La notte dei Musei

la_notte_dei_musei_2010_large.jpgDi sicuro non si verrà inseguiti da un T-Rex nè si avrà l’occasione di parlare con qualche Attila il re degli Unni, ma “La notte dei musei” è un’occasione per far visita al nostro patrimonio artistico per poterlo vedere sotto una luce diversa.
Nata del 2005 da un’idea del Ministro della Cultura e della Comunicazione francese l’evento coinvolge i musei di tutta europea che rimarranno aperti, in forma gratuita, sabato 15 maggio fino alla mezzanotte.
Modena aderisce con ben 15 appuntamenti in programma, che prevedono oltre alle aperture straordinarie anche conferenze, visite guidate e attività ludiche adatte a tutte le età.
Alle 17 si potrà discutere su temi storici-artistici al caffè Grand’Italia sorseggiando un aperitivo. Alle 18.30 al Palazzo dei Musei Stefano Vercelli leggerà testi tratti dal libro “Don Chisciotte” di Mimmo Paladino e Giuseppe Conte.
Alle 20.30 ai Musei Universitari i bambini potranno trasformarsi in piccoli Sherlock Holmes per indagare nelle meraviglie della natura. Oppure al Museo di Paleontologia possono scoprire attraverso i colori il mondo dei fossili e dei dinosauri.
Fra le 22 e le 23 l’Orto Botanico, illuminato da fiaccole, propone visite guidate tra vialetti e serre, dove si parlerà della sua storia, di biodiversità vegetale, della capacità delle piante di adattarsi ai vari ambienti e della loro utilità per l’uomo.
Dalle 21 a mezzanotte (ogni mezz’ora) visite guidate anche alla torre della Ghirlandina, 250 gradini e un panorama della città in notturna, con intermezzo di musica medioevale.
Il programma completo lo trovate sul sito del comune di Modena, per qualche evento è richiesta la prenotazione, e sono tutti completamente gratuiti.
Sabato sera spero di trovare una Modena come piace a me, con i portici pieni di gente che chiacchiera e si gode la città, strappandola dalla solitudine e alle brutte compagnie.

La notte dei Museiultima modifica: 2010-05-14T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento