Mondiali di Volley 2010

mondiali_volley_2010.jpegSo di dedicare poco spazio agli eventi sportivi che si svolgono in città, ma l’occasione merita di non passare inosservata.
Dal 24 settembre l’Italia ospita il XVII campionato mondiale di pallavolo maschile e fra le città prescelte per ospitare le partite c’è anche la città di Modena.
A Modena si svolgeranno le partite che assegnano le posizioni finali di classifica dalla quinta all’ottava, che sono in calendario venerdì 8 (semifinali) e sabato 9 ottobre (finali 5°-6° e 7°-8° posto), con gare che si svolgono sempre alle 17 e alle 21.
Il primo mondiale nella storia della pallavolo è datato 1949, in gara dieci nazioni (tutte europee), la manifestazione si svolge a Praga nello stadio del ghiaccio ricoperto per l’occasione con cemento e terra battuta. La vittoria della competizione va alla fortissima Unione Sovietica, mentre al termine della finale il pubblico ceco abbandona lo stadio per non ascoltare l’inno russo. Il viaggio della squadra italiana alla volta della capitale cecoslovacca è pieno di imprevisti: due giorni sul treno senza cuccette oltre all’impossibilità di aprire i finestrini per volontà dei militari. In quella prima manifestazione il mondiale azzurro si conclude con un ottavo posto.
Come andrà questo mondiale è ancora tutto da vedere, e tutte le informazioni le potete trovare sul sito del Comune di Modena.
Durante lo svolgimento delle partite la città di Modena, anche in collaborazione con Modenamoremio, ha organizzato della attività dedicate a chi arriva in città.
Fino al 10 ottobre esposizione nelle vetrine del centro storico di materiale relativo alla storia della pallavolo italiana, gentilmente concesso dal Museo Internazionale del Volley, mentre sotto i Portici del Collegio esposizione figurine artistiche Volley 2010.
E venerdì 8 ottobre dalle 16 alle 21 al Palasport G.Panini Casa Modena, dove si svolgono le partite, si potrà ottenere l’annullo postale di Poste Italiane a ricordo della manifestazione.

La pista della discordia

pattini ice.jpgL’anno scorso la polemica sulle luminarie natalizie, quest’anno il Natale, ancora lontano, crea nuovamente scompiglio e alimenta le polemiche in città.
La discordia quest’anno nasce dall’idea dell’assessore Daniele Sitta di allestire una pista di pattinaggio per il ghiaccio in Piazza Grande o in Piazza XX Settembre. Un tappeto di ghiaccio circondato da casette di legno con prodotti tipici, luminarie, alberi e renne.
Una idea per aumentare il numero di turisti e introiti commerciali in centro città nel periodo natalizio. Peccato che l’idea abbia scatenato le reazioni dell’opposizione: “Non vorremmo che ora il dibattito cittadino si concentrasse tutto sul se e dove fare la pista di pattinaggio. Non ce n’è davvero bisogno. Sarebbe una vera fortuna per la Giunta Pighi riuscire a distogliere l’attenzione dalla reale necessità di strutturare un piano organico per promuovere il centro storico con questa banale trovata” annuncia Leone, il consigliere regionale e comunale del PDL.
“L’idea può costituire una buona opportunità, dipende naturalmente da come viene declinata, se cioè decidiamo di confinarla all’interno del programma di Modenamoremio oppure di inserirla in un percorso sovracomunale in una logica di attrazione turistica di Modena” commenta Daniele Cavazza responsabile Turismo di Confesercenti.
Si lancia anche il sondaggio pista-si/pista-no sul Il Resto del Carlino on-line. E nei commenti all’articolo compaiono anche proposte alternative, come quella di allestire la pista per il pattinaggio sul ghiaccio in zona Parco Ferrari in modo da avere più opportunità di parcheggio.
Non riesco a comprendere tutta questa animosità, considerato che una pista sul ghiaccio è sempre stata allestita davanti l’Accademia nel periodo natalizio, zona centrale, leggermente spostata dal circuito dei negozi, ma comunque posizionata in centro storico.
La soluzione anche esteticamente migliore, a mio avviso, è quella della Piazza XX Settembre, che da quando non ospita più il mercato coperto è stata come una scoperta meravigliosa. E l’idea di allestire dei mercatini natalizi non ci farò assomigliare a Bressanone o Innsbruck, ma sicuramente renderà il nostro shopping natalizio più coinvolgente.

Ottobre Rosa [2010]

OttobreRosa2010_Fiaccolata_locandina.jpgQuest’anno una lunga striscia rosa illuminerà dalla montagna alla pianura tutti i paesi della provincia modenesi. Ottobre è pur sempre il mese dedicato alle donne e alla prevenzione del tumore al seno. I monumenti illuminati di rosa sono solo uno dei segni che ricorderanno alle donne che la prevenzione è un’arma importante per salvarsi la vita.
L’associazione “Il cestodiciliege onlus” organizza per il terzo anno consecutivo, venerdì 1 ottobre una fiaccolata: il ritrovo è alle 18.30 in Piazza Sant’Agostino dove saranno distribuite le fiaccole. La fiaccolata si snoderà per via Emilia centro, Corso Duomo con arrivo in Piazza Grande. Madrine dell’evento le ragazze della squadra di serie A femminile Volley Carpi Liu-Jo.
L’associazione organizza inoltre anche quest’anno visite senologiche gratuite per tutte le donne. L’appuntamento è per giovedì 14 ottobre dalle 10.00 alle 17.00 presso gli ambulatori de Ilcestodiciliege a Modena (per prenotazioni tel. 349-1575298 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00).
Venerdì 29 ottobre è in programma (ore 21.00, Teatro Tenda – Modena) “Attenti a noi due”, uno spettacolo comico con Claudia Penoni e Andrea Vasumi. Il ricavato contribuirà all’acquisto di una sonda neoprobe da donare al Policlinico di Modena.
Dal 5 ottobre si potrà ammirare il Duomo illuminato di rosa, uno splendido promemoria per un problema serio.