Il “Draaago”

spettacolo_Draaago.JPG«Il drago, che è forse la fiaba filosofica piú bella di Schwarz, egli cominciò a scriverlo – secondo la testimonianza di Nikolai Akimov, che della pièce fu il primo regista – prima ancora dell’inizio della guerra, quando, a causa dei complessi rapporti diplomatici allora intercorrenti tra l’Urss e la Germania, non era possibile all’Autore sovietico un aperto intervento teatrale contro il mostro di cui egli sentiva l’odiosa minaccia: il fascismo. Quando nel ’42 riprese il lavoro, arrestatosi al primo atto, Schwarz mantenne il gioco dei simboli fiabeschi, arricchendoli sul modello della cronaca politica di allora.” (Vittorio Strada)

Questa l’opera da cui la compagnia del Teatro dei venti di Modena ha tratto uno spettacolo di strada con trampoli, bastoni infuocati, maschere giganti e uno splendido drago alto 5 metri. Se siete amanti delle atmosfere medioevali Domenica 31 luglio in Piazza XX Settembre va in scena il “Draaago”.
C’era una volta, al tempo dei maghi e delle fate, una piccola città di gente buona, semplice e tranquilla, che da quattrocento anni, viveva alla mercé di un enorme drago che tiene tutti sotto il suo controllo. Da un luogo sconosciuto arriva a salvare questa povera gente il prode Lancellotto che, tra l’amore per la bella Elsa e le sue eroiche prodezze, tenterà di sconfiggere il malefico drago.
Una meravigliosa fiaba, che saprà far sognare i più piccoli e incantare i più grandi, con cavalieri, dame, animali parlanti, avventure mirabolanti verso il classico, e attesissimo, finale “e vissero felici e contenti”.

Il Draaago from Teatro dei Venti on Vimeo.

 

 

 

A Modena musica d’autore e musica di strada

franco battiato,nathalie,green day,giardini ducali,zona tempioNonostante il tempo non ci stia regalando temperature estive, le serate in città sono sempre interessanti.
Mercoledì 27 luglio alle 21 al parco della Repubblica di Modena suoneranno i “Green day tribute”, l’unica band italiana che ripropone esclusivamente gli anni d’oro cui la band di Berkeley ha rappresentato lo spirito più autentico del punk rock californiano.
Formato da Emanuele Toraldo alla voce, Alex Pasini al basso e Giosuè Sacco alla batteria, i “Green day tribute” parlando del loro concerto affermano che “più che un tributo si potrebbe definirlo un viaggio nel tempo”.
Giovedì 28 luglio grande attesa per il concerto di Franco Battiato in Piazza Roma alle 21. Il cantautore siciliano porterà a Modena il suo concerto “Up patriots to arms”, aprirà la serata Nathalie, la vincitrice dell’ultima edizione di x-factor.franco battiato,nathalie,green day,giardini ducali,zona tempio (per maggiori info www.comune.mo.it)
Alle 17 però lo potrete trovare ai Giardini Ducali, in compagnia di Giuseppe Coco, per la presentazione del loro libro “SOWA RIGPA La scienza della guarigione per un’alimentazione consapevole”: “Sono diventato astemio, non bevo più caffè, non fumo: è successo tutto in maniera spontanea. Quando si arriva a scegliere spontaneamente, come nel mio caso, è da considerare come un regalo. Giravo Musikanten e prendevo sette-otto caffè al giorno! Ora non lo posso più bere. Lo stesso mi accade col vino. Un paio d’anni anni fa, in un ristorante a Macerata, assaggiando un’oliva… improvvisamente ho sentito milioni di cellule del mio corpo gridare come per ribellarsi. Ho chiesto al cameriere, per sapere cosa ci fosse dentro quell’oliva e mi ha fatto un elenco: carne di maiale, mortadella, salsiccia… Dentro un’oliva c’era una salumeria, in forma atomizzata!”. (Franco Battiato)
Ma giovedì se non avete un biglietto per poter ascoltare Battiato dalle 18 alle 22 lo spazio Avia Pervia organizza “La cultura sotto casa”, una festa di strada, al confine tra musica, letteratura, arte e gastronomia, in zona Tempio.
Si comincia con l’aperitivo e la presentazione del libro “Pasolini profeta” (ed. Mucchi, 2011) della giornalista modenese Felicia Bonomo. Dalle 20 in poi spazio alla musica: con Mc Dank, dj Stan e dj T-Robb ci sarà un hip hop live set, e dalla stessa ora ci sarà la cena a cura dell’enogastronomia la Cucina, all’insegna del “cibo di strada”. Sarà inoltre aperta la mostra fotografica sul writing “10×365: 10 anni sotto ai vostri occhi”, racconto per immagini sulla quotidianità dei writer in Italia.

VampiriaMO: vampiri a Modena

vampiri,vampiri a modena,concorso di arte grafica

“La prima forza del vampiro sta nel fatto che nessuno crede alla sua esistenza“. (Bram Stoker)

Si racconta che il primo racconto di vampiri della letteratura moderna sia “The Vampyre”, il lungo racconto di John William Polidori, scritto per una specie di scommessa a Villa Diodati, vicino Ginevra, nel 1816.
Se preferite le storie “classiche” di vampiri, se avete amato (come me) le “Notti di Salem” di King, o se preferite i vampiri che stranamente brillano al sole di Twilight, e vi piace disegnare, la Biblioteca Crocetta di Modena ha organizzato un concorso di arte grafica.
VampiriaMO è un concorso di arte grafica aperto a tutti i disegnatori dai 16 ai 99 anni, e il tema è “Vampiri a Modena”.
Ogni concorrente può partecipare con una sola tavola A4 (21 x 30 cm) a tema vampiresco e ambientazione modenese. La tavola dovrà essere consegnata o inviata in formato cartaceo alla biblioteca Crocetta, corredata da nome, età e recapito dell’autore.
Data limite per la consegna: sabato 8 ottobre 2011. 
Le opere selezionate saranno esposte presso la biblioteca dal 17 al 29 ottobre e verranno votate dai visitatori della mostra.
L’opera vincitrice verrà premiata con un ‘misterioso e agghiacciante’ oggetto durante un evento che si terrà in autunno sempre presso la biblioteca Crocetta.
Tutte le tavole consegnate entro la data limite dell’8 ottobre confluiranno in un e-book ottimizzato per iPad scaricabile dall’Apple Store e dal sito delle Biblioteche del Comune di Modena.

Pignagnoli Ballabile ai Giardini Ducali

giardini ducali,learco pignagnoli,incontri con l'autoreEsilaranti, visionari, ironici. Per l’Estate modenese sabato 23 luglio alle 21.30 ai Giardini Ducali, andrà in scena a ingresso gratuito l’inconsueto spettacolo “Pignagnoli ballabile”. Quattro scrittori e sette musicisti per “celebrare” lo scrittore filosofo Learco Pignagnoli, autore di una serie di singolarissime opere in prosa, comparse per la prima volta sul finire del secolo scorso sulla rivista “Il semplice” e poi raccolte in volume da Daniele Benati nel 2006 e pubblicate da Aliberti editore. Si legge nella presentazione “Le opere di Pignagnoli, che finora hanno circolato in modo quasi clandestino, sono racconti illuminanti di poche righe, riflessioni sulla vita che spiazzano il lettore con improvvisi sprazzi di comicità.
Una specie di grande romanzo dell’insensatezza, con temi e personaggi che ricorrono come segrete ossessioni.”
Chi è Learco Pignagnoli? E’ solo un fake o esiste davvero questo “filosofo e maestro di tutti noi”?Uno scrittore, dicono, che “prima ancora di essere pubblicato, ha già un manipolo di appassionati e fedeli cultori”. Nessuno conosce la vera vita di Learco Pignanoli. Non si sa se è mai esistito, non si sa se è uno pseudonimo o uno pseudonimo collettivo con altri scrittori.
Reale è lo spettacolo che andrà in scena: un recital che ricerca e ripropone un clima che si ispira al tempo in cui le serate danzanti venivano annunciate alla gente del paese nelle prime ore della sera e un musicista, un clarinettista in particolare, si recava in piazza e suonava “l’invito”: un particolare motivo, sempre quello, per annunciare la serata.
Se non ne avete mai letto una riga, stasera si avrà l’occasione per conoscere Learco Pignagnoli in versione ballabile.

Radio Bruno Estate 2011

piazza grande,radio bruno estate,roberto vecchioni,melita toniolo,enrico gualdi,enzo ferrari,zero assoluto,giusy ferreri,catalin josanMercoledì 20 luglio dalle 20 tutti in Piazza Grande per l’evento più importante di musica leggera di tutta l’estate modenese: il Radio Bruno Estate. All’appuntamento ci siamo abituati anno dopo anno, e questa volta il cast è all’altezza del delle aspettative.
La conferma della presenza di Roberto Vecchioni, il vincitore dell’ultimo festival di Sanremo, ma per me il cantautore della mia adolescenza, è la motivazione che mi spingerà a partecipare alla serata, anche se canterà solo un paio di canzoni (e non certo le mie preferite).
Qualche “ex” di X-Factor: Giusy Ferreri, Matteo Becucci e Nathalie, che sono riusciti ad uscire dalla logica del format televisivo e ad affermarsi come interpreti nel panorama musicale italiano. Gli Zero Assoluto, che portano sul palco del Radio Bruno Estate le canzoni dell’ultimo album “Prendimi” pubblicato a Maggio 2011.
Catalin Josan, il cantautore rumeno che sta spopolando con “Don’t wanna miss you”.
La vincitrice dell’edizione 2010 del talent show “Amici di Maria De Filippi” Emma Marrone, che si è fatta apprezzare oltre che per le qualità canore, anche per la personalità forte e decisa.
E ancora i Sonohra, Grido, Povia, i Finley, Controtempo.
Ad animare il pre-show, che vedrà protagonisti anche i finalisti del contest per emergenti Fammi sentire la voce, sarà Alex Testi insieme al corpo di ballo Legend Crew.
Sul grande palco del Radio Bruno Estate confermata la presenza di Melita Toniolo, ormai entrata nella grande famiglia di Radio Bruno a pieno titolo. Accanto a lei, Enrico Gualdi (quello dei risvegli mattutini sulle frequenze dell’emittente) e Enzo Ferrari.
Per chi non riuscisse ad essere in piazza ma non vuole perdersi lo spettacolo, il concerto verrà comunque trasmesso in diretta radio integrale e in diretta web in streaming video sul sito della radio http://estate.radiobruno.it/homepage. Le immagini più belle verranno poi trasmesse anche sul canale satellitare  e sul digitale terrestre di Radio Bruno.

Dimenticavo: la serata è completamente gratuita.

 

Radio Bruno Estate – Modena from Radio Bruno on Vimeo.

 


Scambio teatrale Italia-Serbia

teatro.jpgQuesta settimana segnalo un concorso promosso dall’Ufficio Cooperazione e Solidarietà Internazionale del Comune di Modena in collaborazione con Arci, Teatro dei Venti e Voice Off: un progetto di scambio teatrale che si svolgerà tra Italia e Serbia.
Il progetto prevede una prima settimana di laboratori a Modena, uno di teatro e uno di video, prevista dal 14 al 20 Novembre 2011, in cui i partecipanti saranno impegnati mattino e pomeriggio nei due diversi workshops. In questa prima fase i giovani che seguiranno il laboratorio teatrale lavoreranno anche insieme a gruppi di persone con forti disagi sociali e/o psichici (detenuti, persone affette da disagi psichici, ecc…).
In un secondo tempo è previsto un incontro a Modena della durata di 10 giorni dal 2 all’11 Dicembre 2011 tra i giovani italiani e i giovani serbi che intanto hanno vissuto la medesima esperienza formativa  nel loro Paese. In questa seconda fase i giovani italiani e i giovani serbi saranno chiamati a scambiarsi le diverse esperienza vissute riflettendo, in questo modo, sul significato di diversità. Inoltre, potranno conoscere più da vicino la realtà territoriale modenese attraverso incontri con la cittadinanza e scambi con diverse associazioni giovanili e realtà che lavorano in situazioni di disagio.
Possono fare domanda di partecipazione al progetto tutti i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 24 anni con una minima esperienza in ambito artistico (teatro, musica, danza, video) e che mostrino forte interesse, sensibilità e predisposizione ad agire ed interagire in situazioni e luoghi di disagio.
Ad ogni candidato è richiesta una Lettera di Motivazione da inviare, utilizzando il modello che trovate sul sito http://www.modenacooperazione.it entro il 30 luglio 2011, all’indirizzo email  cooperazione.sviluppo@comune.modena.it.

Area fitness all’aperto

inaugurazione.jpgModena è una città che ha l’innegabile vantaggio di avere molti parchi all’interno dei vari quartieri, oasi per le giornate più calde.
Un paio di settimane fa sono stata alla festa per l’intitolazione del parco Amendola Nord al fumettista Bonvi.
Sabato 16 luglio un’altra inaugurazione, questa volta per far conoscere a tutti il nuovo allestimento del Parco Ferrari. Nell’area vicina al laghetto è stato creato uno spazio dedicato al gioco e al fitness.
Appuntamento alle 10.00 per l’inaugurazione alla presenza del Sindaco Giorgio Pighi, di Simona Arletti, assessore all’Ambiente del Comune di Modena, di Antonino Marino, assessore allo Sport, e di Alberto Cirelli presidente della Circoscrizione 4.
Per i bambini fino a 12 anni un castello con scivolo e corde per arrampicarsi.
L’area fitness è formata da cinque piazzole attrezzate per la corsa ad ostacoli, le parallele, gli addominali, il vogatore e i simulatori di cyclette e tapis roulant senza la necessità di energia elettrica. Una delle principali novità e l’impianto per lo “skysurf” che permette di volteggiare per aria simulando la disciplina sportiva che normalmente richiede il lancio da un areo o un elicottero e una tavola da surf.
Dopo il taglio del nastro gli atleti di Pentathlon Modena daranno una dimostrazione pratica di come si utilizzano gli attrezzi per il fitness.
E alla fine, per tutti, una merenda salutare a base di frutta di stagione.
Quest’inverno niente scuse: attività per tutti e senza chiudersi per forza in una palestra.

Milena Gabanelli, Vinicio Capossela e l’arte di Modena sono protagonisti

piazza grande,la ghirlandina,duomo di modena,unesco,parco amendola sud,milena gabanelli,report,vinicio capesselaDal 1997 Piazza Grande, compreso il Duomo e la Torre Civica (meglio conosciuta come la Ghirlandina) di Modena sono patrimonio UNESCO. La Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, istituita nel 1950, ha lo scopo di favorire la promozione, il collegamento, l’informazione, la consultazione e l’ esecuzione dei programmi UNESCO in Italia. La lista del patrimonio mondiale include 890 siti che formano parte del patrimonio culturale e naturale, che la Commissione per il Patrimonio Mondiale considera abbiano un valore universale.piazza grande,la ghirlandina,duomo di modena,unesco,parco amendola sud,milena gabanelli,report,vinicio capessela
Mercoledì 13 luglio alle ore 21 in piazza XX Settembre, in occasione della conferenza “Modena e il Patrimonio Mondiale dell’Umanità: i siti Unesco del mondo in immagini e parole”, svolta da Francesca Piccinini, direttrice del Museo civico d’arte e coordinatrice del sito Unesco, verrà presentata la nuova guida UNESCO dedicata alla nostra città. Da novembre 2008 a ogni sito Unesco in Italia è dedicata una guida con approfondimenti tematici, itinerari consigliati, immagini e informazioni.
Quella dedicata a Modena si intitola “Modena: Cattedrale, torre Civica e piazza Grande”, comprende immagini a colori, cartine, elementi di storia e descrizioni dei tesori artistici, ma anche informazioni utili su come raggiungere la città, dettagli sulle principali manifestazioni e sulla gastronomia del territorio. Un riconoscimento importante per le bellezze architettoniche della vecchia Mutina.
Se invece dell’arte siete interessati all’attualità, sempre mercoledì 13 luglio dalle ore 21 al al Parco Amendola Sud nell’ambito di Loving Amendola, la manifestazione con spettacoli, laboratori, incontri e concerti per la partecipazione e l’identità culturale nella vita quotidiana del quartiere, si svolgerà un incontro dal titolo “E’ possibile un’informazione libera in Italia?”. Ospiti della serata la conduttrice della trasmissione “Report”, Milena Gabanelli, il direttore del settimanale “Famiglia Cristiana” don Antonio Sciortino e Andrea Vianello autore e conduttore di Agorà Rai. A introdurre la serata sarà il giornalista e scrittore Luciano Scalettari, mentre modererà la discussione il direttore di Tele Radio Città Ettore Tazzioli.
Giovedì 14 luglio Piazza Grande vedrà invece protagonista uno dei cantautori italiani più singolari del panorama musicale. Visionario, romantico, arguto e … poeta, Vinicio Capossela arriva nella nostra città per presentare il suo ultimo lavoro “Marinai, Profeti e Balene”, per un concerto sotto le stelle indimenticabile.
Chi l’ha detto che le cose migliori in città succedo solo nel fine settimana?

O.D.I. Otello-Desdemona-Iago

joseph-fiennes-nei-panni-di-william-shakespeare.jpg

“Chi è quell’uomo che può tenere in pugno il suo destino?” – Otello

L’estate al chiostro di Palazzo Margherita a Modena chiude con “O.D.I. Otello-Desdemona-Iago” l’originale rassegna dedicata al genio di Shakespeare.
A mettere in scena un’esperienza teatrale che affronta, rielaborandola, l’opera shakespeariana è la sezione teatro dell’associazione culturale Sted di Modena, diretta da Tony Contartese. Una compagnia di giovani artisti con formazione ed esperienze diverse offrirà così un tour intorno al drammaturgo e poeta inglese attraverso “Shakespearound”, proponendola in maniera unica e originale.
L’Otello uno dei più noti drammi scritto da William Shakespeare nel 1603 che non è solo un dramma della gelosia, ma nasconde una profonda analisi introspettiva dei personaggi e dei sentimenti che tormentano l’animo umano.
Quello che va in scena stasera è una rivisitazione con i tre attori Francesco Benedetto, Tony Contartese e Beatrice Bassoli che si dividono il palco, trasformano le parole in azione.
“Shakespearound nasce dalla necessità di rivitalizzare opere teatrali attraverso più linguaggi e di semplificarli nella durata”, spiega Contartese. “Uniamo alla prosa forme e contenuti che appartengono a danza, canto e musica, e con musicisti e danzatori interagiamo all’interno di un’opera per svelarla e raccontarla in una realtà tridimensionale in continuo mutamento, dove ciò che si rappresenta possa essere anche solo guardato e perché no, trattandosi di Shakespeare: anche solo sognato”, conclude il responsabile teatro di Sted.
Stasera appuntamento alle 21 al Palazzo Margherita (Corso Canalgrande 103) ad ingresso gratuito.

Fine settimana ai Giardini Ducali

festival2011.jpgQuesto fine settimana a Modena saranno protagonisti i Giardini Ducali.
Stasera 8 luglio tornano gli artisti di Ant Work, gli artisti che hanno scelto la formica piccola e laboriosa come loro simbolo. Animeranno la serata con “Pop dreams, arrendersi ai sogni”: una produzione originale, a ingresso gratuito, fra sonorità intimiste e una articolata scenografia tridimensionale. La serata è in collaborazione con l’Handmade Festival (Centro della scena musicale indie nazionale) e propone diversi live act che trasformeranno un’area dei Giardini in un set futurista grazie all’interazione con videomaker e designer.
Protagonisti per la musica i gruppi “Welcome back saylors”, “Crimea X” e “Husband”; per le parti video e visive “Fuse Creative Lab”; per il design Gualtiero Sacchi.antwork.jpg
Sabato 9 luglio stessa location per una serata dedicata al cabaret. Dalle 21.30 il “Festival Cabaret Emergente in tour” presentato da Riccardo Benini, ideatore e patron del Festival, prevede le esibizioni di cinque artisti. Davide Giovannetti, vincitore assoluto Festival Cabaret Emergente 2011 e Premio Sponsor Cesenate con una esilarante caratterizzazione dell’arzilla nonnetta romagnola, “Nonna Cesira”. La Piga e La Sonix, da settembre 2008 fanno parte dei laboratori ufficiali di Zelig. Emiliano che racconta la vita quotidiana attraverso i suoi esilaranti monologhi, in dialetto napoletano. Gian Piero Sterpi, vincitore del Festival Cabaret Emergente nel 2007.
Ospite della serata, la cantante Selene Lungarella, reduce dal successo de La Notte Rosa di Lido di Volano e che recentemente si è aggiudicata il Premio Canzone Italiana a San Pellegrino Terme.
Tutto ad ingresso gratuito.