Bentornato a casa, Enzo

bentornatoenzo.jpgUn uomo, la sua passione e la città che ne ha visto la nascita e ne ha accompagnato la crescita. Un nuovo omaggio a Enzo Ferrari, un nuovo appuntamento a Modena in attesa dell’inaugurazione il 10 Marzo della Casa Museo a lui dedicata, dopo l’invasione pacifica della segnaletica dell’onda gialla il 18 febbraio per festeggiarne la nascita.
“Bentornato a casa, Enzo” il saluto dei rappresentati delle istituzioni, degli Enti e delle imprese presenti in Piazza Grande sabato 25 febbraio alle 17 dove annunceranno ai modenesi l’inaugurazione del Museo.  
L’attore Ivano Marescotti leggerà brani autobiografici di Enzo Ferrari, tra i quali anche quelli in cui il Drake sottolinea il suo legame con Modena. Partendo dallo slogan del Museo “Se lo puoi sognare, lo puoi fare” ci sarà anche un intervento di Alessandro Bergonzoni, nel suo inconfondibile stile, che si soffermerà sul valore della creatività e dell’immaginazione.
A condurre il pomeriggio il giornalista Leo Turrini, e a conclusione dell’omaggio al Drake  “buffet giallo” per tutti. Frappe e vino dolce saranno offerti gratuitamente da Pasticceria Emiliana e Azienda agricola Messori per brindare insieme al nuovo Museo (in caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà al Forum Guido Monzani).
Intanto qualche anteprima della Casa Museo, che si trova in via Paolo Ferrari 85, a pochi passi dalla sede della Maserati.

ScreenShot.jpg

Alle fasi storiche della vita di Enzo Ferrari, dalla sua infanzia agli esordi come pilota fino alla nascita della Scuderia e ai suoi primi trionfi sui circuiti di tutto il mondo, si potrà ripercorrere anche la storia dell’automobilismo modenese di cui Maserati è un’altra grande protagonista, dato che nel 1939 si trasferì da Bologna a Modena, proprio a pochi passi dalla casa dove Enzo Ferrari trascorse l’infanzia, andando a formare così il binomio che ha fatto di Modena la capitale della passione e della competenza automobilistica.
All’esposizione si affianca il progetto “Scuderia”, col quale si sono raccolte testimonianze su Enzo Ferrari attraverso interviste con i personaggi che lo conobbero ed ebbero a che fare con lui. E poi il Centro di Documentazione, uno spazio dedicato all’archivio, postazioni informatiche per la consultazione, un’aula dedicata allo svolgimento di attività didattiche e seminariali. Grazie a questo mega archivio, arricchito con materiale storico di grande pregio facente parte della collezione belga di Jacques Swaters, la più completa al mondo sulla storia di Enzo Ferrari, è possibile la consultazione, la ricerca e la selezione di materiali sia per mostre permanenti e temporanee, organizzazione di eventi, creazione e diffusione di prodotti culturali, sia per le scuole, università,  enti e istituzioni culturali dedicate all’automobilismo.
Una tappa fondamentale per tutti gli appassionati di automobilismo.

 

Bentornato a casa, Enzoultima modifica: 2012-02-24T08:10:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento