Qualche buon motivo per essere al BUK

bukmodena.jpgIl BUK a Modena si tiene in un posto troppo piccolo. Il Foro Boario di grande ha solo il parcheggio, ma poi se ti piace una conferenza e la vuoi seguire, e quella conferenza piace a più di 20 persone non c’è da sedere, nemmeno alzandosi sulle punte si riesce a vedere qualcosa, non si sente niente.
Al BUK di Modena partecipano un centinaio di piccoli editori provenienti da tutta Italia. I loro banchetti propongono pochi titoli, accuratamente selezionati fra tutta la roba che viene sottoposta al loro giudizio. Bisogna camminare fra i loro banchetti senza fretta. I titoli, gli autori, non sono fra quelli più conosciuti, ma non è detto che non ce ne siano di bravi. Quindi con calma bisogna capire l’editore in che settore è specializzato (thriller, narrativa, new age), scegliere il proprio genere preferito, leggere la quarta di copertina di ogni singolo libro e trovare quello che nessuna pubblicità martellante ti ha convinto che è un buon libro, comprando seguendo solo il tuo istinto.editoriadigitale.jpg
Al BUK di Modena si possono incontrare gli autori. Ma non dietro un tavolo, con giornalisti o altre persone al fianco, che parlano parlano parlano, e poi un autografo e via. Gli autori sono lì, dietro al banchetto, e chiacchierano volentieri con chi è interessato alla sua opera. Al BUK di Modena capita di ritrovarsi ad  un reading improvvisato. Un poeta mi ha chiesto di avvicinarmi al banchetto – che non mordo mica…mordo solo l’anima – -appunto!- gli ho riposto. Ma poi ha declamato una poesia ad alta voce abbracciandomi quasi, e la poesia era bellissima, e sembrava l’avesse scelta apposta per me. O forse è stata solo una coincidenza, ma è stato un attimo emozionante.
Il BUK di Modena è anche conferenze e approfondimento sulle tematiche legate all’editoria, ma ammetto di non averne seguita nessuna, troppo presa ad aggirarmi fra titoli, copertine, odore di carta.
Se quest’anno vi siete persi il BUK a Modena, spero che queste poche parole vi spingano a prendere nota e non mancare all’appuntamento l’anno prossimo.

Se non sei ancora fan della pagina facebook del blog di Modena, clicca sul “mi piace” qui sotto, e rimarrai aggiornato in tempo reale su quello che accade in città.

Qualche buon motivo per essere al BUKultima modifica: 2011-02-21T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento