La Ghirlandina scoperta

ghirlandinacontelo.jpgAl telo dell’artista Mimmo Paladino che ricopre la Ghirlandina, simbolo della città e patrimonio dell’Unesco, avevo dedicato il mio esordio su queste pagine.
E’ dal gennaio del 2008 che alzando gli occhi verso il centro città invece che il bianco della torre, ammiriamo un’opera d’arte differente. E a parte l’ironia di quel post iniziale, alla fine ci eravamo anche abituati.
L’opera d’arte in questione, che ricopre interamente la torre ad eccezione della cuspide, di sera viene illuminato da luci collocate sul ponteggio, è decorato con forme colorate che “rievocano l’immaginario arcaico e cristiano ” e “inserti in bianco e nero che riproducono sculture di Paladino stesso”.
Mercoledì 21 settembre, se non ci saranno vento e pioggia, la Ghirlandina sarà “svestita”, i lavori di restauro sono conclusi, e la torre potrà nuovamente stagliarsi nel cielo di Modena in tutta la sua personale bellezza.la_torre_ghirlandina.jpg
In realtà una volta srotolati i 64 metri del telo, la Ghirlandina non sarà ancora pienamente visibile perché avvolta dal ponteggio del cantiere, che sarà smontato nei giorni successivi, e solo alla fine di ottobre il monumento-simbolo della città sarà restituito ai cittadini.
Quindi ultimo fine settimana per poter ammirare da vicino la torre dall’esterno e “ad alta quota”: sabato 3 e domenica 4 settembre, sono in programma le ultime visite guidate gratuite. Organizzate dal settore Lavori pubblici del Comune in collaborazione con i Musei civici e il Dipartimento di Scienze della terra dell’Università di Modena e Reggio Emilia, le visite si svolgeranno nei due giorni dalle 8.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 18 ogni mezz’ora, dureranno 50 minuti e saranno condotte da Rossella Cadignani, architetto responsabile dell’edilizia storica del Comune, Francesca Piccinini, direttrice del Museo civico d’arte, e Stefano Lugli, docente al Dipartimento di Scienze della terra dell’Università.
Scarpe comode e con suola antiscivolo, al caschetto ci pensa l’organizzazione.
Ultima occasione per vedere due opere d’arte da vicino: il telo e la torre.

La Ghirlandina scopertaultima modifica: 2011-09-02T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “La Ghirlandina scoperta

Lascia un commento