Note in bilico

musica,centro musica,concorso musicale,music factoryEd eccomi all’appuntamento del lunedì con la segnalazione di un concorso per giovani artisti emergenti.
Si chiama Note in bilico il concorso rivolto a giovani musicisti e band per la realizzazione di un brano musicale promosso dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena in collaborazione al Centro Musica.
Tema al centro del concorso la precarietà, in ambito lavorativo, affettivo, familiare e più in generale in ogni aspetto della vita, una realtà con cui ogni giorno non solo i giovani, ma soprattutto loro, devono fare i conti.
Il concorso prevede la selezione dei cinque migliori testi, anche già arrangiati, scelti tra quelli che perverranno entro il 16 marzo 2013 al Centro Musica (via Due Canali Sud 3, tel. 059.2034810, cmusica@comune.modena.it). Possono partecipare artisti e gruppi musicali di Modena e provincia la cui maggioranza dei componenti abbia un’età inferiore ai 30 anni. Sono ammessi tutti i generi musicali e l’iscrizione è gratuita.
I gruppi e i cantanti selezionati parteciperanno nei mesi di marzo e aprile al laboratorio “Music factory: dal testo al suono, l’arrangiamento di un brano musicale”, condotto dal musicista Alex Class, il bassista di Irene Grandi. Il laboratorio è organizzato dal Centro musica per accompagnare le giovani band nel lavoro di elaborazione della canzone. Successivamente i cinque gruppi si esibiranno al Live Contest in programma il 25 maggio alla Tenda di viale Molza e durante il concerto una commissione sceglierà i tre vincitori del concorso. Al primo classificato andranno 600 euro in buoni per acquisto di strumenti musicali, mentre il secondo premio consiste in due giornate di registrazione. Infine, il terzo classificato si aggiudicherà due abbonamenti mensili in sala standard nelle sale prove Mr. Muzik.
I momenti più significativi di tutto il percorso, dal laboratorio al concerto, saranno raccolti in un video pubblicato e diffuso tramite i canali comunicativi dell’Amministrazione e del Centro musica.
Il testo completo del bando è scaricabile dal sito musicplus.it.


Live Sound Education 2012

corso di musica,musica,il mestiere della musica,centro musicaIl Centro Musica di Modena, il centro regionale per la promozione e la produzione musicale giovanile, anche per quest’anno organizza dei corsi che possono trasformare una passione in un mestiere. Perché fare della musica non significa solo stare su un palco, ma ci sono altri mestieri indispensabili per la buona riuscita di uno spettacolo.

C’è tempo fino al 14 novembre per iscriversi al corso base per tecnico del suono. Il 19, 20 e 21 novembre, tre serate per approfondire gli aspetti principali: la ripresa di una sorgente, l’analisi di una scheda tecnica, mixer ed effetti, monitoraggio, cablaggi e connessioni, P.A. Il 26, 27 e 28 novembre sarà invece la volta del corso base per tecnico luci, che prevede l’analisi degli aspetti legati all’elettrotecnica di base (corrente e tensione, conduttori e isolanti, cavi, sicurezza) e alla fisica della luce (proprietà, trasmissione, percezione) per arrivare alle varie tipologie di lampade e sistemi ottici usati nello spettacolo, dimmer, controlli con mixer e software. In questo caso le iscrizioni scadono il 21 novembre. Entrambi i seminari, condotti da Filippo Stanzani e Fabio Vignaroli, si svolgeranno al Centro Musica di Modena (via Due Canali Sud 3) e le serate conclusive all’Off di via Morandi. La quota per un corso è 60 euro, mentre per frequentarli entrambi il costo è di 100 euro.

La novità di quest’anno riguarda il corso Manuale di sopravvivenza sul palcoscenico per cantanti e band. Il 3, 4, 5 dicembre Filippo Stanzani e Fabio Vignaroli spiegheranno ai musicisti quanto occorre assolutamente sapere in tema di acustica, elettroacustica, back-line, organizzazione di palco, service audio, tecnici e promoter. Il tutto con esempi e dimostrazioni, videoproiezioni, immagini, grafici ed ascolto. La quota di partecipazione è di 60 euro e le iscrizioni scadranno il 28 novembre.  

Per informazioni e iscrizioni: Centro Musica tel. 059 2034810, cmusica@comune.modena.it (informazioni e dettagli su www.musicplus.it).

Concerto per l’Emilia

concerto-per-lemilia.jpgIl 25 giugno tutta [quasi] l’Emilia Romagna che canta e che conta sarà allo stadio dall’Ara di Bologna per il Concerto per l’Emilia, organizzato con tanto di diretta su Rai1 per raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto.
Un tutto-esaurito annunciato, considerato l’elenco di musicisti e cantanti che hanno aderito all’iniziativa. Paolo Belli, Ligabue, Laura Pausini, Francesco Guccini, Samuele Bersani, Modena City Ramblers con Cisco, Nek e poi Caterina Caselli, Luca Carboni, Andrea Griminelli, Cesare Cremonini, Andrea Mingardi, Stadio, Zucchero, Gianni Morandi, e sembra abbia aderito anche Raffaella Carrà. Insomma, sono tantissimi gli artisti che hanno risposto all’appello di Beppe Carletti dei Nomadi, e tutti a titolo gratuito. La serata sarà presentata da Fabrizio Frizzi, atteso un commosso omaggio a Lucio Dalla che, assicurano organizzatori, “sarebbe stato il primo a mettersi in gioco”.
Ma ormai non c’è evento che non sia organizzato ricordando che a pochi chilometri da Modena ci sono persone che hanno bisogno di aiuto.
Solo un paio di giorni per prenotare un posto alla cena di beneficenza di martedì 26 giugno che si terrà al Museo Casa Enzo Ferrari. “Ti voglio bene, Bassa!” è stata ideata dalla Fondazione Casa di Enzo Ferrari in collaborazione con l’associazione Rock no War ONLUS, per raccogliere fondi per la ricostruzione di una scuola dell’infanzia di Medolla.ti voglio bene bassa.jpg
Il menu della cena prevede diverse portate cucinate dagli chef del Consorzio con prodotti della nostra terra, l’Emilia. L’offerta minima per la prenotazione della cena, che comprende anche la visita al Museo ed un intrattenimento musicale del gruppo jazz Claudio Messori Quartet, è di 50 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini. I bambini dalle ore 21.30 potranno anche partecipare al laboratorio “Teste pensanti, teste sognanti” ideato e offerto dalla Bottega di Merlino di Laura Scapinelli.
E tenetevi liberi per martedì 3 luglio: al Parco Ferrari, con la collaborazione di Radio Bruno, ci sarà un altro concerto il cui incasso sarà donato ai comuni della bassa modenese colpiti da terremoto. Qualche nome? I Modà, Francesco Renga, Paolo Belli, Noemi, Marco Mengoni, Stadio, Emma, Dolcenera, gli Zero Assoluto, i Sonohra.
Un altro grande momento di musica e solidarietà.



 

I martedì di Piazza XX Settembre

SOS_EMILIA.jpgIn Piazza XX Settembre tornano gli appuntamenti serali dei Martedì di Giugno organizzati dall’Associazione Modenamoremio, a cui si affiancheranno anche i Giovedì, ma di quelli vi parlo nel prossimo post.
Avrebbero dovuto iniziare il 5 giugno, ma il terremoto oltre a scuotere la terra emiliana, ha cambiato e modificato molte cose.
Si inizia quindi Martedì 12 Giugno, per poi proseguire con il 19 e il 26, con 40 spettacoli di musica e danza che danno il benvenuto all’estate in centro storico. Gli spettacoli inizieranno a partire dalle 21 per concludersi alle 23, per chi lo desidera la festa comincia prima di cena con gli street bar e i pub che proporranno freschi aperitivi, degustazioni e iniziative ad hoc per la serata. Ristoranti, pizzerie e trattorie accoglieranno invece chi vuole attendere l’inizio degli spettacoli a stomaco pieno, scegliendo una ghiotta cena comodamente seduto a tavola.
Senza dimenticare che a meno di 30 chilometri da noi il terremoto ha colpito talmente forte da lasciare migliaia di persone senza casa e una terra devastata.
Tutte le serate dei Martedì di Giugno e le Notti di Piazza XX Settembre avranno come protagonista un momento di solidarietà verso le popolazioni della Bassa Modenese, ed è con il pensiero rivolto alla concreta solidarietà che verrà organizzata una LOTTERIA dove importanti aziende contribuiranno a mettere in palio ambiti premi:

• 1 WEEKEND DI DUE NOTTI in mezza pensione per due persone a Ischia offerto da Iter Agenzia Viaggi e Turismo
• 1 BEAUTY DAY per due persone al Centro Benessere Spa Balnea Terme della Salvarola
• 1 CENA per 4 persone presso la Caffetteria lounge bar del Museo Casa Enzo Ferrari
• 1 CITY BIKE da uomo offerta da Chiossi Cycles
• 1 BORSONE IN PELLE offerto dalla Pelletteria Beltrami

I biglietti, al costo di 2,5 euro, potranno essere acquistati presso l’ufficio di Modenamoremio (via Scudari 12), i negozi aderenti e durante gli spettacoli realizzati in Piazza XX Settembre. L’estrazione verrà effettuata a conclusione della serata di giovedì 28 giugno.
L’intero ricavato sarà devoluto al Comune di Finale Emilia pro SOS Emergenza Terremoto.


 

Baci e abbracci a Mezzanotte

capodanno,festa di capodanno,concerto di capodanno,musica,emiliamixtape,musica indipendenteEd eccomi arrivata all’ultimo post dell’anno. L’impegno a raccontare qualcosa della città di Modena, iniziato un po’ per gioco e un po’ per scommessa, va avanti ormai da 31 mesi, ed è un’appuntamento a cui non saprei rinunciare. Odio i post di fine anno con bilanci dell’anno passato e buoni propositi per l’anno futuro, quindi faccio quello che mi riesce meglio e vi racconto cosa fare per festeggiare la fine dell’anno, rimanendo in città.
Anche quest’anno in Piazza Grande si festeggia il Capodanno con la manifestazione “Baci e abbracci in città”. A partire dalle 22 si alterneranno sul palco tre band giovanili emiliane “The villains”: “con una frontwoman come i Blondie, ma loro sono più rock e meno pop. […] che cantano in inglese perché il rock’n’roll lo vuole e lo pretende.”. I “Milaserveaitavoli”: “sono cinque teste pensanti che amano la musica in tutte le sue forme, trasformano le emozioni in testi cantautorali e melodie senza paura di contaminazioni, sempre alla ricerca di innovazioni ed originalità per riuscire a suscitare in voi ascoltatori la curiosità di scoprire la vera anima di Mila…” e i “Tange’s time”: “durante i loro concerti è possibile vedere animali aggirarsi su un palco in stile bucolico, in uno spettacolo delirante, ma allo stesso tempo innovativcapodanno,festa di capodanno,concerto di capodanno,musica,emiliamixtape,musica indipendenteo […] E mai ti aspetteresti di sentire canzoni con testi di denuncia sociale vera e propria, come “Frutta”: ascoltare per credere!” [fonte]
Un’esplosione di energia che scalda il pubblico in attesa degli auguri a mezzanotte da parte del sindaco e il concerto dei Modena City Ramblers, che festeggeranno i loro vent’anni di carriera sul palco modenese.
Se invece stare al freddo è una cosa che vi alletta poco, come alternativa si può decidere di attendere il nuovo anno al circolo Vibra per il “Capodanno Popolare” e low cost, in compagnia dei dj di Radio Antenna Uno. Oppure danzare nel nuovo anno al ritmo latinoamericano del Florida. Mentre per gli amanti del liscio alla Polisportiva Modena Est si entra nel nuovo anno danzando sulle note dell’orchestra di Castellina Pasi.
Qualunque sia la colonna sonora con cui salutare questo 2011 e dare il benvenuto all’anno 2012 … Marlene e questo blog vi augurano un buon anno.

 

Piccole Band Crescono

piccolebandcrescono.jpgMi sono ritrovata spesso a parlare delle iniziative del Centro Musica di Modena, che dal 1994, collaborando anche la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Modena, diverse associazioni culturali e di categoria del settore musicale, svolge un ruolo di aiuto e sostegno per i giovani che vogliono intraprendere l’attività musicale, come mestiere e non solo come hobby.
Con EmiliaMixTape ha messo a disposizione un palco virtuale dove le band emergenti possono farsi ascoltare e conoscere.
Mentre fisicamente il Centro Musica si è ampliato, affiancando agli spazi già esistenti, come lo sportello informativo e di consulenza, l’auditorium e le sale corsi in Via Due Canali Sud,  il servizio di sale prove Mr. Muzik per gruppi e musicisti (5 sale prove attrezzate) e la sala concerti Off da 120 posti, nella palazzina di via Morandi, 71.
E per il settimo anno hanno organizzato il Festival “Piccole Band crescono”, un concorso riservato ai musicisti fra i 13 e i 15 anni, singoli o che fanno parte di una band.
I ragazzi selezionati avranno la possibilità di partecipare a incontri e lezioni con Alex Class, bassista anche di Irene Grandi e Bugo, un musicista professionista da anni responsabile del progetto, che curerà e arrangerà con i ragazzi i loro brani, inediti o cover, li consiglierà e li supporterà.
La modalità è la stessa degli anni precedenti: saranno selezionati sette progetti musicali che, attraverso un percorso di prove guidate curato da un musicista professionista, preparerà i gruppi a un concerto finale. Per partecipare è sufficiente compilare la scheda che è stata distribuita in tutte le scuole medie e superiori della città, scaricabile anche da internet (www.musicplus.it), e inviarla o consegnarla entro venerdì 27 gennaio al Centro musica, che si trova in via Due Canali sud 3.
Piccoli musicisti modenesi crescono.

 

Live Sound Education 2011

corso_musica1.jpgLa musica è fatta di tante professionalità, e a Modena c’è tempo fino all’11 ottobre per iscriversi ad un corso che può trasformare una passione in un mestiere.
Il Centro musica del Comune di Modena organizza “Live Sound Education 2011″, un corso di specializzazione per chi opera nel campo della musica live. Il corso, giunto alla 16esima edizione, propone quest’anno due seminari tematici di due giorni ciascuno.
   Il corso dedicato al mestiere del fonico di palco si svolgerà il 18 e 19 ottobre e sarà dedicato alle implicazioni tecniche e alle possibili evoluzioni della professione. Durante la due giorni saranno affrontate alcune tematiche specifiche del mestiere del sound engineer, come l’ acustica applicata al monitor, il mixing land: monitor vs FOH: i “ferri” del mestiere, tipologie monitor tradizionali: wedge, drumfill, side, tipologie monitoraggio in cuffia: sovraurali, auricolari, wired/wireless, microfoni e gestione rientri, in compagnia dei relatori Gianluca Cavallini e Arturo Pacini.
  

Il secondo corso che si svolgerà il 15 e 16 novembre è invece intitolato “Un impianto live: dal disegno alla messa a punto” e costituisce un approfondimento su preparazione, progettazione, logistica, tecnica di un evento live, dall’acquisizione delle informazioni all’ultima fase di sound check. A condurre il seminario saranno Andrea Taglia, Mario di Cola, Davide Carlotti, Arturo Pacini.
  

Entrambi i seminari si svolgeranno dalle 9 alle 19 nella sede del Centro musica; la quota di frequenza di ciascuno è di 180 euro e saranno ammessi al massimo 30 allievi. I partecipanti saranno selezionati in base al curriculum lavorativo e all’ordine di arrivo delle domande di ammissione, che devono essere inoltrate a mezzo posta, fax, e-mail o consegnate a mano entro l’11 ottobre per il primo seminario e entro l’8 novembre per il secondo al Centro Musica, via Due Canali Sud 3, 41122 Modena, fax 059 314377 (e mail: cmusica@comune.modena.it).
Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al Centro musica (tel. 059 2034810) o direttamente al curatore Fabio Vignaroli (cell. 348 4125357, fabiovignaroli@me.com).

 

Una volta al mese lascio questo blog a disposizione di chi vuole raccontare qualche angolo nascosto di Modena, o commentare quello che succede nella nostra città. Scrivetemi a vmodenablog@virgilio.it e potreste essere la prossima (ma anche il prossimo) guest-blogger.

 

EmiliaMixTape

emiliamixtape.gifUn palco virtuale è quello messo a disposizione dal Centro Musica dell’assessorato alle politiche giovanili del Comune di Modena. E’ Emiliamixtape, un blog in cui la scena musicale indipendente emiliana è raccontata direttamente dalla voce dei protagonisti, che hanno a disposizione un loro spazio per farsi conoscere.
Il blog è nato a Ottobre del 2010, ma ammetto di non essere una gran intenditrice di musica, anche se credo che il progetto sia una bella vetrina per chi vive della propria musica.
Ogni artista può auto-promuoversi attraverso il blog inviando alla redazione di EmiliaMixtape immagini e link a siti, video, tracce audio, e tutto quello che può farlo conoscere meglio, all’indirizzo emiliamixtape@comune.modena.it
L’obiettivo è offrire a musicisti, cantanti, gruppi, appassionati, critici e visitatori occasionali un blog ricco di contenuti testuali, ma soprattutto multimediali, come video, link e mp3 immediatamente accessibili, consultabili e commentabili, aperti ad un continuo aggiornamento.
Ne esce un blog in continua evoluzione, uno spazio virtuale in cui ascoltare musica e parole, vedere immagini e video, confrontarsi, scambiarsi idee e magari far nascere anche nuovi progetti.
Per ulteriori informazioni, oltre che connettersi al blog all’indirizzo http://emiliamixtape.blogspot.com/ si può anche contatare il Centro Musica in via Due canali sud 3, tel. 059 2034810.

Al via “Periferico: eventi contemporanei”

simbolo periferico 09.jpgAvevo pubblicato volentieri la ricerca di artisti per dare vita al programma “Periferico: eventi contemporanei” del Centro Spaziolelune. E adesso state pronti a segnare le date che il cartellone è deciso.
Dal cinema muto rivisitato in chiave indie rock dai Drunken butterfly a una “Lezione d’Africa” con 20 tra cantanti e danzatori. Dall’intimità delle performance di Caterina Moroni, per due spettatori alla volta, al concerto su pellicola fotografica “Disperato moderato con brio”. Dall’incontro “La città sensibile”, dove tutti i partecipanti saranno invitati a condividere i propri “luoghi del cuore” di Modena, alla festa notturna “Tea room”, in cui si alterneranno sul palcoscenico letture, musica e danza a cura di artisti locali.
Con 11 eventi (tutti a ingresso gratuito) per 8 serate in 4 luoghi della periferia di Modena torna, da mercoledì 1 a domenica 12 dicembre, il festival di eventi contemporanei “Periferico”, prodotto dall’associazione culturale Amigdala e dedicato “alle periferie delle città e delle arti”.la prima periferia1.jpg
Concerti, spettacoli, installazioni e performance di “Periferico”, che quest’anno giunge alla terza edizione, coinvolgeranno quattro luoghi di Modena, tutti fuori dal centro storico: Spaziolelune, nel quartiere Sacca (via Staffette Partigiane 31/b), Dead Meat /Iride Fixed e West Village Gallery al Villaggio Artigiano (rispettivamente via della Chiesa 172 e via De’ Gavasseti) e Officina Emilia (via Tito Livio 1). Sui quattro palcoscenici, “Periferico” porterà 9 compagnie giovani caratterizzate dalla sperimentazione e dalla ricerca. In particolare, l’edizione 2010 vedrà tre progetti appositamente realizzati per il festival (“Lezione ‘Africa” con il coro delle donne migranti Chemin des femmes e i danzatori mozambicani Machaka, “Copy.right?” di Fagarazzi e Zuffellato e “Disperato moderato con brio” di Clarelli/Della Barba/Herin) e un’anteprima assoluta degli Aidouru, che porteranno in scena il primo studio del loro nuovo concerto-recital.
L’ingresso è gratuito con tessera dell’associazione Amigdala, che costa 2 euro e si può fare prima di ogni spettacolo. Si consiglia la prenotazione al 331 9910179. Il programma completo su www.spaziolelune.mo.it.

Diventa anche tu Fan del Blog di Modena su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Modena e provincia.

Manifesto abusivo Tour

samuele-bersani1.jpeg“Le mie parole son capriole
palle di neve al sole
razzi incandescenti prima di scoppiare
sono giocattoli e zanzare, sabbia da ammucchiare
piccoli divieti a cui disobbedire
sono andate a dormire sorprese da un dolore profondo
che non mi riesce di spiegare
fanno come gli pare
si perdono al buio per poi ritornare”


In “Le mie parole” ho sempre invidiato a Samuele Bersani la capacità di riuscire a raccontare il suo personale mestiere di scrivere. Stasera Mercoledì 21 Luglio dalle 21 Piazza Grande ospiterà il “Manifesto Abusivo Tour”, una delle tappe del tour del cantautore emiliano. Samuele Bersani mi ha sempre colpito per la sua ironia, per la sua capacità di mescolare a pezzi di autentica poesia, testi che si ispirano alla cronaca e all’attualità più spietata offrendo a noi ascoltatori punti di vista originali e inaspettati.
Se nono conoscete Samuele Bersani posso dirvi che ascoltare le sue canzoni è come vedere proiettato un cortometraggio. Attraverso le sue parole riesce a creare ambienti, personaggi e storia, facendoli apparire come per magia davanti ai nostri occhi, stregati dalla sua musica, colonna sonora di piccoli film perfetti.
Oltre alla musica in Piazza Grande troverete anche i volontari di Emergency. Samuele Bersani ha offerto la sua collaborazione ad Emergency e devolve l’intero ricavato della vendita delle t-shirt ufficiali dei concerti, realizzata da Paolo Campinotti, al Centro pediatrico di Bangui in Repubblica Centrafricana. Impegno che sottolinea e conferma la sensibilità di questo cantautore fuori dagli schemi usuali della musica commerciale.
Questa sera lo spettacolo lo offre la città di Modena, quindi se siete di passaggio potete fermarvi e godervi il concerto in maniera totalmente gratuita.