Fantastiche matite

concorso di arte grafica,apocalisse,zombie,meteoriti,maya,fine del mondoLe visioni di un mondo post-apocalittico ci hanno accompagnato per gran parte del 2012, con la fine del mondo predetta dai Maya, e gli scenari vari ed eventuali a cui il mondo si sarebbe ridotto a causa di eventi catastrofici e distruttivi. Dal punto di vista cinematografico è stato un filone molto prolifico, con un inquietante, ma anche catartica, produzione di pellicole cariche di ansie da fine del mondo: dal contagio che ci riduce a zombie affamati di cervelli umani all’incubo nucleare, dalla natura fuori controllo che si impossessa nuovamente del pianeta al cannibalismo, insomma c’è n’è davvero per tutti i gusti e fobie. Questo mondo post-apocalittico popola anche gli incubi di alcuni disegnatori, e se avete almeno 14 anni, potreste partecipare al concorso grafico organizzato dalla biblioteca Crocetta di Modena, condividere le vostre visioni e tentare di vincere i premi in palio.
Fantastiche matite è un concorso di arte grafica aperto a tutti i disegnatori dai 14 ai 99 anni, e il tema è “Immaginare il futuro. Visioni e sogni post-apocalittici”.
Ogni concorrente può partecipare con una sola tavola A4 (21 x 30 cm) realizzata come illustrazione o fumetto. La tavola dovrà essere consegnata o inviata in formato cartaceo alla biblioteca Crocetta, corredata da nome, età e recapito dell’autore. Data limite per la consegna: lunedì 11 marzo 2013. 
Le opere selezionate saranno esposte presso la biblioteca dal 18 al 30 marzo e verranno votate dai visitatori della mostra.
Le due opere più votate durante il periodo della mostra, una per sezione, saranno premiate con un buono acquisto da 200 € presso l’ipermercato Leclerc Conad (centro commerciale La Rotonda). E per i più veloci che consegneranno le tavole entro il 28 febbraio 2013, vedranno le loro opere trasformate in un e-book ottimizzato per iPad scaricabile dall’Apple store e dal sito delle biblioteche del comune di Modena (www.comune.modena.it/biblioteche).

Grande festa per il ventennale della Biblioteca Delfini

biblioteca delfini,concorso di fotografia,concorso letterario,concorso di arte graficaI festeggiamenti per il ventennale dell’inaugurazione della Biblioteca Delfini stanno per concludersi, e lo faranno domenica 16 dicembre con una festa che durerà tutto il pomeriggio.
Per chi mi legge post dopo post, senza perdersi una sola uscita, sa che di questa festa ne ho parlato spesso. La biblioteca ha organizzato eventi sparsi in tutti i mesi dell’anno per coinvolgere chi la frequenta abitualmente, ma anche chi aveva voglia di mettersi in gioco, e con questa festa collettiva chiude, simbolicamente, un anno di intensa attività.
Presso la Sala Chiesa sarà allestita la mostra fotografica UN CLIC PER LA DELFINI, realizzata grazie agli scatti di tutti i partecipanti al concorso di questa estate. I migliori scatti sono diventate cartoline celebrative del ventennale della biblioteca, e sarà possibile acquistarle durante la manifestazione.
Alle 17.30 in sala conferenze ci sarà la presentazione del volume dedicato ai 20 anni della biblioteca SE TI DICO DELFINI… Una biblioteca raccontata dai suoi lettori, anche questo realizzato con i racconti raccolti grazie ad un concorso letterario (a cui avrei voluto partecipare, ma come al solito mi sono lasciata sfuggire). Saranno presenti Roberto Alperoli (Assessore alla cultura), Ugo Cornia (scrittore) e Giorgio Scaramuzzino (attore e regista).
A seguire la proiezione delle fotografie UN CLIC PER LA DELFINI, durante la visione le fotografie saranno commentate con gli artisti Franco Vaccari e Luciano Bovina.
Nella Zona Holden a partire dalle 16.30 a conclusione del Laboratorio di scrittura fantasy FANTASTORIE, incontro con gli autori Cecilia Randall e Leonardo Patrignani, conduce Stefano Ascari.
La manifestazione si conclude con il concerto VOCI PER LA DELFINI, del coro Luigi Gazzotti che presenta brani della cultura musicale europea e della tradizione natalizia con qualche sorpresa…che si terrà nel chiostro della biblioteca a partire dalle 19.15.
E per concludere, panettone e vin brûlé per tutti.

Programma completo www.comune.modena.it/biblioteche

Chiuso ad arte

 john fekner, street art, graffiti, concorso di arte graficaAdoro sapere come vanno a finire le storie, soprattutto se sono quelle che coinvolgono la mia città. Sembra un tempo tanto lontano il 18 giugno quando ho raccontato di Chiuso ad Arte, il progetto di riqualificazione urbana del centro storico di Modena con cui gli Assessorati alle Politiche Economiche, al Centro storico e alla Cultura del Comune di Modena cercavano progetti per realizzare opere d’arte sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari degli esercizi commerciali coinvolti nell’iniziativa.
In concomitanza con il Festival della Filosofia, venerdì 14 e sabato 15 settembre gli artisti, durante una due giorni di work in progress e di lavoro comune, realizzeranno sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari, i loro progetti con interventi di pittura a smalto.
Agli artisti era stato richiesto di realizzare progetti di opere sul tema Oltre, immaginando tutto quello che c’era, c’era stato o ci poteva essere dietro la saracinesca.
Sette di loro sono stati selezionati: Pietro Anceschi, Giorgio Bernucci, Alessio Bogani e Omar Nardi, Roberto Leoni, Mattia Scappini, Mattia Tagliazucchi e li vedremo all’opera fra via Carteria e via Bonacorsa, per rendere il paesaggio urbano meno grigio e onirico.
Per l’occasione sarà pubblicato un pieghevole contenente le riproduzioni dei progetti selezionati, le biografie degli artisti e la mappa delle opere. Il catalogo digitale sarà elaborato successivamente, dopo aver effettuato la documentazione fotografica dei lavori realizzati e sarà pubblicato sul sito di Giovani D’Arte www.comune.modena.it/gioarte.

Un click per la Delfini

biblioteca delfini,concorso di fotografia,concorso letterario,concorso di arte graficaAttraverso le pagine di questo blog racconto cosa succede a Modena, racconto di Modena, ma racconto anche di me. Avevo appuntato una data: il 20 giugno. Ultimo giorno utile per poter partecipare al concorso letterario “Se ti dico Delfini…” per racconti brevi ispirati o ambientati alla Biblioteca Delfini. Volevo partecipare, ho iniziato a scrivere nel web perché mi piace scrivere, e invece fra l’impegno di “TerreMOti racconto” e una buona dose di pigrizia [ma potrei aggiungere anche il mio lavoro, ma poi fa troppo melò] la data segnata sul calendario è diventato un inutile cerchio rosso.
Ma se siete fotografi, o aspiranti tali, il concorso per festeggiare i venti anni della Delfini per voi si chiude il 28 luglio.
“Un clic per la Delfini” è il concorso fotografico il cui obiettivo è quello di selezionare 5 fotografie che saranno utilizzate per la produzione e diffusione di 5 cartoline celebrative.
Le immagini, inedite, a colori o in bianco/nero, possono essere sia in formato orizzontale che verticale, ma sempre con lati in proporzione 2×3. Possono essere realizzate con qualsiasi dispositivo fotografico, purché dotate di un’alta risoluzione. Ogni partecipante, o gruppo di partecipanti, potrà partecipare con al massimo 5 foto, che dovrà inviare entro il 28 luglio 2012 in formato elettronico all’indirizzo giuseppe.marano@comune.modena.it oppure recapitate su cd a mano o per posta direttamente in alla Biblioteca Delfini, in corso Canalgrande 103.
Le foto vincitrici del concorso saranno utilizzate per realizzare 5 cartoline formato 10×15, a colori o in bianco/nero, per la celebrazione del ventesimo anniversario, oltre a realizzare un un e-book scaricabile direttamente dal sito delle biblioteche.
Non fate come me: segnate la data e partecipate.

 

Chiuso ad arte

john fekner,street art,graffiti,concorso di arte graficaJohn Fekner ha definito l’arte di strada come “tutta l’arte sulla strada che non è graffiti”.
La street art è la cultura urbana moderna, e da quando i disegni [chiamiamoli così] hanno smesso di essere considerati atti di semplice vandalismo, ma sono stati considerati un linguaggio dell’arte, hanno trasformato alcune aree cittadine in un museo a cielo aperto.
Nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana del centro storico di Modena, gli Assessorati alle Politiche Economiche, al Centro storico e alla Cultura del Comune di Modena, lanciano il concorso “Chiuso ad Arte”. Si cercano progetti per realizzare opere d’arte sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari degli esercizi commerciali coinvolti nell’iniziativa.
La prima edizione di Chiuso ad Arte si snoderà nell’area che comprende via Carteria, via Sant’Eufemia e via Malatesta, a sud-ovest del centro storico e la sua realizzazione è prevista per il 13 e 14 settembre 2012, in concomitanza con il Festival della Filosofia. Le opere di pittura verranno realizzate dagli artisti selezionati, in una due giorni di work in progress, sulle saracinesche messe a disposizione dai proprietari. Un’apposita commissione, costituita da operatori ed esperti del settore, avrà il compito di individuare, tra gli elaborati presentati dai candidati, un numero di progetti corrispondente alle saracinesche individuate, in base alla qualità, l’originalità e i contenuti consoni alla loro collocazione nel centro storico.
L’inaugurazione di Chiuso ad Arte avrà luogo, al termine dei due giorni di lavoro degli artisti, lungo tutto il percorso delle opere. Per l’occasione sarà realizzato un pieghevole contenente le riproduzioni dei progetti selezionati, le biografie degli artisti e la mappa delle opere. Il catalogo digitale sarà elaborato successivamente, dopo aver effettuato la documentazione fotografica delle opere realizzate e sarà pubblicato sui siti degli enti promotori. Si ha tenpo fino al 16 luglio per partecipare alla selezione.
E non confondete gli artisti di street art con i vandali.


 

Se ti dico Delfini…

Biblioteca4.jpgNel ventennale dell’intitolazione della biblioteca ad Antonio Delfini, poeta e giornalista modenese, sono state organizzate una serie di iniziative che non hanno solo lo scopo di festeggiare, ma anche di coinvolgere i frequentatori, e non, della biblioteca.
Si è concluso con la vittoria della modenese Victoria Righi il concorso grafico per la progettazione del logo celebrativo, che sarà utilizzato per tutta la durata della manifestazione (e di cui avevo parlato qui).
Ma adesso sono chiamati a mettersi in gioco scrittori e fotografi, che potranno evocare la Biblioteca modenese attraverso le parole e le immagini.
“Se ti dico Delfini…” è il concorso letterario per racconti brevi ispirati o ambientati alla Delfini. Una giuria presieduta dallo scrittore modenese Ugo Cornia selezionerà i testi che verranno pubblicati nel volume e, più numerosi, in un e-book con lo stesso titolo.
I racconti devono essere in lingua italiana, al massimo di 6 cartelle (10.800 caratteri complessivamente), e dovranno essere inviati entro il 20 giugno 2012 all’indirizzo di posta elettronica biblioteche@comune.modena.it. Sul sito www.comune.mo.it/bilbioteche si trova il regolamento completo e la scheda di partecipazione.
“Un clic per la Delfini” è invece il concorso fotografico. Obiettivo è quello di selezionare 5 fotografie che saranno utilizzate per la produzione e diffusione di 5 cartoline celebrative.
Le immagini, inedite, a colori o in bianco/nero, possono essere sia in formato orizzontale che verticale, ma sempre con lati in proporzione 2×3. Possono essere realizzate con qualsiasi dispositivo fotografico, purché dotate di un’alta risoluzione. Ogni partecipante, o gruppo di partecipanti, potrà partecipare con al massimo 5 foto, che dovrà inviare entro il 28 luglio 2012 in formato elettronico all’indirizzo giuseppe.marano@comune.modena.it oppure recapitate su cd a mano o per posta direttamente in alla Biblioteca Delfini, in corso Canalgrande 103.
Le foto vincitrici del concorso saranno utilizzate per realizzare 5 cartoline formato 10×15, a colori o in bianco/nero, per la celebrazione del ventesimo anniversario, oltre a realizzare un un e-book scaricabile direttamente dal sito delle biblioteche.
Un’occasione per i modenesi di dimostrare il loro amore per questa città, oppure per farsela raccontare da chi questa città la vive, o l’ha vissuta, da emigrante.

 

La Biblioteca Delfini compie vent’anni e festeggia con tutti i suoi lettori

biblioteca delfini,concorso di fotografia,concorso letterario,concorso di arte graficaAntonio Delfini è stato uno scrittore, poeta e giornalista modenese a cui nel 1992 è stata intitolata la Biblioteca Delfini (Corso Canalgrande 103).
Per festeggiare il ventennale della Biblioteca sono state organizzate una serie di iniziative, tutte rivolte ai lettori, frequentatori e non della biblioteca, invitati a misurarsi con concorsi di scrittura, grafica e fotografia attraverso i quali raccontare la loro biblioteca.
Fino al 12 aprile è aperto il bando “Progetta il logo dei vent’anni”, che verrà utilizzato per tutte le comunicazioni della biblioteca fino a Marzo 2013.
A seguire, verrà lanciato il concorso letterario “Se ti dico delfini…” (aperto fino al 20 giugno), per racconti brevi ispirati o ambientati alla Delfini. Una giuria presieduta dallo scrittore Ugo Cornia selezionerà i testi che verranno pubblicati nel volume e, più numerosi, in un e-book con lo stesso titolo.
Agli appassionati di fotografia è riservato il concorso “Un clic per la Delfini” (aperto fino al 28 luglio): le cinque immagini più belle saranno riprodotte su altrettante cartoline-ricordo. biblioteca delfini,concorso di fotografia,concorso letterario,concorso di arte grafica
Con alcune limitazioni di età, la partecipazione ai concorsi è libera e gratuita e il premio, esclusivamente simbolico, sarà la soddisfazione di vedere pubblicato il proprio lavoro. (Tutti i regolamenti sono consultabili sul sito comune.modena.it/biblioteche).
Oltre ai concorsi, a Maggio è previsto un corso gratuito “A scuola dai bibliotecari” per imparare a destreggiarsi fra banche dati on line, e-book, e-reader: come trasformare il catalogo on line in pagina personale; come consultare, in biblioteca o da casa, la nuova piattaforma web Media Library on Line (quotidiani, video, film, musica e libri in più lingue 24 ore su 24); come cavarsela con gli e-book e come prenderli in prestito.
Consultate il sito della Biblioteca Delfini, perché questi sono solo alcuni degli appuntamenti che accompagneranno lettori e lettrici, fino alla vera e propria celebrazione con la festa del 28 novembre, a vent’anni esatti dalla conferenza inaugurale di Corrado Augias, “Si può leggere nonostante la tv?”.

VampiriaMO: vampiri a Modena

vampiriamo.jpgIl risultato del concorso “VampiriaMO” ha prodotto una mostra in cui la fanno da protagonista bare, sangue e esseri umani dall’aspetto soprannaturale, con orecchie a punta, unghie affilate e canini in evidenza… e la nostra Modena a fare da sfondo. Si può riconoscere il profilo della Ghirlandina, lo spazio aperto di Piazza Grande o di Piazza XX settembre o qualunque altra ambientazione tipicamente modenese. I disegni e le illustrazioni saranno in mostra fino a sabato 5 novembre alla biblioteca Crocetta (via Canaletto 108), e quale migliore momento che i giorni dedicati alla festa di Halloween per andare a visitarla?

Le opere vincitrici saranno premiate sabato 5 novembre alle 18 e la cerimonia sarà accompagnata dalla proiezione del mediometraggio horror “V”, di Piernicola Arena, Luca Toni e Massimiliano Belloi. La serata sarà condotta dal regista Stefano Ascari.
   Tutte le tavole confluiranno in un e-book ottimizzato per iPad scaricabile dall’Apple Store e dal sito delle Biblioteche del Comune di Modena.
Per informazioni si può telefonare alla biblioteca Crocetta (via Canaletto 108, Palazzina Pucci, tel. 059 2033606, aperta da lunedì a venerdì dalle 14.30 alle 19, giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19, sabato dalle 9 alle 12.30, www.comune.modena.it/biblioteche/vampiriamo).

Una volta al mese lascio questo blog a disposizione di chi vuole raccontare qualche angolo nascosto di Modena, o commentare quello che succede nella nostra città. Scrivetemi a vmodenablog@virgilio.it e potreste essere la prossima (ma anche il prossimo) guest-blogger.

 

 

VampiriaMO: vampiri a Modena

vampiri,vampiri a modena,concorso di arte grafica

“La prima forza del vampiro sta nel fatto che nessuno crede alla sua esistenza“. (Bram Stoker)

Si racconta che il primo racconto di vampiri della letteratura moderna sia “The Vampyre”, il lungo racconto di John William Polidori, scritto per una specie di scommessa a Villa Diodati, vicino Ginevra, nel 1816.
Se preferite le storie “classiche” di vampiri, se avete amato (come me) le “Notti di Salem” di King, o se preferite i vampiri che stranamente brillano al sole di Twilight, e vi piace disegnare, la Biblioteca Crocetta di Modena ha organizzato un concorso di arte grafica.
VampiriaMO è un concorso di arte grafica aperto a tutti i disegnatori dai 16 ai 99 anni, e il tema è “Vampiri a Modena”.
Ogni concorrente può partecipare con una sola tavola A4 (21 x 30 cm) a tema vampiresco e ambientazione modenese. La tavola dovrà essere consegnata o inviata in formato cartaceo alla biblioteca Crocetta, corredata da nome, età e recapito dell’autore.
Data limite per la consegna: sabato 8 ottobre 2011. 
Le opere selezionate saranno esposte presso la biblioteca dal 17 al 29 ottobre e verranno votate dai visitatori della mostra.
L’opera vincitrice verrà premiata con un ‘misterioso e agghiacciante’ oggetto durante un evento che si terrà in autunno sempre presso la biblioteca Crocetta.
Tutte le tavole consegnate entro la data limite dell’8 ottobre confluiranno in un e-book ottimizzato per iPad scaricabile dall’Apple Store e dal sito delle Biblioteche del Comune di Modena.