Quando il lupo esce dalla pagina

reading-1.pngSi legge fra sé e sé, da soli, ed è già un gran piacere; ma si può andare oltre e condividere questo piacere con un pubblico, che sia una persona cara, un bimbo, un anziano, una più vasta platea di amici o sconosciuti che desiderano lasciarsi emozionare dall’ascolto di parole e suoni. Per confezionare un dono così particolare che passa attraverso le voci e la presenza fisica, uniche, di una persona, ci vogliono passione, un po’ di applicazione e la leggerezza curiosa di sperimentarsi.
Sono aperte le iscrizioni al laboratorio di lettura espressiva su testi per l’infanzia “Quando il lupo esce dalla pagina”, organizzato da Il Segnalibro con il patrocinio della Circoscrizione 3. Il laboratorio è rivolto a genitori, nonni e a tutti coloro che per motivi professionali si rapportano con i bambini; è condotto dall’attore Alessandro Rivola che da alcuni anni approfondisce le tecniche del racconto, attraverso narrazioni e letture animate per bambini e adulti.
L’obiettivo del laboratorio è individuare e sperimentare gli elementi creativi, tecnici e relazionali che entrano in gioco nella lettura espressiva perché sia un’esperienza affascinante e coinvolgente per l’ascoltatore.
Gli incontri si svolgeranno nella sala condominiale di in via Oristano 64 nelle giornate di martedì 19 e 26 febbraio, 5 e 12 marzo dalle ore 20.45 alle 22.45, il costo è di 25 euro.
L’associazione Il Segnalibro è impegnata a promuovere la lettura tra adulti e bambini organizzando iniziative ed eventi culturali, inoltre i volontari dell’associazione gestiscono i Punti di Lettura di Baggiovara, Cittanova, Cognento, Modena Est, San Damaso, Quattro Ville, Teodora nel reparto pediatrico del Policlinico e partecipano al progetto Nati per Leggere.
Per informazioni e iscrizioni: ilsegnalibromodena.org.
Un corso per riscoprire il piacere della lettura ad alta voce per incantare i bambini, farli viaggiare con la fantasia attraverso suoni, colori, facendone vibrare sensazioni e immagini.

Presenze di spirito

cover_presenze_spiritodef-12-212x300.jpgA inizio settimana avevo segnalato a tutti gli aspiranti scrittori e (o) poeti il concorso letterario realizzato da una associazione modenese. Ma che ne dite sabato pomeriggio, dopo un paio di ore di shopping e prima di buttarvi nella movida notturna, di fare un salto al Salotto Culturale Agazzotti (viale Martiri 38) per la presentazione di un libri in una modalità…fantastica?
Sabato 14 gennaio alle 17.30 i Semi-Neri presenteranno la nuova antologia di racconti “Presenze di Spirito” con un reading-spettacolo che evocherà i personaggi e le storie dei dodici narratori e dei due poeti  che, nel nuovo libro, si sono ispirati alla la tradizione delle ghost stories elaborandola secondo il proprio gusto, la propria fantasia ed immaginazione.
Voci narranti sono Daniela Ori, Gabriele Sorrentino, Enrico Solmi e Daniela Di Bernardo, con l’accompagnamento musicale al pianoforte del maestro Lucio Diegoli.
Ma cosa sono i fantasmi? C’è chi dice che sono lo spirito del passato irrisolto che tormenta. O le anime dei defunti che cercano vendetta, o semplicemente anime che devono compiere un certo percorso per poi, finalmente, trapassare nell’aldilà. Una volta le storie di fantasmi venivano raccontate ai bambini per spaventarli, ma anche per metterli in guardia dai fantasmi della mente. Alcune storie contenute nel libro raccontano di oscure presenza, anime che non lasciano il mondo terreno e tormentano i vivi, ma narrazioni si ispirano, invece, proprio ai tormenti dell’animo: e fanno in ogni caso paura!
“Il risultato è una raccolta di storie eterogenee, non necessariamente horror. Alcuni racconti si ispirano al genere fantasy o al noir, altri sono storie d’amore che superano i confini del tempo, altri ricordano le antiche ballate della tradizione anglosassone, altri ancora rievocano esplicitamente antiche leggende irlandesi o traggono spunto dai racconti di Charles Dickens.”
Il libro si apre e si chiude con le poesie di Claudio Vincenzi e Massimo Vaccaro. Firmano i racconti dell’antologia: Sara Bosi, Simone Covili, Mirko Farnitano, Manuela Fiorini, Daniela Ori, Marco Panini, Adalgisa Pini, Francesca Poggioli, Massimiliano Grandini, Luca Rachetta, Enrico Solmi e Gabriele Sorrentino. Al Reading seguirà un aperitivo con gli autori.

L’ingresso costa 6,00 euro. E’ necessario prenotare telefonando al 392/0512219  (Gabriella), oppure al 3396559139 (Simonetta)

 

Gente di parola

incontro con gli autori,biblioteca comunale,readingQuando si tratta di libri sono sempre attenta, alla ricerca di nuove storie in cui potermi immergere.
A Formigine sabato 19 Novembre alle 17.30 presso la Biblioteca Daria Bertolani Marchetti (Villa Gandini – via S. Antonio, 4) si potranno incontrare “Gente di parola”.
Un incontro con dei giovani autori emergenti, tutti formiginesi (di nascita o di adozione).
3 giovani scrittori e 1 gruppo di scrittrici avranno l’opportunità di far conoscere la storia che hanno deciso di raccontare attraverso la voce di Lina Velardi.
Manuel Malavenda, con “Il bambino che voleva vedere l’alba”, (ed.Arduino Sacco) racconta del viaggio di Mathieu e del suo piccolo amico alla ricerca della pace in una terra magica. Una storia che cerca di insegnare qualcosa ai lettori e al protagonista che alla fine di questo cammino di vita si troverà cambiato per sempre. Un’appassionante avventura fantasy sul cambiamento e la fatica di crescere di ogni persona.
Effe Qu, un gruppo di cinque amiche (feminae quinque), Daniela, Luisa, Anna, Franca e Adriana, professioniste ed insegnanti, presentano “Senza tacchi a spillo” (ed. Idea), un libro che parla di viaggi, di donne e d’amicizia, attraverso appunti, pensieri, commenti, foto, conversazioni, aneddoti, scene comiche e imbarazzanti, discorsi seri, raccolti nel corso di brevi assenze dalle vite di ogni giorno, faticosamente ritagliate e gelosamente coltivate.
“Te lucis Ante (Tu prima della luce)” (ed. Apostrofo) è il romanzo di Rita Neri, e racconta la crescita interiore di un uomo inquieto che dal disordine mentale degli anni giovanili passa allo studio dei filosofi antichi, approdando alle lucide visioni e intuizioni che segneranno il suo profondo cambiamento.
E, in perfetto ordine alfabetico, ultima, ma non per importanza Daniela Tazzioli e le sue “Fiabe dal Nord” e “Puro amore” (ed. Infinito): pubblicati in contemporanea, una raccolta di fiabe per lettori di ogni età illustrate dell’artista modenese Pino Ligabue ed un romanzo che ha per protagoniste Kami e Annie, due serie insegnanti della scuola pubblica italiana, entrambe sposate e madri e la loro passione.
Un pomeriggio culturale e nuove idee di lettura.

 

Aperitivo con l’autore

libri a modena,aperitivo con l'autore,readingSecondo me una delle cose più belle è poter ascoltare un autore che racconta del suo libro dal vivo. Se poi l’autore è anche uno dei miei preferiti, direi che faccio di tutto pur di non perdermi quello che in gergo si chiama “reading”.
Al Baluardo della Cittadella (Piazza Tien An Men 5) da Giovedì 26 Maggio parte l’iniziativa “Aperitivo con l’autore”: 10 incontri con altrettanti scrittori, all’ora dell’aperitivo su una delle terrazze più affascinati di Modena.
Si comincia con Michele Smargiassi, articolista di Repubblica, per il quale cura anche un blog in cui parla di fotografia “Fotocrazia”. “Ora che ci penso, la storia dimenticata delle cose quotidiane” è un libro che ci racconta di tutti quegli oggetti o quelle piccola abitudini che diamo per scontato nella nostra vita, ma di cui sentiremo sicuramente la mancanza se all’improvviso sparissero.libri a modena,aperitivo con l'autore,reading
Certo, molte ne sono uscite (ricordate la carta carbone?), altre sembrano ormai relitti di un tempo che non c’è più (vi scambiate ancora biglietti d’auguri con immaginette sacre, per Natale e Pasqua?). Ci sono dettagli a cui non prestiamo attenzione ma che impregnano i nostri percorsi quotidiani, come ad esempio il gesto automatico di sorridere nelle fotografie (in quelle d’epoca non succede mai) o le musiche di sottofondo presenti in metro, ristoranti, sale d’attesa.
Lascio qui il programma completo:
• Gio 26 maggio ore 19.00 Roberto Alperoli (Assessore alla Cultura del Comune di Modena) e Antonio Ramenghi (direttore Gazzetta di Modena) presentano “Ora che ci penso” di Michele Smargiassi, Dalai editore.
• Lun 6 giu giugno ore 21.00 Valerio Massimo Manfredi presenta “L’America è qua” di e con Umberto Panini, Franco Cosimo Panini Editore.
• Gio 16 giugno ore 19.00 Beppe Cottafavi presenta Maurizio Garuti “Italiani, la storia che ride” Aliberti con Ivano Marescotti.
• Gio 23 giugno ore 19.00 Paolo Battaglia presenta il reading “Route 66” Anniversary Book con il bassista Rigo Righetti
• Gio 30 giugno ore 19.00 Beppe Cottafavi presenta “Spinoza.it, ” a cura di Stefano Andreoli e Alessandro Bonino, Aliberti.
• Gio 7 luglio ore 19.00 Giuseppe Catozzella presenta “Alveare, il dominio invisibile e spietato della ‘ndrangheta del Nord” Rizzoli.
• Mar 12 luglio ore 21.00 Andrea Del Monte presenta Don Andrea Gallo “Di sana e robusta costituzione” Aliberti.
• Gio 14 luglio ore 19.00 Stefano Andreoli e Beppe Cottafavi presentano “Chi ha ciulato la corrente del golfo?” di Maurizio Milani, Aliberti.
• Gio 21 luglio ore 19.00 Beppe Cottafavi presenta il romanzo “Il cuore ha le sue ragione” di Pierluigi Celli, Piemme.
• Gio 28 luglio ore 19.00 Mario Giordano presenta “Sanguisughe” Mondadori.