioni dal vivo, workshop e presentazioni. logo_curiosa_ioCreo.gif
Senza dimenticare la buona cucina. Enogastronomia è il vero e proprio paradiso dei golosi e dei buongustai: una vasta scelta di prodotti tipici e tradizionali da tutta Italia per assaporare cibi e bevande di ogni regione. Un percorso fatto di assaggi e degustazioni nel quale troveranno ampio spazio le aziende agricole del territorio e le aziende alimentari con produzione a chilometro zero, alla ricerca della qualità garantita dal produttore al consumatore.
All’interno di Curiosa due le inziative legate alla solidarietà verso la bassa modenese colpita dal terremoto: le aziende dei Comuni colpiti dal sisma saranno presenti all’interno dell’EmiliAmo Village con proposte per i regali di Natale e le creative di tutta Italia, i cantanti, gli attori e personaggi della tv italiana contribuiscono all’iniziativa “Teniamo Botta“ con UNA DECORAZIONE PER L’EMILIA. Decorazioni per addobbare l’albero realizzate a mano saranno disponibili durante la manifestazione, e acquistandole si sostiene l’iniziativa di ricostruzione della bassa modenese.
E ancora tante iniziative per i bambini e un’area dedicata agli amanti della musica country, con due serate di musica nonstop.
3 dei migliori dj italiani del genere country, oltre 10 gruppi di ballo che animeranno la pista e il grande momento live di sabato sera 8 dicembre con i Rodeo Fish. Per passare una giornata completamente all’insegna del country, non potete mancare il ristorante Tex Mex: un vero e proprio saloon con un’ ampia selezione di snack e dolci tipici della tradizione americana che non sfuggirà ai più golosi!
Ce n’è davvero per tutti. Programma completo all’indirizzo curiosainfiera.it

Grande festa per il ventennale della Biblioteca Delfini

biblioteca delfini,concorso di fotografia,concorso letterario,concorso di arte graficaI festeggiamenti per il ventennale dell’inaugurazione della Biblioteca Delfini stanno per concludersi, e lo faranno domenica 16 dicembre con una festa che durerà tutto il pomeriggio.
Per chi mi legge post dopo post, senza perdersi una sola uscita, sa che di questa festa ne ho parlato spesso. La biblioteca ha organizzato eventi sparsi in tutti i mesi dell’anno per coinvolgere chi la frequenta abitualmente, ma anche chi aveva voglia di mettersi in gioco, e con questa festa collettiva chiude, simbolicamente, un anno di intensa attività.
Presso la Sala Chiesa sarà allestita la mostra fotografica UN CLIC PER LA DELFINI, realizzata grazie agli scatti di tutti i partecipanti al concorso di questa estate. I migliori scatti sono diventate cartoline celebrative del ventennale della biblioteca, e sarà possibile acquistarle durante la manifestazione.
Alle 17.30 in sala conferenze ci sarà la presentazione del volume dedicato ai 20 anni della biblioteca SE TI DICO DELFINI… Una biblioteca raccontata dai suoi lettori, anche questo realizzato con i racconti raccolti grazie ad un concorso letterario (a cui avrei voluto partecipare, ma come al solito mi sono lasciata sfuggire). Saranno presenti Roberto Alperoli (Assessore alla cultura), Ugo Cornia (scrittore) e Giorgio Scaramuzzino (attore e regista).
A seguire la proiezione delle fotografie UN CLIC PER LA DELFINI, durante la visione le fotografie saranno commentate con gli artisti Franco Vaccari e Luciano Bovina.
Nella Zona Holden a partire dalle 16.30 a conclusione del Laboratorio di scrittura fantasy FANTASTORIE, incontro con gli autori Cecilia Randall e Leonardo Patrignani, conduce Stefano Ascari.
La manifestazione si conclude con il concerto VOCI PER LA DELFINI, del coro Luigi Gazzotti che presenta brani della cultura musicale europea e della tradizione natalizia con qualche sorpresa…che si terrà nel chiostro della biblioteca a partire dalle 19.15.
E per concludere, panettone e vin brûlé per tutti.

Programma completo www.comune.modena.it/biblioteche

L’agenda “Natale in centro 2012”

natale 2012,piazza xx settembre,piazza mazzini,trenino di natale,modenamoremioLa tradizione vuole che sia l’8 dicembre la data in cui le case si addobbano e le luci dei presepi e degli alberi di Natale si accendano, e ormai quasi ci siamo. A partire da questa data, mancano 23 giorni alla fine dell’anno, e inizia ufficialmente il count-down che ci porta fino al Natale.
A Modena sono oltre cento gli appuntamenti organizzati per il periodo natalizio, e che ci accompagneranno fino all’Epifania.
Come orientarsi fra i vari appuntamenti, le mostre, i concerti? Anche quest’anno è stata realizzata un’agendina tascabile che raccoglie tutti gli appuntamenti: giorno per giorno sono elencati mercati e mercatini, concerti degli auguri, animazioni nelle piazze, spettacoli a teatro tra prosa, e balletto, i film in programma al cinema 7b e alla Sala Truffaut, le mostre e i programmi di musei e biblioteche, le iniziative dell’associazione Modenamoremio.
In particolare l’associazione di promozione del centro storico propone, oltre al ritorno della pista del ghiaccio in piazza XX settembre, anche un Giardino d’inverno con giochi di luci, una installazione nell’ex caserma dei Carabinieri di via Sant’Eufemia e una mostra di presepi dal mondo nella chiesa di San Giovanni in piazza Matteotti.
Quest’anno anche il Museo casa Enzo Ferrari si veste a festa con iniziative e splendide vetture che si daranno il cambio sotto l’albero di Natale.
L’agenda “Natale in Centro 2012”, che elenca le oltre 150 iniziative di istituti culturali e associazioni in un unico strumento di comunicazione utile e pratico, sarà distribuita nei centri informativi del Comune e nelle circoscrizioni, nelle biblioteche, nei punti di Modenamoremio, nei negozi e alla fermata del trenino di Natale.

Modena si mobilita contro la pena di morte…ma apre il primo fine settimana all’insegna dello shopping natalizio

modena_citta_contro_pena_morte.jpgStasera, venerdì 30 novembre la Ghirlandina sarà avvolta in un fascio di luce blu, come simbolo dell’impegno della città di Modena a favore della giornata per la mobilitazione internazionale contro la pena di morte.
A partire dalle 18 in Piazza Grande, dopo i saluti di Fabio Poggi (Assessore Comunale alla Cooperazione Internazionale) e Caterina Liotti (Presidente del Consiglio Comunale), verranno lette le poesie e le lettere di alcuni condannati a morte, focalizzando l’attenzione sui Paesi dove ancora vige la pena capitale. Alle 19 tè caldo e bensone di origine terremotata offerti presso il bar “Caffè dell’orologio” di piazzetta delle Ova. In serata, grazie alla collaborazione col Teatro dei Venti, si può assistere ad un estratto dello spettacolo “Caligola” coi detenuti della casa di reclusione di Castelfranco Emilia, frutto dei laboratori teatrali all’interno del carcere. A conclusione della serata testimonianze dirette, confronto con Stefano Tè, regista del Teatro dei Venti e con altri responsabili del progetto.
Ma preparativi: questo è il primo post di una lunga serie in cui sarà inserita la parola Natale, associata alla parola “regali”.
Questo fine settimana a Modena potreste già cominciare a mettere qualche pacchetto sotto l’albero. Albero da addobbare non prima dell’8 dicembre, come da tradizione. Sabato 1 e domenica 2 dicembre in Piazza Mazzini sarà allestito il Mercatino di Artigianato artistico. Artisti e artigiani di alto livello, provenienti da diverse zone d’Italia, che esporranno le proprie creazioni: ceramiche, burattini intagliati a mano, giocattoli di legno, gioielli e bigiotteria, lampade, mosaici, passamanerie, sculture, aquiloni, oggetti in pasta di sale.
Sabato in Piazza Grande si potranno acquistare regali belli, di quelli che hanno il sapore di una volta, alla fiera antiquaria L’antico in Piazza Grande, dall’alba al tramonto, dalle 9 alle 19.
Ma questa domenica potrete anche scoprire tutti i segreti del palazzo che si affaccia su Piazza Grande, il Il “Municipium” modenese.
Le sale storiche del piano nobile sono  narrazione visiva di storie, opere d’arte e suggestioni legate ai secoli più significativi dello sviluppo cittadino: la calda “Sala del Fuoco”, con le vicende salienti della “battaglia di Mutina”, la leggendaria “Secchia Rapita” che rimanda ad antiche glorie ancora oggi rivendicate. Appuntamento domenica 2 dicembre alle 15.30 sotto il portico in Piazza Grande, ai piedi della scalinata del comune, per un’ora e mezza di storia e magia.


L’arte dell’acquerello

corso_acquerello.jpgDiciamoci la verità: quando sentiamo la tecnica pittorica dell’acquerello la prima cosa che pensiamo è ai nostri lavoretti delle elementari, quando pensavamo che quei colori tutti annacquati fossero facili da usare. Tranne poi ritrovarci fogli da disegno tutti arricciati e con chiazze di colore che solo con molta fantasia potevano comporre un disegno.
Eppure la pittura ad acquerello, già molto sviluppata nell’antica Cina, praticata in Giappone e nel XVIII e XIX secolo, si diffuse in Europa, in particolare in Inghilterra, dove artisti come William Turner (da non confondere con il personaggio del film Pirata dei Caraibi) seppero servirsene con eccezionale maestria.
Le capacità di fluidità e trasparenza dell’acquerello, lo rendono rispetto alle altre tecniche pittoriche, meno prevedibile nel suo esito finale e, per le sue caratteristiche, è la tecnica più indicata a catturare le sfumature della luce e la bellezza della natura, creando così atmosfere molto interessanti.
Se volete imparare questa tecnica pittorica estremamente espressiva, versatile, capace di comunicare più di quanto si possa dire con le parole, sono aperte le iscrizioni al corso per imparare l’arte dell’acquerello, e in particolare per rappresentare la figura umana, rivolto a ragazzi e adulti, presso il laboratorio Dida del Palazzo dei Musei.
10 lezioni serali (dalle 20.30 alle 22.30) a partire da martedì 11 dicembre, tutti i martedì, fino a martedì 12 marzo 2013.
Due i “moduli” previsti dal programma del laboratorio: il primo è dedicato al lavoro in monocromo e prevede lezioni su Shilouette e studi di chiaroscuro,  Volume e peso del corpo, Dimensioni e posizioni nello spazio, Il corpo e la sua ombra, per finire con  Distribuzione del peso e movimento; la seconda sezione del corso è dedicata invece al lavoro con i colori e prevede lo studio di opere di maestri come Henri Matisse, Auguste Rodin, Emil Nolde ed Eugène Delacroix.
Il coordinamento del progetto è di Luana Ponzoni, responsabile del laboratorio didattico, mentre la conduzione del corso, che costa 80 euro d’iscrizione, è affidata a Luisa Gibellini.
Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il Dida (Palazzo dei musei, viale Vittorio Veneto 5, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13, tel. 059 2033121, email laboratorio.didattico.museo@comune.modena.it).

Natale per l’Emilia

natale per l'emilia.jpgNatale per l’Emilia è un’iniziativa nata dall’idea di sei realtà sociali della bassa modenese danneggiate dal terremoto di maggio e giugno 2012.
L’idea è quella di una vendita speciale di prodotti alimentari di alcune aziende con sede nella bassa modenese, con l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricostruzione dei locali danneggiati. Ma non solo: l’economia della bassa modenese, già ferma per quella crisi che coinvolge tutta l’Italia e l’Europa, aggravata dai recenti fatti sismici, ha bisogno di farsi conoscere anche fuori dalle zone danneggiate, per ampliare il raggio di vendita.
I prodotti, tutti rigorosamente prodotti nella bassa, sono stati selezionati e confezionati in strenne natalizie.
Sul sito nataleperlemilia.it è pubblicato il catalogo delle confezioni con la foto e la descrizione dettagliata dell’offerta, insieme alle storie dei produttori coinvolti.
Ma non solo. Fino al 22 dicembre i ‘Prodotti di origine terremotata’ saranno disponibili presso l’Ufficio Relazioni col Pubblico di Piazza Grande, dove è stato allestito un corner dove è possibile acquistare i prodotti provenienti da aziende terremotate dell’Emilia e del commercio equo e solidale. Le strenne potranno essere acquistate negli orari di apertura dell’Urp: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30 (mercoledì solo al mattino) e sabato dalle 9.30 alle 12.30.
Il progetto è sostenuto anche da Terra Ferma Emilia, il portale nato per mettere in circolo le buone pratiche per reagire al terremoto.
Insomma: questa è l’Emilia che non si ferma mai. E anche un’idea regalo utile.

Visite guidate gratuite al Novi Ark

novi ark,parco novi sad,reperti archeologici,giardini ducali,visite guidateSono passata in Piazza Novi Sad la sera d’estate in cui dovevo leggere alcuni brani del libro “Bellezza femminile e verità. Modelli e ruoli nella comunicazione sessista” ai Giardini Ducali. Era molto tempo che non andavo in centro in macchina, e come d’abitudine avevo in programma di parcheggiare, gratuitamente, nell’anello del Novi Sad. Avevo dimenticato gli avvisi, gli articoli di giornale e la polemica sull’eliminazione di posti auto gratuiti in cambio di un parcheggio interrato a pagamento. E poco mi é importato quella sera che il Novi Park sia il secondo parcheggio interrato più grande d’Europa. Io dovevo arrivare ai Giardini Ducali e ci volevo arrivare parcheggiando gratuitamente l’auto al Novi Sad e percorrendo fino in fondo corso Cavour.
E invece.
E invece ho parcheggiato in viale Storchi, al Novi Sad sono arrivata a piedi, e…
E quella sera in cui un po’ arrabbiata con me stessa per la scarsa memoria, e un po’ con l’amministrazione e i loro maledetti parcheggi a pagamento in tutto il centro storico di Modena, appena entrata al Novi Sad mi sono sentita fortunata di essere arrivata con largo anticipo, e di avere con me la macchina fotografica, perché quando sono passata per quello che ora si chiama Novi Ark ho avuto un tuffo al cuore.
Sull’area senza macchine parcheggiate, alla luce del tramonto di quella che sarebbe stata una splendida sera d’estate, aleggiava una atmosfera magica e misteriosa.7678266338_58ba883fac.jpg
Quando hanno deciso di costruire un parcheggio interrato, fin da subito si è resa necessaria l’assistenza di archeologi: è stata ritrovata una strada basolata di 600 mq che collegava Mantova a Modena del I secolo a.C. – IV secolo d.C. E ai lati della strada si estendeva una necropoli imperiale del I-III secolo d.C.con corredi funerari completi (bronzi, vetri, ceramica, pietra).
Ora la strada romana è stata riposizionata nello stesso punto, circondata da una parte della necropoli imperiale, con qualche cippo funerario, e sono state riposizionate le strutture relative a due edifici produttivi e due vasche.
Il tutto è visitabile sempre, si può camminare sulla strada, si possono osservare i cippi anche in piena notte se vi va. Ma se volete visitare questo sito archeologico e scoprire qualcosa di più della antica Mùtina, domenica 25 novembre, in occasione della Fiera Antiquaria di Modena, il Museo Civico Archeologico Etnologico organizza visite guidate gratuite al parco archeologico Novi Ark.
Le visite all’area archeologica iniziano alle ore 10.30 e alle 16.00 (durata circa un’ora). L’appuntamento è presso il punto d’incontro allestito all’ingresso della facoltà di Economia del Foro Boario. Non è necessaria la prenotazione.
Info: www.comune.modena.it/museoarcheologico