Chiuso ad arte

 john fekner, street art, graffiti, concorso di arte graficaAdoro sapere come vanno a finire le storie, soprattutto se sono quelle che coinvolgono la mia città. Sembra un tempo tanto lontano il 18 giugno quando ho raccontato di Chiuso ad Arte, il progetto di riqualificazione urbana del centro storico di Modena con cui gli Assessorati alle Politiche Economiche, al Centro storico e alla Cultura del Comune di Modena cercavano progetti per realizzare opere d’arte sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari degli esercizi commerciali coinvolti nell’iniziativa.
In concomitanza con il Festival della Filosofia, venerdì 14 e sabato 15 settembre gli artisti, durante una due giorni di work in progress e di lavoro comune, realizzeranno sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari, i loro progetti con interventi di pittura a smalto.
Agli artisti era stato richiesto di realizzare progetti di opere sul tema Oltre, immaginando tutto quello che c’era, c’era stato o ci poteva essere dietro la saracinesca.
Sette di loro sono stati selezionati: Pietro Anceschi, Giorgio Bernucci, Alessio Bogani e Omar Nardi, Roberto Leoni, Mattia Scappini, Mattia Tagliazucchi e li vedremo all’opera fra via Carteria e via Bonacorsa, per rendere il paesaggio urbano meno grigio e onirico.
Per l’occasione sarà pubblicato un pieghevole contenente le riproduzioni dei progetti selezionati, le biografie degli artisti e la mappa delle opere. Il catalogo digitale sarà elaborato successivamente, dopo aver effettuato la documentazione fotografica dei lavori realizzati e sarà pubblicato sul sito di Giovani D’Arte www.comune.modena.it/gioarte.

Chiuso ad arteultima modifica: 2012-09-12T09:15:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento