Bonvi Park(en)

5873934736_35b94a038f.jpgAmanti del fumetto, estimatori, disegnatori, giornalisti, fotografi, ma anche una folla di curiosi, e “i soliti” della domenica al Parco Amendola Nord e alla Baracchina, hanno animato l’inaugurazione del Bonvi Parken a Modena.
Modena ha deciso così di ricordare uno dei suoi figli più famosi, l’autore di tanti personaggi, sempre ironico, ma mai superficiale.
L’assessore comunale alla cultura Alperoli è stato chiaro: “Per la prima volta un parco pubblico è intitolato a un autore di fumetti. Con un forte atto simbolico ma anche materiale, vista l’installazione di strutture con i personaggi creati da Bonvi, il mondo del fumetto entra nella sfera civica. E ci entra portando un’idea di cultura come incontro, socialità e dialogo, irridendo le distinzioni convenzionali tra cultura alta e cultura bassa”.
E non c’è niente di più vero: quando parlo di fumetti lo sguardo che ricevo è quasi sempre quello della compassione, come se fosse un passatempo da bambini. E invece sono produzioni letterarie a tutti gli effetti, spesso di evasione, a volte la possibilità di raccontare cose importanti mescolando parole e immagini, rendendo il messaggio più diretto.
All’inaugurazione di oggi due le cose che mi sono piaciute davvero: i molti bambini che aspettavano (im)pazientemente che i disegnatori finissero di confezionare il loro trancio di fumetto, e la presenza di molti giovani disegnatori.5873137377_9d6007edaa_m.jpg
Così da oggi il “Parco Amendola Nord” si chiamerà “Bonvi Parken”, ai due ingressi sono stati installati due totem che hanno le fattezze di Franco Fortunato Gilberto Augusto Bonvicini, in arte “Bonvi” che accolgono i passanti (e sul retro raccontano qualcosa di lui). Lungo il percorso sarà possibile incontrare le Sturmtruppen, i personaggi di Nick Carter e delle Storie dello spazio profondo – creati da Bonvi rispettivamente con gli amici Guido De Maria e Francesco Guccini – e quelli delle Cronache del dopo bomba e di Marzolino Tarantola. Tutti riprodotti su grandi sagome, affiancati da un pannello con didascalie e strip.
Non ho avuto la pazienza di aspettare che qualcuno disegnasse il mio trancio, e così ne ho comprato uno del 2008, ma vale lo stesso, vero?

 

Altre foto (fatte da me) le trovate qui www.flickr.com/bonviparken

Bonvi Park(en)ultima modifica: 2011-06-27T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Bonvi Park(en)

Lascia un commento