Cioccolato Vero a Modena

chocolate-day-fb-cover.jpgIl 22 dicembre 2012, nonostante le nefaste previsioni, il mondo è sopravvissuto, e siamo tutti concordi nell’affermare che i Maya non sono stati capaci di realizzare un calendario comprensibile. Però la sapevano lunga sul cioccolato, che chiamavano kakaw uhanal, ovvero “cibo degli Dei”. E su questo non si sono assolutamente sbagliati.
Chi riesce a resistere al cioccolato, e in tutte le sue forme: praline, tavolette, crema di cacao, nei biscotti, nei muffin…le ragioni del suo successo? Un alone mistico che l’ha accompagnato dall’America fino in Europa, le proprietà nutrizionali, e un forte potenziale edonistico, che a volte sfocia anche in proprietà terapeutiche…quando siamo giù di morale un po’ di cioccolato è capace di far tornare il sorriso a tutte.
Per migliorare il vostro umore vi segnalo che nel fine settimana a Modena torna “Cioccolato vero” la rassegna modenese piazza grande, cioccolato, cibo degli dei, dei maestri cioccolatieri artigiani italiani rivolta a tutti gli amanti del cioccolato.
Venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 febbraio dalle 9 alle 20 in Piazza Grande la fabbrica del cioccolato si farà ammirare e assaporare.
Ma non solo.
Durante i tre giorni della manifestazione ci si potrà prenotare per una delle visite guidate organizzate all’interno della manifestazione “Dolce cultura e il tesoro della città”, itinerari del gusto che attraversano il centro storico di Modena, o vi accompagnano al Museo della figurina per vedere la mostra “Figurine e cioccolato una fedele tentazione”. Tutte le visite si concluderanno con degustazione finale di cioccolato caldo. Per informazioni e prenotazioni delle visite guidate potete rivolgervi allo I.A.T. Ufficio Informazione Turistica di Modena, in Piazza Grande oppure scrivendo a iatmo@comune.modena.it.
Inoltre, in onore di questo ingrediente dalle proprietà magiche, all’ Accademia dei Dissonanti (viale Berengario 112) alla La Secchia Rapita (Corso Canalgrande 4)  all’Osteria dei 5 Sensi (via Voltone 1) saranno proposti menù al cioccolato,
Dimenticavo di scrivere che se per i Maya il cioccolato ricavato dai semi del cacao era considerato il “cibo degli Dei”, dei celebri scienziati del 1700 gli diedero il nome pomposo di Teobroma, letteralmente “bevanda di  Dio” (Carlo Linneo, 1734).
Parola d’ordine del fine settimana: vietato resistere.

Fiera del cioccolato a Modena

piazza grande,cioccolato,cibo degli deiNove persone su dieci amano il cioccolato; la decima mente. (John Tullius)

Con l’arrivo della primavera arriva puntuale e rovinosa la consapevolezza che si ha solo qualche mese per perdere qualche chiletto di troppo preso durante l’inverno, per arrivare se non perfette, almeno decenti alla prova costume.
Ma riuscirete dire di no alla tre giorni «Cioccolato puro a Modena» che inizia oggi venerdì 16 Marzo in Piazza Grande?

”Chiunque abbia troppo accostato alle labbra il calice della voluttà; chiunque abbia occupato nel lavoro gran parte del tempo destinato al sonno; chiunque, essendo uomo intelligente, si sente momentaneamente svanito; chiunque non possa sopportare l’aria umida, il tempo lungo, l’atmosfera pesante; chiunque sia tormentato da un’idea fissa che gli toglie la libertà di pensare: tutti costoro si prendano un buon mezzo litro di cioccolata ambrata…” … è il consiglio di quel bontempone e buongustaio di Anthelme Brillat-Savarin (1755-1826).

Per il quinto anno consecutivo, la rassegna modenese dei maestri cioccolatieri artigiani attirerà in Piazza Grande tutti gli amanti del cioccolato.
Si inizia  venerdì 16 Marzo alle 9 con «scuola & cioccolato»:
laboratorio didattico con degustazioni per alunni delle
scuole elementari a cura dei maestri cioccolatieri ACAI (l’Associazione Cioccolatieri Artigiani Italiani).
Sabato 17 Marzo fra le bancarelle e le varie preparazioni,  dalle 15 in poi si aggirerà anche Andrea Barbi con il suo «MaPensaMO», e la sera dalle 19.30 alle 23 «Notte nera … fondente», happy hour a base di cioccolato caldo fondente e musica jazz a cura di Lucio Bruni e Alessandra Ferrari.
Domenica 18 Marzo la manifestazione continuerà fino al pomeriggio e chiuderà con la premiazione delle migliori praline all’aceto balsamico e praline al nocino.

Durante i tre giorni della manifestazione saranno presenti intrattenimenti e animazione per bambini con il Mago Blu.

Cioccolato puro

cioccolatopuro.jpg

Mamma diceva sempre: la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita! (Forrest Gump)

 

Non c’è due senza tre” recita un proverbio, e per il terzo fine settimana di seguito a Modena abbiamo una buona scusa per uscire di casa, nonostante freddo e neve.
Questo fine settimana è dedicato a tutti i golosi, che per il terzo anno di seguito potranno gustare le prelibatezze dei maestri cioccolatieri realizzate per la fiera del cioccolato.
La rassegna “Cioccolato puro” è una tre giorni dedicata al cioccolato in tutte le sue forme, presenti oltre 20 stand di artigiani cioccolatieri che esporranno per assaggi e vendita i loro prodotti di sublime qualità (fra gli espositori figurano campioni europei e mondiali premiati in esposizioni internazionali da giurie selezionatissime); sarà inoltre presente un laboratorio dove, a turno, i maestri cioccolatieri si esibiranno nella realizzazione di sculture di cioccolato per deliziare anche gli occhi e non solo il palato dei visitatori.
festa-cioccolato.jpg
Il termine scientifico con cui Carlo Linneo nel 1735 definì il cacao è “theobroma cacao”, che in greco significa “cibo degli dei”. Pianta originaria dell’America tropicale, che secondo la leggenda sarebbe stata donata agli uomini dal dio serpente piumato, chiamato dagli aztechi Quetzalcòatl, il nome “cacao” deriverebbe da una parola d’origine proto amerinda, pronunciata “kakawa”. Quando sia arrivata in Europa esattamente non è dato sapere, sappiamo solo che non ne possiamo farne a meno. E non mi interessa degli studi scientifici, quando sono particolarmente triste e giù di corda, anche solo un cioccolatino mi fa stare molto meglio.
La manifestazione inizierà oggi Venerdì alle 18 al Caffè Concerto che ospiterà un convegno dove produttori, consumatori ed esperti si confronteranno sull’ etichettatura del cioccolato. La giornata di sabato 6 febbraio sarà animata da Enrico Gualdi e Sandro Damura, la “Strana Coppia” di Radio Bruno, e si terrà anche la premiazione del concorso letterario che ha visto la partecipazione di alcuni studenti delle scuole superiori cittadine. Domenica 7 febbraio, infine, l’asta dei pezzi migliori realizzati dai maestri cioccolatieri. E grazie alla collaborazione di “ModenAmoreMio” saranno una novantina gli esercizi che terranno le saracinesche alzate nella giornata conclusiva di “Cioccolato Puro”.