Modena si mobilita contro la pena di morte…ma apre il primo fine settimana all’insegna dello shopping natalizio

modena_citta_contro_pena_morte.jpgStasera, venerdì 30 novembre la Ghirlandina sarà avvolta in un fascio di luce blu, come simbolo dell’impegno della città di Modena a favore della giornata per la mobilitazione internazionale contro la pena di morte.
A partire dalle 18 in Piazza Grande, dopo i saluti di Fabio Poggi (Assessore Comunale alla Cooperazione Internazionale) e Caterina Liotti (Presidente del Consiglio Comunale), verranno lette le poesie e le lettere di alcuni condannati a morte, focalizzando l’attenzione sui Paesi dove ancora vige la pena capitale. Alle 19 tè caldo e bensone di origine terremotata offerti presso il bar “Caffè dell’orologio” di piazzetta delle Ova. In serata, grazie alla collaborazione col Teatro dei Venti, si può assistere ad un estratto dello spettacolo “Caligola” coi detenuti della casa di reclusione di Castelfranco Emilia, frutto dei laboratori teatrali all’interno del carcere. A conclusione della serata testimonianze dirette, confronto con Stefano Tè, regista del Teatro dei Venti e con altri responsabili del progetto.
Ma preparativi: questo è il primo post di una lunga serie in cui sarà inserita la parola Natale, associata alla parola “regali”.
Questo fine settimana a Modena potreste già cominciare a mettere qualche pacchetto sotto l’albero. Albero da addobbare non prima dell’8 dicembre, come da tradizione. Sabato 1 e domenica 2 dicembre in Piazza Mazzini sarà allestito il Mercatino di Artigianato artistico. Artisti e artigiani di alto livello, provenienti da diverse zone d’Italia, che esporranno le proprie creazioni: ceramiche, burattini intagliati a mano, giocattoli di legno, gioielli e bigiotteria, lampade, mosaici, passamanerie, sculture, aquiloni, oggetti in pasta di sale.
Sabato in Piazza Grande si potranno acquistare regali belli, di quelli che hanno il sapore di una volta, alla fiera antiquaria L’antico in Piazza Grande, dall’alba al tramonto, dalle 9 alle 19.
Ma questa domenica potrete anche scoprire tutti i segreti del palazzo che si affaccia su Piazza Grande, il Il “Municipium” modenese.
Le sale storiche del piano nobile sono  narrazione visiva di storie, opere d’arte e suggestioni legate ai secoli più significativi dello sviluppo cittadino: la calda “Sala del Fuoco”, con le vicende salienti della “battaglia di Mutina”, la leggendaria “Secchia Rapita” che rimanda ad antiche glorie ancora oggi rivendicate. Appuntamento domenica 2 dicembre alle 15.30 sotto il portico in Piazza Grande, ai piedi della scalinata del comune, per un’ora e mezza di storia e magia.


Modena si mobilita contro la pena di morte…ma apre il primo fine settimana all’insegna dello shopping natalizioultima modifica: 2012-11-30T09:39:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento