“Ritorno al futuro” al Forum Monzani

forumeventi.jpgIl secondo appuntamento al Forum Monzani (via Aristotele 33) di Modena per la rassegna “Forum Eventi” vede salire sul palco tre giornalisti: Gianni Riotta, Fabrizio Goria e Daniele Bellasio.
Il titolo scelto per la serata è “Ritorno al futuro”, ma non credo parleranno di Delorean e  flusso canalizzatore.
“Ritorno al futuro” è il titolo della riflessione che i tre propongono al pubblico: mentre i cardini della vita occidentale sembrano saltare, il dollaro insegue la benevolenza del mondo, soprattutto della Cina, e l’Europa stringe la cinta e rallenta l’Unione, chi se la caverà in questo mondo nuovissimo che vede tornare potenze e costumi antichi? Noi italiani, il Paese di Marco Polo, dovremmo essere ben capaci, ricchi di storia ma da sempre poveri di risorse, di vivere da protagonisti in questa era. La nostra manifattura è originale e viva, le famiglie risparmiano, il mondo non ci fa paura. Invece una classe politica inetta, e una classe dirigente egoista, ci lasciano perdere l’occasione d’oro del XXI secolo. E il rango perduto non tornerà presto.
Come a dire: abbiamo fatto troppi passi indietro, è ora di fare un balzo in avanti.
Cosa ne possiamo ricavare da una discussione a tre voci? Forse solo il quadro generale della situazione, degli spunti di riflessione per rivedere il mondo in cui ci muoviamo, insieme a Gianni Riotta, giornalista e scrittore, attualmente docente universitario; Fabrizio Goria, giornalista finanziario per Linkiesta.it e Daniele Bellasio, giornalista del Sole 24 Ore.
Io però rimango in attesa del prossimo, imperdibile,  appuntamento con lo scrittore Erri de Luca, di cui parlerò nel prossimo post.

Una volta al mese lascio questo blog a disposizione di chi vuole raccontare qualche angolo nascosto di Modena, o commentare quello che succede nella nostra città. Scrivetemi a vmodenablog@virgilio.it e potreste essere la prossima (ma anche il prossimo) guest-blogger.

“Ritorno al futuro” al Forum Monzaniultima modifica: 2011-10-05T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento