Un 2013 da favola

museo della figurina, fiabe. festival della filosofiaIl secondo giorno di questo anno ci ha accolti con un cielo grigio e tanta pioggia. Per chi ancora è in ferie, è una buona occasione per fare un salto al Museo della Figurina (Corso Canalgrande 103).
L’esposizione permanente riunisce accanto alle figurine propriamente dette, materiali affini per tecnica e funzione: piccole stampe antiche, scatole di fiammiferi, bolli chiudilettera, carta moneta, menu, calendarietti, album pubblicati dalle ditte per raccogliere le serie o creati per passatempo dai collezionisti seguendo solamente il proprio gusto estetico e la propria fantasia e molti altri materiali ancora.
Dopo aver attraversato un suggestivo ‘tunnel delle meraviglie’, si accede alla sala espositiva, allestita con sei ‘armadi’ espositori, concepiti come grandi album da sfogliare, grazie agli otto sportelli laterali estraibili, a tema: gli antecedenti, la cromolitografia, la nascita e la diffusione , la Liebig, Non solo figurine e la Figurina moderna.
Oltre alla mostra permanente è ancora allestita la mostra Cose da niente. Il fascino discreto degli oggetti, realizzata in occasione del festivalfilosofia, aperta fino al 24 febbraio 2013. Attraverso immagini e parole, racconta la storia di questi oggetti divenuti obsoleti, ma che hanno avuto grande peso nella vita delle persone, come il cono dello zucchero – da cui il colore ‘carta da zucchero’ -, il macinino e la cuccumella, il vaso da notte, il tabacco da fiuto, i sali d’ammonio e il biberon ‘assassino’. Cose quasi ‘da niente’, al pari delle figurine, ma capaci di evocare emozioni ed atmosfere e ormai degne di far parte di collezioni pubbliche e private.
E per i visitatori che  sceglieranno di passare qualche ora delle feste natalizie girando fra le sale e le esposizioni, il Museo regala Un 2013 da fiaba, un calendarietto tascabile che interpreta i mesi dell’anno attraverso immagini di fiabe e scene di corteggiamento tratte da figurine e materiali affini, anticipando le mostre previste al Museo per il 2013. La prima, da marzo, si occuperà di fiabe europee; la seconda, da settembre, inaugurerà in occasione del festivalfilosofia dedicato al tema ‘amare’. E’ infatti ‘amare’ il tema della prossima edizione, che si svolgerà il 13, 14, 15 settembre 2013: “Il tredicesimo anno del festival ruoterà per la prima volta intorno ad un verbo, anziché ad un sostantivo – spiegano Remo Bodei e Michelina Borsari, del Comitato scientifico del festival – “Amare” esprime l’energia in grado di congiungere gli opposti, mette l’accento sull’azione, sull’esperienza antropologica e sul suo modo di manifestarsi: dall’eros, all’agape, alla filia, alla carità, declinate nella loro forma privata e anche in quella pubblica. Il prossimo festival porterà quindi a riflettere su una delle esperienze più critiche della contemporaneità e a rendere omaggio al concetto stesso di filosofia che significa letteralmente “amore per il sapere”.
L’omaggio è disponibile fino al 6 gennaio 2013, fino ad esaurimento.

Un 2013 da favolaultima modifica: 2013-01-03T16:04:16+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento