Un Natale un po’ più buio

natale07.jpgStamattina ho aperto la mia posta elettronica e una delle newsletter a cui sono abbonata mi ricordava che mancano solo sessanta giorni a Natale e che è tempo di shopping. Che poi già quando ho fatto la spesa sabato, mischiate alle zucche e ai vestiti avanzati di carnevale da riciclare per halloween, ho visto file di panettoni e pandori ordinatamente già in bella vista sugli scaffali.

È iniziato il conto alla rovescia per l’evento clou del fine anno nazional-cattolico-popolare.

Anno duro, segnato da troppi eventi economicamente nefasti anche per la ricca e benestante Modena. La prova è la definitiva decisione del Comune di illuminare nel periodo natalizio solo gli ingressi della città, gli edifici istituzionali, le piazze e i monumenti.

La decisione è stata presa dopo la mancata adesione di gran parte dei commercianti di contribuire con 150 euro all’illuminazione delle strade cittadine. Il contributo non è una novità, il Comune fa la sua parte e i commercianti ci mettono il resto per allietare con luci e addobbi natalizi le strade principali dello shopping cittadino.

Passeggiare per Modena in pieno periodo pre-natalizio senza troppe decorazioni sarà la prova definitiva che qualcosa è cambiato e la crisi di cui tanto si parla non è solo una percezione, ma una realtà con cui tutti ci ritroviamo a fare i conti.

Credo che un Natale all’insegna della sobrietà sia l’occasione per ritrovare il vero spirito della festa, partita come festa religiosa e approdata al mero consumismo.modenanatale.jpeg

Credo anche che una città vestita a festa sia uno spettacolo anche per il cuore, oltre che per gli occhi, ma sono sicura che i modenese sapranno capire.

Diciamo che sono piccole prove di persistenza di un problema generale e grave che ha investito l’intera economia mondiale. Significa che i commercianti risparmiano il contributo e noi cittadini risparmieremo sulla prossima fattura di fornitura elettrica.

 

Un Natale un po’ più buioultima modifica: 2009-10-28T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Un Natale un po’ più buio

Lascia un commento